Archivio mensile:giugno 2010

20 Juin 2010

Cari amici! Sono al McDonald al pc, perchè ovvio dove vivo non c’è wireless. Stiamo cercando di capire come fare per ottenere una chiavetta senza spendere miliardi l’ora (i francesi non hanno esattamente quello che si chiama “offerte eccezionali”, nell’ambito di telefonia e Internet).
Dunque anche oggi niente foto, il pc è quasi scarico e devo pensare a contattare amici e familiari, prima (ok, e a guardare qualche blog. Pitti, moda uomo.. sto male, sarò ignorantissima, dopo questi 3 mesi).
Comunque sono viva e prometto di riprendere presto i miei post giornalieri, in cui vi farò vedere St Tropez, Rondini, le tendenze dell’estate francesi e molto di più!( ma non casa nostra, non vorrei spaventarvi)
Vi dico solo che sto facendo quei 25 km al giorno sulla mia bici da corsa vintage Francesco Mozer per arrivare al lavoro (si, sono morta, ma vogliamo mettere che gambe, tra un po?), e che dopo aver vissuto in 9 metri, dopo aver passato una settimana su una barca senza bagno, dopo aver vissuto con le pulci, posso aggiungere alla lista di “situazioni in cui una ragazza di buona famiglia non dovrebbe trovarsi”il “fare 25 km al giorno in bici ovviamente perdendosi quitidianamente e trovandosi in mezzo all autostrada con vento forza 9 direzione opposta alla mia”. Vabè.

Dopo che Garance Dore ha parlato di Rondini, arrivano un sacco di americani con la foto che ha pubblicato per comprare i sandali che ha preso lei, incredibile.
C’è gente pazzesca, qui. Che chiccume, che classe (che cafoni, anche).
Mi hanno fotografata per Grazia U.K nella rubrica streetstyle a St- Tropez, qualcuno ha un numero, o sa dirmi ogni quanto esce in edicola? E inoltre sono venuti quelli di M.O.D.A , il programma di La7, per fare una servizio sull’atelier, avete visto niente? Non so quando andrà in onda.
E così, mi ingozzo di pan au chocolat e aspetto di andare in spiaggia, che qui fa ancora nuovoloso e tira vento.
Eh bon voilà, potrei cominciare a scrivere in francese! no no scherzo, ve lo risparmio 🙂
A presto mes amis!
p.s se avete consigli su dove posso andare a St Tropez e dintorni dite dite dite! Specialmente per locali o cose cosi.
bisous!

20/06/2010

Lundi 14 Juin

Nuova settimana!
Dunque, sono una barista e una gelataia nata. Lavorare nel bar in discoteca é stato bellissimo, troppo divertente! La gelataia un po´meno, ma l´ho saputo fare (avevo seri dubbi).Comunque oggi ho cominciato da Monsieur Rondini (si,é la boutique di cui ha parlato Garance Doré).
BEH VABBEH, Max Azria ciao ciao!
Mattinata in boutique. Non ho mai visto e toccato -lo so,bleah- tanti piedi in vita mia. Devo far calzare le scarpe, non siamo mica un negozietto qualunque. Si vendono sandali come caramelle. Pausa pranzo in spiaggia (se spiaggia si puo´definire l´unico specchio d´ acqua dove pocciare i piedi- St Tropez é per le barche, mica per i turisti squattrinati), e pomeriggio in laboratorio, dove ho pitturato suole e assemblato sandali! Ok, in un altra vita ero una calzolaia. Volevo fare foto ma é un po´presto. Aspettate che vi descriva e vi faccia vedere l´ omino in boutique, che sagoma!
Ah, che tra l´altro mi chiama Giulianá, ma non ho il coraggio di correggerlo, haha.
Domani casa nuova, ho preso disinfettanti in quantitá industriali, l´ultima volta che mi sono trasferita in Francia avevo le pulci in casa! Brutta esperienza.
Che altro? Ah si, brutti negozi, e vi diro´l´indirizzo del vintage, se lo ritrovo! Oggi per poco non ritrovavo l´auto, sono famosa per non avere un gran senso dell´orientamento… 🙂
bonne nuit!

14/06/2010

Jour n.2!

Giornata numero 2 fruttuosissima!
Trovato casa e biciclette, fatto un salto in spiaggia, e un altro a St Tropez… che meraviglia! Accidenti non avevo la macchina fotografica.
Che bei negozi. C’è un negozio vintage che vende solo magliette a righe e marinare, top di sangallo bianchi e cappelli di paglia. Non sapevo dove voltarmi.
Indovinate cosa ho trovato, sul fronte lavoro? 🙂

Vi dicono niente i sandali di Rondini?
C’era un cartello “cercasi commessa e persona con manualità” fuori dalla vetrina di Rondini.
Sono entrata, e stavo giusto per dire che sono la persona più maldestra del mondo, quando mi è venuto in mente che so cucire (e in teoria anche vendere). Mr Rondini in persona mi ha fatto fare una prova sulla macchina per cucire il cuoio, stupenda. E’ un piccolo negozietto con un altrettanto piccolo retrobottega, pieno di gente che cuce e assembla i sandali.
Insomma, i francesi hanno una certa simpatia per le italiane, io so cucire…
Presa!
http://www.rondini.fr/

Ci sarebbe anche BCBG MAX AZRIA
Che meraviglia gli abiti di Hervé Leger per Max Azria, dal vivo. Bellissimi.
Ho fatto la professionale e hanno detto che gli interesso.

