Archivio mensile:gennaio 2011

Bottino del giorno!

Ieri pomeriggio come vi dicevo sono andata a trovare la mia migliore amica Virginia.
Chiacchierando, è venuto fuori che la sua famiglia ha rilevato l’appartamento sotto il loro, che era uno studio di grafica, ora chiuso. Mi dice che per questioni varie le persone che ci lavoravano hanno lasciato tutto dentro, non hanno portato via quasi niente, vuoi dare un’occhiata? Certo!
Andiamo di sotto e mi trovo… IL PARADISO.
STANZE INTERE PIENE DI MAGAZINES DI MODA, tra cui tutti i numeri di Purple dal 2002, Dazed and Confused, Nylon, I-D, Vogue Italia, Vogue Francia e tanto altro. Quando le librerie non sono intasate da magazine di moda, ci sono decine di LIBRI DI MODA e stupende monografie di architetti, e poi intere collezioni di fumetti, dizionari, enciclopedie, atlanti, libri di cinema… ogni stanza in cui accendevo la luce mi veniva da svenire. Avrei regali da fare ai miei amici da qui all’eternità. Purtroppo la famiglia della mia amica vuole tenersi tutto (anche i Purple??) per decidere il da farsi, quindi non ho potuto toccare quasi nulla. Ma un piccolo bottino è venuto a casa con me 🙂

dvd che mi è assolutamente ignoto, ma con descrizioni interne in giapponese, dunque l’ho preso.

carta da regalo…

… che ho da anni anche in camera mia!(??)

una copia del The New Yorker, che sogno di leggere da sempre (ce n’erano a milioni)

cartoline

libro NON MALE


Altro libro incredibile su Leigh Bowery…
insomma, sono contenta lo stesso.

E dato che la Virgi abita proprio accanto a Zara, non ho resistito! C’era questa giacca in saldo che mi chiamava… per una volta che trovo una giacca che mi va bene, ho dovuto.

E il mio abitino di Asos (Asos Petite, infatti è troppo corto. Ops)
p.s ho prenotato un volo per Bruxelles per i primi di Marzo, e Lukas mi ha subito detto
“Ah, Bruxelles è famosa per…”
“lo so, per i mercatini vintage!!”
“ehm, volevo dire per il parlamento e la piazza di…”
“lo, so, i vintage! Non vedo l’ora!!”
🙂
31/01/2011

I love Sunday

Mio padre mi mostra apprezzamento per Olivia Palermo (su io Donna di questa settimana), haha

Dunque, che fare la Domenica? Contrariamente a molte persone, è un giorno che AMO. Dormire fino a tardi, pomeriggio libero, serata al cinema, che c’è di meglio?
Oggi pomeriggio, prima di vedere la mia migliore amica finalmente in città, mi do al cucito e bricolage.

Trasformo gli orecchini una volta uniti in due paia distinte…


attacco fiocchetti ad anonimi maglioncini neri (li trovate in tutte le mercerie)…

mi cimento con il famoso cappotto con le zip (che fatica trovare la cerniera!) …

provo a stringere una camicia che mi ha dato mia nonna …
attacco una balza ad un abito troppo corto …

cambio i bottoni ad un cardigan…

dovete sapere che con gli anni la mia scatola del cucito si è andata riempiendo di ogni ben di dio


specialmente bottoni, che raccatto dappertutto 🙂

E poi rimiro i miei modesti acquisti di ieri, nell’ordine un cardigan nero di Zara…

Il cardigan nero è un altro mio feticcio, ne comprerei a migliaia, ma poi li butto tutti via perchè si impallinano, quindi sono da capo. Ma questa volta…

haha! Niente poliestere nè poliamide! Grazie Max Mara per avermi iniziata all’arte della lettura dei cartellini dei materiali! Per 15 euro, un acquisto più che giusto


ed una cuffia nera semplice che cercavo da tanto, trovata da Benetton (negozio in cui non entravo secondo me dalle scuole elementari), per 5 euro.


Parlando di cose nere, vendo maglione con perline! Ho troppi maglioni neri.

