Archivio mensile:ottobre 2009

That’s me!!

credo che il commento migliore (sono pù di 100! record di pagina! )sia:
“mi innamorerei di lei se fossi un uomo”
ma soprattutto…
“very chic….la figlia bastarda di audrey hapburn!”
hahahaha! come sono contenta!
I think the best comment (they are more than 100! record in the page!) is:
“i would fall in love with he if i were a boy”
but most of all…
“Very chic… audrey hepburn’s bastard child!”
hahahaha!I’m so happy!
30/10/2009

051 Parma

Questo è il negozio in cui lavoro il Sabato.

Ci sono cose moolto belle.
Vendiamo Marios, Vibskov, Pam, Sessun, Surface to Air, Swear, Hannes Roethe, Kappauei, Alexis Mabille, Hell’s Bells, Local, Be Positive, Volta, Phonz Says black e altro ancora.


Amici (cool) in visita

28/10/2009

TOPSHOP IN ITALIA!!!!!!!!!!!!

Amici là fuori!

Questa mattina ho incontrato una bellissima lettrice per consegnarle un capo acquistato dal mio negozio online.
Che meraviglia! che belle persone che non ho mai visto nella mia città.
Ragazze se siete tutte così fatevi avanti e vi presento i miei amici, non ci crederanno.

Grazie a chi mi scrive! Alcuni di voi non hanno un blog quindi non posso rispondere

Ok basta vantarmi dei miei lettori (che sono saliti a 42! ok la smetto)

scappo a preparare qualche nuovo post, ne ho solo 92 pronti, meglio rimpinguare l’archivio 🙂

In questi giorni sono impegnata su un set per un servizio che uscirà a Gennaio su una rivista Italiana
(…)
HAHAHA detta così sembro FashionToast, in realtà siamo io e qualche amico che scattiamo nel mio giardino e in giro, la Yashika t4 e la Polaroid di giuliorojerghirardi (lui ne va tanto fiero), e abiti di showroom.
E’ difficile mettere in piedi qualcosa con una modella poco fotogenica, ambientazioni pericolose (la cima di un albero, il tetto di casa mia), e tramonto alle ore 5 di pomeriggio…
Ma ce la si farà!

Ah, ho notato che l’utilizzo dello “stra” è molto in voga tra la gioventà,ora.
Anche il “tipo”:
“Cioè, ero stracontenta/strafelice…
“mia madre è strapesa, tipo ieri sono andata la e…
” una festa strabella, veramente…cioè, tipo mille cose, gente stratirata…
“cioè, tipo, cioè, ma veramente…

Ogni tanto gli adolescenti mi snervano. Ma magari ero (sono) così anche io
Ah, messaggio alla gioventù:
Non fumate solo per fare i fighi! Tanto si vede se fumate solo perchè non sapete dove mettere le mani. Non servono drink e sigaretta per sembrare cool.
(Ministero pagami per la pubblicità)

Ok la smetto con questo post confusionario. E’ che c’è un momento morto qui all’Ufficio Erasmus.

Capi da avere una volta ricca (o molto spendacciona) (o con un fidanzato generoso!)

Un abito rosso lungo Valentino

Montgomery Burberry

Le scarpe con zeppa in legno Vivienne

Stivaletti Margiela tacco medio neri

Una camicia bianca Jil Sander (se solo Uniqlo fosse vicino…)

Un abito Miyake

Una Birkin di Hermés misura media nera (va bene anche la Kelly)

La borsa a cuore di Moschino

Uno degli incredibili anelli di Victoire de la Castellaine per Dior

un gioiello di Delfina Delettrez

Un bracciale borchiato Hermés


Un paio di decolletées Louboutin nere

Una Chanel di plastica trasparente (non so perchè, è sempre stata una mia fissazione)

Ballerine classiche Chanel

Uno smoking YSL (oddio!!)

27/10/2009

French magazines

Una delle cose che preferivo dell’ abitare in Francia era la possibilità di trovare giornali francesi a prezzi stracciati

Ovviamente al primo posto c’è Vogue Paris. Anche se devo dire che per quanto riguarda Vogue sono molto patriottica, penso che il migliore sia Vogue Italia. Ma Vogue Francia, con i suoi editoriali rock curati Carine Roitfeld e Emanuelle Alt, è un’istituzione.

Numero. Molto popolare come giornale di moda “serio”, sicuramente un gradino sopra Glamour, Elle, Cosmopolitan e quegli altri giornalacci tutti uguali (scusatemi ma li trovo davvero scialbi)

Jalouse. Un giornale di moda molto giovane e fresco, conta sempre i nuovi personaggi in copertina, ha begli editoriali, per niente pomposi o di alta moda, ma divertenti e leggeri. A soli 3,50 euro

Crash, esce 4 volte l’anno, ma è molto bello. Bellissimi editoriali e interviste

Neo giornale, Citizen k nasce con Kappauf,

enigmatico personaggio (uomo? donna? nessuno lo sa) protagonista del fashion system francese, che cura tutta, e dico tutta la rivista, dal fashion alle interviste (L’ho visto/ a ai magazzini a Milano ed era in uno stato pietoso, sbavava dappertutto).

Comunque, il giornale è piacevole, di sicuro vale 1 euro.
Voglio tornare in Franciaaaaaa!!!
26/10/2009