Archivio mensile:maggio 2009

Bloggers che hanno trovato lavoro

Avevo già accennato a “come le bloggers conquistano il mondo” qui: http://rockandfiocc.blogspot.com/2009/05/come-le-bloggers-conquistano-il-mondo.html
(spero che capiate l’articolo, ero troppo pigra per tradurlo!) , e vi faccio subito due esempi di bloggers che non hanno collaborato con case di moda, o fatto advertising o altro, ma hanno trovato un lavoro nel campo, semplicemente attraverso il loro blog.
Ora sono super concosciute, vanno alle sfilate, intervistano la gente, fanno da giuria per cose varie (http://www.stylebubble.co.uk/style_bubble/2009/05/countdown-the-100.html)
etc etc.
che invidia.

Comincio con Stylebubble, della proprietaria Susie Bubble

La prima volta che ho visto il sito sono uscita subito, troppa confusione, troppi links, lei é completamente pazza, con uno stile assurdo. Ma poi sono tornata, ah se sono tornata. Stylebubble é un mio appuntamento quotidiano.

Come potete vedere, Susie ha uno stile personalissimo e non ha affatto paura di mischiare colori e materiali. Sul suo sito posta i suoi ironici outfit, fotografati di solito sul balcone di casa, parla di nuovi designer, eventi, idee, di tutto.
é davvero una fonta di ispirazione, conosce tutta la scena-moda londinese come le sue tasche, ed é divertente.
Unica pecca (per me), il sito é davvero un casino. Ben organizzato, ma troppo “accatastato”!
Comunque, Susanna Lau (questo il suo vero nome) fa base a Londra, dove vive con il suo fidanzato, anche lui blogger, e blogga dal 2006. Nelle alte sfere devono essersi accorti di lei, perchè l’hanno chiamata a lavorare da Dazed and Confused, il giornale di Jefferson Hack.
Fa la editor sul sito della rivista, Dazed Digital.com
intervista su Teen Vogue per “blogger del momento”
Poi abbiamo quella squinzia di Julia Frakes

Che collabora con PaperMag.com, a soli 18 anni. Comincia a bloggare nel 2007 e ancora prima di finire il liceo ottiene un lavoro da Paper Magazine. Il suo blog non mi fa impazzire, troppi link e non capisco tanto. Comuque, é sempre fotografata con i boss della moda, a filate e cose cosi. TRa parentesi, spero questa sia la sua normale corporatura, altrimenti non esiterei a definirla anoressica.
http://julialapin.typepad.com/

intervista su Teen Vogue per “blogger del momento”
quindi bloggate, postate, scrivete!! Si sa mai cosa puo succedere!
27/05/2009

Nude color

Avevamo già parlato di verde
http://rockandfiocc.blogspot.com/2009/05/verde.html

e si é già rivisto su molte star

Specialmente al festival di Cannes

Ma penso che il vero colore della stagione sia il color carne, o Nude, che dir si voglia.
Si é visto ovunque, su tutte.

Donatella e Eva in versace

Angelina in Versace

Liz Tyler in Elie Saab
Marion Cotillard in Dior

Penelope Cruz lo abbina addirittura a scarpe dello stesso colore

Lara Stone per Zara (notare la copia delle scarpe di Ann Demeulemeester)

C’é poi chi lo sceglie per le scarpe, scelta strategica per allungare le gambe

( sempre meglio avere scarpe e collant dello stesso colore, se volete gambe lunghe! un colore solo dona questo effetto ottico)

Lily Cole (come se avesse bisogno di gambe più lunghe!), modella e ora anche attrice, a Cannes

Hanneli Mustaparta

Suspender

Non so come non so perché, mi é sempre piaciuto il suspender, come capo. Scusate se non lo chiamo con il suo nome italiano, ma la parola giarrettiera mi fa pensare a pizzo rosso e cose cosi.

L’ho scoperto con i manga di Ai Yazawa, dove le ragazze lo indossano tutti i giorni, con disinvoltura. So che é solo un disegno, ma lo stesso…

In questi giorni l’ho ritrovato su Hanneli Mustaparta
e su Queen Michelle di Kingdom of Style

Cosi ho fatto una prova.
Non c’é paragone, lo so, ma mi sono sentita come Mikako (Cortili del cuore), almeno un pochetto.
Troppo bello vivere in una città straniera dove me ne infischio se le vecchiette mi fissano per strada!
Neanche da dire che se fossi a casa mia mia madre non mi farebbe uscire di casa!!

La tuta NO

Aveva iniziato a propinarcela Alexander Wang, con i pantaloncini da ciclista (infami, se posso dirlo) …


Poi si é spinto oltre… La buon vecchia Isabel Marant l ‘ha scopiazzato…

E ora Garance Doré tenta di farci credere che la tuta é chic, se messa con giacca e stivaletti francesini? (A proposito, 84 euro, la tuta, dall’Isabella. Allora piuttosto vado da H&M reparto pigiami)
NON CI CREDE NESSUNO!

Erin O connor

Lanciata nel 1996 da un servizio di Juergen Teller per I-D, Erin O Connor é diventata una delle modelle più importanti dei ninetees.
Conosciuta per il suo profilo e la sua pelle di porcellana, e definita da Karl Lagerfeld, “una delle migliori modelle al mondo”, mantiene ancora oggi un’allure incredibile, e uno stile personalissimo.

spesso in Vivienne Westwood…

e in pantaloni palazzo, che si puo’ permettere, con la sua altezza

25/05/2009