Archivio mensile:luglio 2010

GENTE FAMOSA CHEZ RONDINI!!!

L’altro giorno chez Rondini, stavo come al solito smadonnando a bassa voce contro sti cretini di francesi e J’etais en train de mettere in ordine, quando alzo la testa e…….

OMMIODDIOSTEFANOPILATI!!!!!! Lucille come una cretina lo saluta e sorride, io comincio a tremare e a scuoterle convulsamente il braccio. Credo che se ne sia accorto, ehm. Poi (dopo una corsa nel retro del laboratorio cercando di calmarmi con tutti gli operai che mi guardavano straniti e non capivano perchè saltassi), abbiamo provato un paio di franciscaines color cuoio naturale (porta un 43 perfetto)-gli ho toccato i piedi, ahh- e poi abbiamo fatto un ordine per appunto le franciscaines ma personalizzate, metà cuoio metà nere (non lo facciamo mai chez Rondini). No vabbeh.

era fighissimo, tutto tatuato, con un paio di shorts blu scuro a piccoli pois e un paio di sandali Louis Vuitton molto belli, e una borsettina tipo peruviana.
http://rockandfiocc.blogspot.com/search?q=stefano+pilati (avevo già fatto un post sul suo stile, è sempre fighissimo)
E’ davvero gentile e semplice e simpatico.
Oggi è tornato in negozio (mi sono controllata) con un suo amico per fargli prendere un paio di sandali, e mentre stavamo facendo l’ordine mi dice :”si può fare prima del 9 Agosto, Giulia?” STEFANO PILATI SA IL MIO NOME. Gente, settimana prossima deve tornare per ritirare le scarpe (è troppo carino, mi ha detto: “non vedo l’ora di averle!!”), io gli chiedo qualcosa. Che ne so, uno stage chez YSL, un angolino nel suo ufficio, un posto come addetta al caffè… queste cose non capitano tutti i giorni, no? Si legge sempre sui giornali di maledette che hanno incontrato Karl per strada e gli è cambiata la vita, io me ne frego della professionalità in negozio!
Ho detto a George: “George, la prossima volta gli dico qualcosa!” e mi ha risposto, laconico: “Yves Saint Laurent est mort, degage!”-stronzo di un George).Che ne dite?? Che gli dico esattamente? Considerate che è pure italiano, niente barriera linguistica (non che il mio francese non sia perfetto, ehm ehm). Il discorso in generale sarebbe: “Caro Mr Pilati, da Settembre la mia vita sarà una grande macchia nebulosa, che faccio? Mi aiuta lei?”Maledetto London College, dammi risposte!!!!
Vabè, a parte questo , l’altro giorno è venuta Gaia Repossi. Presente, la designer di gioielli? L’ho riconosciuta subito perchè avevo visto di recente questa foto (maledetta in total look Celine)
invece in negozio sembrava una barbona, aveva una camicia di jeans e un abitino, ma ho subito riconosciuto il suo anello per Joseph Altazzurra, e un altro YSL. Era con una modella in shorts Prada da mozzare il fiato.

Per colmare la vostra ignoranza, Gaia Repossi è l’ereditiera del marchio Repossi, gioiellieri dal 1920.Dai 20 anni è direttrice creativa, e disegna per la linea giovane, Ere by Repossi, insieme alla sua amica Eugenie Niarchos, un’altra ragazza povera. Ha collaborato con Alexander Wang e Joseph Altazzurra disegnando qualche gioiello per le loro sfilate, e da Wang in poi ha fatto il botto.
Presente le ragazze che vedete sempre sulle foto delle feste su Vogue, insieme a Margherita Missone e Tatiana di Santo Domingo? Ecco, queste 2 ci sono sempre. Eh…. comunque, se volete una sua creazione, ovviamente è in vendita da Colette (strano).