Voilà, esco con la Virgi, hop hop, bisous! (Garance Dorè finisce sempre così i suoi post, mi fa venire un nervoso…)
E voi che fate la Domenica?
30/01/2011

Faccio la chic, vado a teatro

Stasera come al solito sono stata inguaiata da parentado intiero per andare alla prima dell’Opera a teatro. Mamma mia che sonno. L’Opera mi piace tantissimo nelle parti solo strumentali, ma quando cominciano a cantare mi si chiudono gli occhi (specialmente dopo 8 ore in piedi in showroom). Ma il vero momento clou della serata è l’intervallo, quando tutti i palchi si aprono, la gente esce dalla platea, e si entra… ALLO ZOO.
Ombretti fino alle tempie, strascichi di taffettà, brillantini come piovesse, cose che voi umani non potete nemmeno immaginare.
Vado nel foier a rintracciare mia nonna, che fasciata in un lungo abito lungo rosso con giacca di paillettes nera si sente pure in diritto di fare commenti. Oggi è andata più o meno come le altre volte:

-Eccoti! Fatti vedere. MA come, non ti sei messa l’abito rosso di paillettes?
(no nonna, a me non piacciono le paillettes)
-Come sei sciocca.Hai il fondotinta ?
(Si nonna)
-Ma come, hai la faccia uguale al collo, stesso colore !
(nonna, l’ho comprato così apposta)
-E poi, perchè non ti sei messa un po di ombretto? E il rossetto?E poi devi essere più abbronzata!Non ti trucchi mai!
(ma nonna, sono truccatissima, guarda quanto blush)
-hahaha! Truccatissima! (ride con l’amica -inguainata in un lungo abito di paillettes blu elettrico,una cosa indescrivibile- che ha labbra il cui colore si estende in maniera inquietante praticamente al naso)
-E dove li metti tutti i gioielli che ti ho dato? Mettiti una bella parure!
(Ma nonna, guarda che orecchini enormi ho!)
-Ma non bastano! Ma insomma, pitturati un po! Vai, vai verso le telecamere (di Tv Parma)
(No nonna, torno di sopra)
-Ecco, vai a nasconderti come sempre! Ma buttati un po in mezzo, no? Hai visto dei bei giovanotti?
(no nonna)
-Ma insomma, la prossima volta devi pitturati di più, e metterti l’abito lungo rosso.
(si nonna. Ciao nonna)

Ecco il mio vergognoso outfit



Pelliccia astrakan: mamma’s

Abitino di velluto: seconda mano
Giacca nera: Minimum
orecchini: EBay
In realtà avevo anche una clutch di paillettes argentata… ma non esageriamo.

Andate al cinema questo weekend, è uscito IL DISCORSO DEL RE! Dev’essere bellissimo.
Mi stavo riguardando alcuni trailer e mi è venuto in mente che uscirà questo film, NO STRINGS ATTACHED:


Non mi sarei mai aspettata di trovare Natalie Portman in una commedia del genere, ma sinceramente non vedo l’ora di vederla in queste nuove vesti. E poi adoro l’idea del film (anche se il finale è sempre il solito). Mi rivedo molto nell’ultima scena del trailer, quando lei cerca di picchiare Ashton e lui le dice “Non puoi picchiarmi, sembri un criceto!”(che poi è quello che mi dice sempre Lukas quando presa dall’ira gli do quello che a me sembrano poderosi pugni e che per lui sono più schiaffetti, credo).

Poi mi spiegate meglio com’è che in quattro e quattr’otto Natalie si mette con quel francese smilzo e ci fa pure un figlio (andatevi a vedere il suo discorso alla premiazione dei Golden Globe, fa una battuta bellissima su di lui). Natalie, dopo quel figone di Devendra…

29/01/2011

Scusate ma mi escono solo ‘sti post qui

Ecco che parte la promozione S.Valentino, con tutti i marchi che se ne escono con novità per il gran giorno e cuoricini che volano e tanto amore per tutti. Sermoneta, una linea di guanti molto bella, ha lanciato questi guantini in pelle per l’occasione. Very Moschino, mi piacciono (anche se poi i guanti colorati non me li metto mai)

Mi piacciono tantissimo le nuove ad di Louis Vuitton, starring Freja, Raquel, e Kristen McMenamy, in gran ritorno ultimamente (ha chiuso la collezione di Chanel Haute Couture. 46 anni, gente)

come mi piace questa vecchia foto di Linda, probabilmente per Versace. Mi sto appassionando ai crop tops, in questo periodo. Lo so, sono in ritardo, ma vedo foto ovunque e mi piacciono, specialmente sopra gonne/pantaloni a vita alta (e come, se no?)