On verra. Intanto stasera ho una prova come barista in discoteca.
Si sa mai che imparo a fare qualcosa, dopo questa estate? 🙂
Presto le foto, giuro!

12/06/2010

Je suis arriveé!

Cari amici, sono arrivata in Francia.

Il viaggio è stato… interessante. La situazione nelle 9 ore che ho passato in pullmann (prendere treno o aereo era impossibile) era questa:
-davanti a me: campionessa del mondo del tirare su con il naso il più rumorosamente possibile. Molto piacevole
-dietro di me: campione del mondo di russare il più rumorosamente possibile, gli mancava solo il fischio tra una russata e l’altra e la bolla che gli esce dal naso.
– difianco a me: una ragazza alta circa 1,90, che poverina occupava tutto lo spazio dei nostri sedili
-sopra di me: l’aria condizionata più fredda della storia. Considerando che io non tollero l’aria condizionata nemmeno al livello massimo, stavo bene, mh.

Comunque sono arrivata. Oggi abbiamo visitato una casa, che poi era un caravan in un camping, che poi era IL POSTO PIU’ BRUTTO DEL MONDO. Ci mandano a questo camping “Chez Toto”, introvabile. Poi invece ci siamo arrivati, e abbiamo capito perchè non era segnalato. Mai vista una cosa così.Baracche fatiscenti, alberi morti, zanzare dapperutto e macchine abandonate. Tale Olivier, uomo con pancia più grossa di me e pantaloni che una volta dovevano essere bianchi ma ora sono marroni, ci scorta al “caravan”, una specie di quadrato con due lettini e un tavolino in mezzo. C’erano ancora le ragnatele dappertutto, il pavimento mezzo sfondato e rottami qua e la (oddio, se 2 metri quadri si può definire qua e la). Il meraviglioso set da film horror costa 500 euro al mese.Non scherzano da queste parti, in quanto a prezzi. Io mi tenevo le mani sulla bocca per non scoppiare a ridere, e Lukas praticamente mi reggeva per non farmi calpestare terra e prendere il tetano.

Mi hanno offerto lavoro in un bar che fa “glaces à l’italienne”, cioè i gelati che si “spillano”, quelli morbidi, presente? Secondo loro sono gelati all’italiana, haha. Il capo aveva dubbi sul fatto che io sia capace di fare una cosa del genere (tirare una leva), dunque dopodomani ho una prova. Sono talmente maldestra che potrei effettivamente non farcela.
Oggi hanno avuto il coraggio di dirmi che non ho l’accento italiano quando parlo francese, haha.
Fine del piccolo reportage. Vi dirò presto se mi hanno presa come capo dei capi da qualche parte qui, offrendomi una casa gratis e uno stipendio da favola. Haha, come no.
Vado a mangiare fragole e pain au chocolat, a presto!
Farò qualche foto, promesso.
Bon bahhh (l’inizio di ogni frase per un francese che si rispetti), a demain peut-etre! Bonne soirée!

11/06/2010

5 outfits prima di partire

Cari amici, infine parto Giovedì. Non so se avrò tempo di aggiornare prima di allora, perchè domani sono a Milano per un test. Fatemi un augurio/dite una preghierina/accendete un cero/incrociate le dita per me! Venerdì sarò arrivata in Francia e vedrò cosa posso fare per aggiornare. Ecco a voi qualche outfit (oddio, non esageriamo) da mare. Ho preparato la valigia delle cose inutili (teli, costumi, roba varia), ora mi manca quella dei vestiti. Voglio essere essenziale ma chic, di classe ma semplice, elegante ma rilassata. HAHAHA BATTUTONA!

hat: vintage

top: thrifted
bag: gift, from Lyon (la devo aggiustare)
sunglasses: grandma’s
pants: ??
shoes: Jil Sander

Ah giuro queste erano due foto diverse! che stratega…

top: H&M
jeans: vintage Energie
belt: Vintage, mum’s
jelly sandals: from Croatia
sunnies: Ray-Ban