http://www.repossi.com/
http://www.style.com/peopleparties/parties/scoop/fashionweek-030710_Gaia_Repossi_Dinner/ la ragazza frequenta decisamente il bel mondo
http://www.garancedore.fr/2010/07/07/les-opposes-sattirent/ per farvi un’idea, Garance Dorè ha l’ anello più famoso -costa sui 2000 euro- (bello essere una blogger famosa e potersi permettere le cose alla moda, eh?)
p.s a proposito di futuro nebuloso e cosa fare nella vita- ma sicuramente NON la commessa-, Garance Dore ha scritto un post molto divertente a tal proposito http://www.garancedore.fr/2010/07/27/mes-premieres-fois-mes-jobs-dete/#more-12953
e già che chiedo consigli a destra e a manca, l’altro giorno The Sartorialist mi ha contattata per una cosina (eh eh secreto ), dunque ho chiesto consiglio pure a lui, che gentilmente mi ha dato il suo numero di telefono per “parlare un po” 🙂
p.p.s no seriamente, da Settembre non so che fare, gente. Che faccio? Dove vado? Come divento cool hunter/personal shopper/consigliera di Vivienne Westwood? Apprezzo consigli
p.p.ps a proposito di gente famosa, ho visto anche io che The Cherry Blossom girl si è sposata, ed è giovane si, deve avere puù o meno 23 anni, ma non sono stupita perchè lo aveva preannunciato già 2 anni fa! Comunque l’abito lo ha copiato da Ai Yazawa, il collo è simile al modello che Mikako ha disegnato per la collezione di fine anno!!(ehm, scusate il riferimento nerd-parlo di manga)

Piccole barche a St Tropez

Se all’inizio della stagione il porto di St Tropez era quasi vuoto, ora è occupato da mostri bianchi: gli yatch. Se vi sedete in uno qualsiasi dei bar sul porto questa sarà la vostra unica visuale. Niente mare, niente cielo: solo barconi enormi. A partire da quale dimensione un barca si può definire yatch?

Così?

Se si da un’occhiata all’interno, si vedono vasi di fiori, quadri, mobili… in effetti sono come vere e proprie case.
La cosa buffa in tutto questo è la gente. I turisti stanno minuti interi immobili a fissare le barche (non so se si può parlare di ore, dopo un po mi stufo e me ne vado)
fanno foto… (ma perchè?? Giuro che le foto di questo post sono state fatte apposta)

guardano…

per la gente sulla barca non sarà imbarazzante? Ci sono circa 20 persone che ti fissano a due metri di distanza mentre tu prendi il the sul ponte… Quelli in polo bianca sono i membri dell’equipaggio: gente con walkie talkie che armeggia con cime e macchinari vari

Ecco un’altra foto ricordo

“Io e il mio yatch”

ed ecco il panorama dalla strada che porta a St Tropez…

… io mi accontenterei di una piccola barchettina così, o anche una cosina a vela…
ma il papi ha voluto prendermi questa!

hahaha magari
29/07/2010

Stripes x3

ok, lo so a cosa state pensando: faccio schifo e ho comprato i clogs.
Lo so, ma non ho resistito!! Costavano poco, fanno super St tropez, sono comodi e mi piacciono!
Qui stavo andando al concerto del Giovedì a Plage du Rock, e indosso un top H&M, shorts, giacchina e cintura vintage, clogs presi in un negozietto a St Tropez, anello H&M e pochette Maliparmì

Finalmente ho trovato un cappello di paglia della mia misura, ho la testa minuscola! Ho anche trovato un cappello da gondoliere, devo comprarlo prima che qualche testa piccola me lo rubi.
Ehm, notate qualcosa nel primo e ultimo outfit? Indosso i miei sandali Rondini!
Questo è il modello Salomé, il più venduto per donna, in colore cuir naturel, il più richiesto.
Non male, eh? Il cuoio è morbidissimo, e sono molto comodi. Sconsigliati a chi ha la pianta del piede larga! Nessun problema per le misure, ci sono 4 o 5 buchi nel cinturino alla caviglia ,dunque vanno bene a tutti. Esistono anche in altri colori molto belli, se siete interessati, Rondini.fr! (ok basta con la pubblicità)

Un outfit post!