Ho trovato questa vecchia pubblicità di un profumo. Quello che dice è probabilmente vero.

Vorrei tanto un abitino con questa fantasia. Le margherite bianche sono un mio grande feticcio da sempre, nonchè mio fiore preferito.

Una gentile lettrice mi ha fatto notare questo abito della ultima collezione pre- di Giorgio Armani. Amore!
Voglio anche io una casa tutta a righe, così da potermi sedere in poltrona e abbinarmi ai mobili. Grande Jean Paul

Am Lul sfodera la sua nuova borsa Mulberry, che mi piace tantissimo, e costa 1000 euro. La Mulberry fa davvero belle borse, e la pelle è perfetta (l’ho toccata, uhhh).

Le borse nere di media dimensione sono le mie preferite (Proenza vieni da me!), dunque sono molto invidiosa di questa Jil Sander fall 2010 di VanillaScented. Maria ha pure i miei Acne boots preferiti, maledetta.

A proposito di boots, quelli che vorrei davvero in questo momento sono queste meraviglie di A.Wang, nelle mani di Garbage Dress. Fantastici. La mia amica Fabi ha comprato un baio di ankle boots di Asos con tacco di cm 16. Importabili. Forse gliele compro 🙂 Essere alte 1.86 è stupendo, vedi tutto dall’alto. Camminare poi è un altro paio di maniche…

Ribadisco, le scarpe di Prada mi piacciono tantissimo.

NON HO PAROLE per la nuova collezione Haute Couture di Givenchy. Ma cosa si mangia Tisci?? Anche se questa (ispirata ai robot giapponesi) è over the top, preferivo forse quella precedente.

Però questo abito con i cigni… come sarebbe bello vederlo indossato agli Oscar! Sarebbe una mia scelta sicuramente.

Come procediamo, Emmanuelle? Senti il peso della responsabilità di condurre uno dei giornali più famosi del mondo? La grande news è che la Ema mi abbandona gli skinny per i pantaloni a zampa. Allora è proprio trend. Mai buttare via niente, vero?

no, questa non è una donna, in passerella da JPG. E’ il modello che vi dicevo, Andrej (http://rockandfiocc.blogspot.com/2011/01/uomo-o-donna.html)

Meno male che non tutti i ragazzi hanno giacche così belle (e gli occhiali di Lanvin per H&M, maledetta me che non ho spedito qualcuno a prendermeli), sarei sempre voltata a guardarli, per strada.Niente di meglio di un uomo col chiodo (sul resto dell’outfit ho i miei dubbi)

Come sapete adoro Alix, però quando si veste da nonna in beige non mi piace proprio.

La costumista di “Io sono l’Amore”, Antonella Cannarozzi, ha ricevuto una nomination all’Oscar per Best Costumes. La maggior parte degli abiti portati da Tilda The Great sono firmati Jil Sander. Se non vedo quel film prima degli Oscar soffrirò molto.
Stop it Right Now pubblica una foto con bob carinissimi, e io come sempre penso di tagliarmi i capelli (cosa che non farò mai, ma quanto sono carini questi tagli?!)

Vista la collezione di Mugler Homme (non si chiama più Thierry Mugler)?Il testimonial della ad è un ragazzo tutto tatuato a scheletro, tale Rick ‘Rico’ Genest, aka Zombie Boy. Inquietante, ma ci piace. Adoro l’estetica di Formichetti (scusate la frase da fashion victim ma è vero)

Avete già sentito parlare di The Coveted? E’ un sito aperto da pochissimo, ma già ne parlano tutti. E’ come un The Selby, ma si concentra solo sugli armadi dei personaggi famosi.