Scusate i miei jeans? Erano lunghi, con la banda colorata lungo tutta la gamba, e con la tipica forma anni 90 (cioè senza forma), dunque li ho tagliati. Adoro i miei sandali di gomma da bambina, io e i miei amici li abbiamo presi in Croazia


posso indossare il vestito con una cintura…

o senza

no no, niente foto sconce! Siccome l’abito è trasparente,ho pensato di indossarlo con questi shorts di lino di LaPerla. Non sapevo proprio come usarli e ta-daa! Credo sia una buona soluzione, non è propriamente biancheria ma nemmeno qualcosa che posso indossare a mò di shorts
dress: vintage, regalo di un’amica
Mary Jane shoes: no label
belt: vintage

t shirt: vecchia maglia di Zara che ho modificato. Tagliando le maniche seguendo le cuciture l’apertura ai lati è diventata un po’ larga..ops!
pants: erano pantaloni lunghi che ho trovato al seconda mano, ma sembravo uscita dagli anni ’90 e perdipiù incinta, quindi li ho tagliati
Jelly shoes: Ebay
belt: vintage from Lyon

dress: Oysho
belt: vintage
shoes: no label

ho pensato anche di attaccare qualche toppa che avevo comprato tempo fa su una camicia e due magliette… dite ciao al dinosauro 🙂
08/06/2010

Let me introduce you my friend… Lukas 2

Durante un inverno di telefonate su Skype con Lukas, una cosa non è mai mancata: il suo compagno di stanza! Questo ragazzo si chiama Lukas pure lui, ed è il nerd più nerd che abbia mai incontrato in vita mia. E’ alto circa 2 metri, magrissimo, occhialuto, capelli unti con riga in mezzo, e fanatico di videogames e computer in generale. Sta tutto il giorno e la notte attaccato al pc, non si sa bene a fare cosa, ma si sentono suoni strani sempre
eccolo qui! A volte chiacchieriamo io e lui, quando Lukas si assenta un attimo.
Ed ecco cosa fa il vicino nel corso di una telefonata qualsiasi:

impegnato nella sua occupazione preferita…

impegnato in un’altra cosa…

ora mangia… (ma perchè fa tutto sdraiato?)

si è addormentato, poverino! Siamo noiosi, non ci ascolta nemmeno

Si è risvegliato e rimesso al pc (Lukas n1 non ne può più, non sopporta che io sia un fan di Lukas 2)

ciao!

poi ci divertiamo alle sue spalle…

ma in realtà lo amiamo tanto! We love you Lukas n.2! hahaha big fun
06/06/2010

The Daily Recommendation

A TRICK TO STOP THE CHAFING OF SHOES
There are many rituals involved in the ownership of a new pair of shoes,
such as the important first polish and any waterproofing measures that have
been undertaken. Added to these should be an old wives tale involving a metal
spoon and some soap. To prevent new shoe leather from chafing, simply rub the back
of a metal spoon on some dry soap, then use this spoon to rub the inside edge of the
leather around the heel and ankle. On the picture above, this trusted softening trick is
being applied to a brogue boot by GRENSON.

SITI FANTASTICI!!

1)
INSTANT VINTAGE
http://www.innyvinny.com/
sito di una ragazza troppo simpatica, non con uno stile particolare ma con bei link e aneddoti divertenti

2)


http://www.theuniformproject.com/
avrete probabilmente sentito parlare del progetto THE UNIFORM PROJECT
Una ragazza ha iniziato nel Maggio 2009 a indossare 7 abiti a settimana, uno al giorno, identici tra loro. Si tratta di una semplice tunichetta nera, indossabile fronte-retro, con tasche.
Il progetto è finito a fine Aprile, e il ricavato, cioè fondi raccolti tramite il sito, andrà in beneficienza, ad un’associazione indiana per l’educazione dei bambini degli slums.Bell’idea,eh?

3)
http://stylelikeu.com/
sito molto bello solo di video-interviste sullo stile a personaggi famosi e non e visite ai loro armadi
4)
http://2leep.com/news/8620/1753/
il sito di news più stupido del mondo

5)
NO VABBEH GENTE: SOGNI D’AMORE

Una telenovela del Piemonte che la Gialappa’s ha trovato e commentato. Ogni episodio dura sui 2 minuti, ed è una ROBA DA NON CREDERE. MAI RISO TANTO!

6)




MY EX WIFE’S WEDDING DRESS
http://myexwifesweddingdress.com/
Questo povero uomo è stato mollato dalla moglie, che andandosene gli ha lasciato il suo vestito nuziale. Lui ha pensato bene di trovare 101 modi “alternativi” per non lasciarlo inutilizzato nell’armadio!

7)
WHAT THE FUCK SHOULD I MAKE FOR DINNER
http://www.whatthefuckshouldimakefordinner.com/
STUPENDO, una ricetta al giorno, sotto la dicitura “Why don’t you eat some fucking”o simile… con l’opzione:
-I don’t fucking like that
-I don’t fucking eat meat/I’m not a fucking vegetarian
CHE RIDERE!