Cari amici, vi erano mancati i miei outfit,vero? Le foto lontane, piccole, dove non si vede nulla? Ebbene eccomi qui, per la vostra gioia, con i miei abiti di supermarche e la mia fotogenia innata (HAHAHA). In breve, le solite foto di sempre, solo che ora ho un colorito sano.


Che ne dite dei miei pantaloni? Non vi ricordano qualcosa? Non hanno un qualcosa di McQueenesco? Lo so, e invece, sorpresa sorpresa… H&M!

I sandali sono Melissa, la cintura è vintage di mia mamma e la canottiera è di Lukas (cosa ci fa una canottiera nel tuo armadio? Subito prelevata)

ed ecco la foto di un ispirato Lukas, e quello che stavo ovviamente pensando 🙂

Fuori moda

tuta e Birkenstock? direi non proprio un’icona di stile


Guardare le foto dei maschi su Lookbook mi fa sinceramente paura (già Lookbook.nu in sè fa paura, ma ogn tanto ci butto un occhio). Gente, il look nerd andava anni, e dico ANNI fa.
Senza contare che uno fa lo sfortunato una volta, due, tre e poi lo diventa (come con gli occhi incrociati, presente?)!

ROMPIMI IN TESTA QUALCOSA, RYAN

 

ENTRANCE ROMANCE BY RYAN MCGINLEY, STARRING CAROLYN MURPHY
“I knew it was going to be wild when I signed on,” says Carolyn Murphy, who stars in Ryan McGinley’s exclusive short film Entrance Romance (it felt like a kiss). “Next thing I know, my manager is telling me that they’re going to break glass on my head and my leading man’s a dog. I’m like, ‘That’s it?’ I was so sure I’d have to take my clothes off,” she says, laughing. Shot with a Phantom camera (capable of capturing video at over 1000 frames per second), Entrance Romance sees the all-American beauty (since 2002 the face of Estée Lauder) cheerfully turning a can of WD-40 into a flame thrower, passionately kissing a dog and smiling serenely as a bowl of goldfish smashes over her head. Murphy notes: “I think we did the fishbowl scene in just one take. As soon as it cracked against my head, everyone dove down and scrambled to pick up the goldfish. None were hurt in the making of this film!” The film’s collision of innocence and thrill should be familiar to fans of the photographer’s previous work—carefree, hazy shots of teenagers jumping off cliffs, skinny dipping or cavorting in remote locations (and earlier this year, McGinley debuted a film for Pringle of Scotland featuring Tilda Swinton in a forest and caves)—but here the action is exquisitely drawn out, with the camera registering the most minute changes in Murphy’s expression. Despite the relentless focus, her face remains unflinchingly calm, emphasized by soft, beachy makeup, luminous golden lighting, and a meditative, chant-led soundtrack, all of which provide an intriguing contrast to the film’s explosions of glass shards. “We thought about going with a really rough punk rock look,” makeup artist James Kaliardos says. “But Ryan loved the idea of showing this iconic, fresh-faced Californian girl in an entirely new context, so I did fresh, 70s “no-makeup” makeup. We wanted her to look happy and in control, but still vulnerable.” So she does—and her bliss is infectious.

 

23/07/2010

3 cose

Lady Gaga versione uomo per Vogue Nippon… aiuto!! E’ più bella come uomo (questa non è una bella cosa)!

stupenda Freja per la nuova collezione di occhiali Tom Ford (e AMO quelli tondi da vista)

di solito D&G non è proprio la mia marca preferita, ma questi scatti di Steven Meisel per l’autunno inverno mi piacciono proprio. Sembra davvero di stare in Sicilia!