Bambi si è tatuata per davvero un Bambi sul polso? 🙂

Nel post precedente mi sono ovviamente dimenticata qualcosa, cioè che Lacroix torna in esclusiva dopo la chiusura del suo marchio per disegnare una linea per il marchio Desigual, che uscirà nel 2012

E Peter Pilotto, Richard Nicholl,Christopher Kane, Meadham kirchoff, e Erdem collaborano con il marchio J Brand per una serie di jeans.


e per finire… un inquietantissimo video di Chanel by Karl Lagerfeld.
Che paura i manichini!
28/01/2011

Just shoes in my mind, as always

Cercando su E-Bay le mie solite cose, mi sono imbattuta in queste scarpine:
ora vi chiedo: imitazione si o no? Vedetela così: non mi accaparrerò mai le originali di Miu Miu, nessun paio di questa collezione, perchè già in negozio non era stato possibile, figuratevi dopo qualche stagione. Poi sono troppo incredibili, chi le venderebbe mai? Seconda cosa: queste imitazioni sono fatte davvero bene. Terza cosa: alla fine quello che conta è la scarpa, no? E queste sono belle scarpine da avere nell’armadio. Che dite? Vi ho convinti? Sono molto tentata.

In realtà su Ebay cerco sempre le stesse cose, a parte il peter pan collar dress, i pixie/granny/lace up boots, l’abito leopard di Rodarte per Target e qualunque giacca della collezione Comme des Garçons per H&M. Cioè scarpe:


le Lanvin di qualche anno fa

le imitazioni di Forever21 delle Alexander Wang


un paio di Zizi di Repetto (appena torno in Francia le compro in negozio)

le finte Mary Jane di Miu Miu, sempre by Forever21 (ho visto milioni di foto e sono bellissime)

le zeppe di Alice+Olivia per Payless (qui in foto ai piedi di Zana di Garbage Dress)

imitazioni a loro volta di scarpe di Stella McCartney

ed ecco l’abito leo

le giacche


e Forever21 non molla, e sul sito ho trovato quest’altra copia delle Miu miu scorsa stagione.

Per finire tristemente, indovinate la novita?

… vendo stivaletti. Triste realtà, nemmeno questi mi stanno bene. Taglia 37, in vendita su RockandFiocc the shop. Ce la farò. Un giorno ce la farò.
27/01/2011

Collaborazioni.

Ecco un post che tengo in archivio da mesi, troppo pigra per scrivere dettagli sotto ogni foto. Scusatemi se di certe collaborazioni avete già sentito parlare, alcune risalgono a Novembre! Ma magari per altri di voi sono delle news. Spero apprezziate il post perchè ci ho messo un’ora e mezza a prepararlo (e ovviamente è l’1,30 di notte)

Sono eccitatissima per l’imminente collaborazione tra Swedish Hasbeens e H&M ! Il 20 Aprile troverete neglio H&M selezionati questi 3 modelli degli storici zoccoletti con usola di legno, con prezzi da 50 a 60 euro e vari colori. Sto già puntando il modello centrale…

E’ tra poco nei negozi la collezione estiva Jil Sander per Uniqlo. Io ho avuto l’occasione di vedere le precedenti, ma dal vivo non mi avevano entusiasmato come in foto. Avevo puntato la camicia bianca, ma era di un brutto materiale. Forse le giacche sono migliori.

Selezionati H&M del mondo lanciano tra poco (sul web non si capisce quando) una linea chiamata Waste, derivata dagli scarti della produzione di quella di Lanvin per il marchio. Idea geniale, direi! Se non siete riuscite ad accaparrarvi qualcosina la prima volta…


In uscita anche Jeremy Scott per Adidas linea estiva (Jeremy sei fuori come un cammello, ma le sneakers con i peluches??)

Sophie Thealleth (una stilista francese che non conosco) disegna una linea per Nine West, che verrà lanciata il primo di Maggio (il prossimo sarà Giles Deacon). Nine West non è nuovo a collaborazioni, nel 2006 aveva “ospitato” Vivienne, e poi Sophia Kokosalaki e Thakoon.
Zeppe di Julian Louie (altro che non conosco) per Aldo, nei negozi tra poco

E’ uscita la linea di Karl Lagerfeld per Hogan!Mesi fa. Trovo le scarpe francamente orripilanti. Già non mi piacciono quelle di Hogan in partenza, comunque. Uomini con le Hogan a zeppa, lungi da me (anche senza zeppa)

“Ennio Capasa e OVS industry presentano EEQUAL, un progetto di moda democratica e creativa per uomo e donna. Questa collaborazione segna l’inizio di una partnership strutturata su un piano di sviluppo pluriennale.EEQUAL, marchio creato da Ennio Capasa e formato dalla iniziale del suo nome accostata alla parola equal, esprime appieno la filosofia del progetto. I prodotti EEQUAL saranno distribuiti in esclusiva all’interno degli store OVS industry in spazi dedicati e personalizzati a partire dalla collezione Primavera/Estate 2011″ (scusate, non avevo voglia di scrivere).
Sarà un bel progetto?L’ultima sfilata di Costume National mi è piaciuta moltissimo.
Negli OVS stores c’è ancora la seconda linea in collaborazione con The Rodnik Band, che per ovvi motivi nessuno ha considerato, ma che non è poi malaccissimo.

La Invicta crea una capsule collection facendo rivisitare al marchio Iuter il mitico zainetto delgi anni 80, il Jolly. Ce ne sono solo due, uno con i colori classici, e uno in pelle nera. Sono disponibili solo online e nel negozio di Tokio.

questa collaborazione è veramente vecchia, Missoni per SanPellegrino. Ma perchè le acque/cocacola/champagne, le bibite in generale insomma si sono messe a fare le fashion?
Come al solito gli svedesi fanno le meglio cose, e tra poco i fortunelli che vivono in prossimità di un negozio Weekday avranno il piacere di vedere dal vivo la collaborazione del marchio con Stine Goya, marchio stupendo (in vendita a Parma da 051, ebbene si).


http://www.diesel.com/uffie/
Uffie ha disegnato una linea di 12 pezzi in denim e pelle per Diesel

Le Vans disegnate da Taka Hayashi per Pendleton, come vi dicevo, le scarpe che subito comprerei se fossi un maschietto.

Lovefoxx, la cantante del gruppo brasiliano CSS (ma dove siete finiti?! Uscite con un nuovo album, dai!- sono una fan, li ho visti anche dal vivo e spaccano) ha disegnato una scarpa per Melissa (brand brasiliano, come sapete)

Jean Paul Gaultier ha disegnato (l’anno scorso) una linea per la casa per La Roche Bobois (che aveva già chiamato a collaborare Lacroix e Margiela).C’è qualcosa che non sa fare?

E immagino sia già uscita anche la linea di Amy Winehouse per Fred Perry,

Qualche tempo fa, Zana di Garbage Dress e le ragazze del blog Di$count, hanno creato degli anelli (bellissimi, a mio parere) per il marchio neozelandese Meadowlark

E avrete senz’altro visto le borse che altre bloggers hanno disegnato per il marchio Couch.
“Simpson of What Is Reality Anyway, Kelly Framel of The Glamourai, Karla Deras of Karla’s Closet, and Emily Schuman of Cupcakes and Cashmere“. Sono carine ma costano tantissimo.

Karl poi collaborerà con Macy’s per una mini linea in Settembre

solito cellulare dello stilista…

Nike per Undercover

Christopher Shannon per gli zaini e borse Eastpack


Ruben Toledo ha disegnato per la LV City Guide una serie di illustrazioni dal 1998,e ora 100 di queste sono raccolte in questa guida, in vendita a 100 dollari circa. Molto carina.


Carhartt per Vans

Katie Eary per Lonsdale.La linea sportiva più punk mai vista! Adoro! Devo fare qualche ricerca su questa Katie, pare sia una menswear designer non male. Ah, è quella delle maschere dorate da uomo che avevano fatto super scalpore tempo fa!

Nicholas Kirkwood for Erdem
(scarpa per un pop-up online store)

Tsumori Chisato per Petite Bateau. Che carina questa collezione, per bimbi e adulti. C’era anche a Parma, la maglietta a righe era bellissima

Una collezione di cui non ho letto nulla sui blog è stata quella che il marchio Valentino ha disegnato per l’inaugurazione della boutique Gap a Novembre a Milano. La mini linea si componeva di 5 pezzi tutti rouches e volants, con prezzi di massimo 150 euro.

Undercover ha creato una serie di ombrelli per Manolo Blahnik, in vendita da Liberty a Londra.

Christian Lacroix illustra le copertine di 9 celebri romanzi editi da “Le Livre Poches”. Sono una più bella dell’altra. Tra l’altro questa collaborazione va ad aggiungersi alle produzioni esclusive che questa piccola casa editrice ha fatto realizzare nel corso degli anni da famosi artisti come Leonor Fini, Le Corbusier, Jean Cocteau e Savignac, tutti in veste di illustratori.

E i libri costano solo 9 euro!
Anna Sui per Anthropologie

MMM ha firmato una licenza con l’inglese Cutler and Gross, e se ne è uscito con una collezione di occhiali chiamata “Linea 8”. Le lenti delle montature riproducono il numero ‘8’ che rigirato in linea orizzontale richiama alla mente anche il simbolo dell’infinito.Ogni occhiale farà parte della collezione “Anatomic”,grandi montature che coprono gli occhi, o “Wrong Sizes”, in cui le lenti dell’occhiale sembrano di una misura sbagliata rispetto alla montatura che le contiene.

Galliano per Laduree, ma questa la sapevate da Blonde Salad

Vivi ha disegnato una serie di arazzi, tappeti e cuscini per The Rug company. Gli arazzi?? Ce n’è uno bellissimo, sul sito
Adidas per Burton

Damien Hirst ha “disegnato” un paio di All Star per Converse,basate sul suo quadro “All you need is love”, in vendita solo da Colette, solo 400 pezzi

Diesel per Manhattan Portage

Rick Owens per Joyce I phone cases Onitzuka tiger per Tokidoki
Longchamp per Love
Kim Gordon per Sportmax


Gioielli Karl Lagerfeld per Atelier Swarowski

Issey Miyake per Evian (a proposito di acque fashion)

Le nuove borse di Sofia per Louis Vuitton (uguali alle precedenti, hai solo cambiato i colori. E fai uno sforzo, Sofì!)
Rad Hourani ha disegnato per Aldo una mini collezione di 3 pezzi, ovviamente in pelle nera.
Prezzi alti e tipico design di Rad.

Barney ha festeggiato il suo 25simo anniversario facendo personalizzare una Moleskine a Marc Jacobs, come noterete dalla Scribble print della sua collezione Marc by Marc resort’10 (così dice Refinery 29, io non avevo notato proprio nulla)

Max Kibardin ha creato per quelle fuori delle Cheeks on Speed le E-shoes. Cosa sono? Delle scarpe chitarra! “Tutto ha inizio quando Alex Murray-Leslie e Steve Dawson al Contemporary Art centre in Vilnius decidono di trasferire nel mondo della calzatura la loro passione musicale e creano una scarpa con tacco, corde e software per creare musica. Il prototipo viene anche usato dal gruppo Chicks on Speed´s durante le performance nel loro album Cutting The Edge”.

Giles Deacon per Happy Socks

Vans per Filson


Brandon Boyd per Tom Shoes
Correggo: quel gran figo di Brandon Boyd per Tom Shoes. Il fatto che abbia scelto questa foto dove compare lui e non le scarpe non è un caso. Però non mi piaci con pizzetto e taglio da scemo…

Alcune delle borse di Matthew Williamson per Bulgari


Le scarpe Pendleton per Timberland, in vendita da Opening Ceremony

Un’altra collezione che è passata molto in sordina, nonostante il successo dell’Alexa bag, è stata quella di Mulberry per Target. Le vorse erano molto carine, in pelle e vernice, e su Ebay trovate offerte vantaggiosissime.

Topshop per Colette
Chi non vorrebbe il cappello a destra, con una grossa cosa pelosa che penzola sul collo? Costano pure 300 euro l’una.
Le sorelle Kardashian hanno disegnato una collezione di abiti e accessori per Bebe. E’ una tale sciccheria che non vi posto nemmeno le foto, figuratevi!


Pierre Hardy disegna per la seconda volta una linea di calzature per Gap, con prezzi intorno ai 100 euro. Se siete interessate, da Gap a Milano c’erano ancora tantissime paia. Le zeppe sono molto carine

Kim Gordon per n.6


Repetto per Colette

Comme des Garçons per Dr Martens

Non colgo la differenza tra i Dr Martens normali e questi, tranne in quelli con la coda di rondine, molto belli

Gimme a nice song

I giorni scorsi, quando non andavo al lavoro presto, ascoltavo su Radio Deejay “Il Volo del mattino”, con Fabio Volo (un programma molto divertente, secondo me).
La sigla delle ore 9 è una canzone bellissima di Pavarotti, ascoltatela e ditemi se non vi sentite già felici.

Purtroppo la canzone a cui mi sento più affine giornalmente è una cosa di questo genere…


C’est la vie! Al momento del pranzo passa tutto 🙂

Ora che parto da casa prima dell’inizio del programma, la mia canzone tiramisù è questa:

come la amo!!

Il post delle 3 di notte che non ti aspetti!

Solo un veloce post generico perchè è un’ora che provo a caricare le foto del mio weekend ma non riesco e mi sono stufata.

Tommy Ton fotografa una ragazza che indossa il cappotto che vorrei, con i revers ben sagomati

vi voglio informare che queste borsine di Jil Sander costano solo 100 euro (via Net-A-Porter)

Bellissimo completino del marchio “The loved ones”. Vado pazza per i bloomers, ma non li trovo mai nei negozi.
Memore di questa foto, ho comprato in merceria un laccetto con i tasselli come questi.
Sembrerò una torera? (old pic via Hanneli Mustaparta)

KnightCat mette insieme tutte le mie cose preferite del momento: la camicia di jeans, la borsa Proenza, chunky (come si traduce?) ankle boots, reggiseni di pizzo e occhiali simil- Karen Walker (sarete miei). Mi piacciono anche gli shorts, ma solo come lingerie, direi.
Le scarpe di Pendleton per Vans sono le calzature da uomo che vorrei vedere sul mio uomo. Bellissime (pic via Tommy Ton x Style.com)
Facehunter fa fotografato il mio idolo Miranda July al Sundance Festival! Non poteva che avere una blusa spaziale con tigri, granny maglioncino e occhiali ricoperti di ?Pelle?La amo.

Avete visto il penultimo post di Cherry Blossom Girl, con quella bella toeletta che ha in camera? E’Ikea, 200 euro! (Cherry Blossom ad ogni tuo post schiatto d’invidia)


Una borsa che non mi entusiasma per nulla è la nuova Céline. Non mi dice assolutamente niente, e le dimensioni non mi piacciono (foto via FashionSquad)

idem dicasi per le Ysl blu, dovessi scegliere prenderei subito le Trib (foto via StyleScrapbook)

modello albino da Givenchy che mi turba assa (foto via Garbage Dress)

VOGLIO UNA CAMICIA COSI. Ci vuole tanto a trovarla? Pare di si. O hanno le pinces, o sono trasparenti, o il collo è grande. Ma ce la farò (foto via FashionGoneRogue)

Il potere di Kate Moss di farti venire in mente che ehi anche tu hai un gilet proprio così (risalente all’era Mischa Burton in O.C) e una giacca grigia sotto cui metterlo. Lo avevi già cestinato tra le cose inutili ma insomma, non è poi così male, in fondo. Nota: ovviamente non sembrerai cool come Kate Moss…

p.s si vede che ho guardato tutti i blog del mondo, stasera?
24/01/2011

How to shop for a fashionista

Come sempre, questo articolo non è farina del mio sacco. Il problema è che non mi ricordo nemmeno dove l’ho trovato. Scusate!

1. Combine Function and Style. When one thinks of stylish accessories, laundry bags are usually the last thing to come to mind, that is until we heard about this laundry bag at Urban Outfitters. The ruffle detail and the under-$50 price tag make this a fun gift for the college fashionista or the single fashionista living in an apartment.


2. Purchase Gifts with Biggest Designer Label Your Budget Can Afford. When shopping for a fashionista, try to score the biggest designer your pocketbook can afford. Luckily, top fashion designers, like fashionista fave Marc Jacobs, have developed a line of affordable tech accessories like this laptop cover. We guarantee your fashionista will love it. The covers come in hot pink, neon blue and lavender

3. It’s hard to be cute when it’s cold, so give the gift of warmth and style. This “cotton” cashmere wrap has all the luxury of real cashmere without the crazy cashmere price.


4. Find Fashion Trends that are HIGH on trend and low on budget. A fur trapper hat is a MUST for any self-respecting fashionista, and this hat fits the bill. The hat is made of faux fur, so it’ll even work for fashionistas who are into animal rights.

5. If all else fails, go for kitsch. When in shopping doubt about what to buy a fashionista, go for kitschy items, like this animal-face shower cap for $8 from Urban Outfitters … true fashion always has a sense of humor.