Archivio mensile:marzo 2011

A bit of me… for real

Sono stata invitata dalle ragazzi di http://intheirclothes.blogspot.com/ a rispondere ad un questionario, ma i questionari con domande tipo “numero di scarpe”,”cibo preferito” non mi piacciono troppo, sarà che da teen giravo sempre con un quizzettone di più di 100 domande che propinavo a tutti (ma dove l’ho messo!) e mi sono un po stufata di domande così. Dunque prendo spunto da questo post di Sarinski ( http://www.thereisalotofsarinskinesshere.com/2011/02/cose-che-dovevate-sapere-perche-sono.html ) , se proprio volete sapere cose su di me (siete davvero in pochi, lo so).
– Sono veramente maldestra. Puntualmente butto giù la chitarra di Lukas, mi inzucco in tutti gli spigoli, e poi piagnucolo “ma perchè sono così clumsy??”(e lui ride).
– Non sopporto la gente che beve e fa glu-glu. Non solo è fastidioso, è pure contro le regole del galateo, smettetela con sto glu-glu o vi meno. Lukas quando beve mi guarda impaurito.
– So tenere la pipì per ore ed ore. Mi scoccia andare in bagno. Bevo solo a pranzo, il resto della giornata mi disseto a latte freddo, ne bevo quasi un litro al giorno.
– Tengo un taccuino su cui scrivo un po di tutto da quando il mio amico Gip mi ha regalato una Moleskine a 15 anni. Sono arrivata al numero 91. I miei amici michiamano esaurita perchè ogni tanto la tiro fuori e scrivo qualcosa (mi vengono in mente cose da ricordarmi).
– Non ho memoria a breve termine. Sono in bagno, penso ad una cosa, e quando torno in camera me la sono dimenticata. Mi dimentico tutto subito, se non me lo scrivo.
– Scrivo nome e data su tutti i miei libri, perchè ho paura che me li rubino/in caso di divorzio. Lo so che non sono sposata, ma non si sa mai. Ho un sacco di libri a cui tengo, io.
– Ho varie fobie legate al mio corpo, tipo che mi si allunghino i lobi delle orecchie (non indosso mai orecchini pendenti) o che tutti guardino le mie orecchie diversissime (sono completamente diverse). Da piccola non mi sono messa a gambe incrociate per anni, causa minuscolo neo all’interno del polpaccio sinistro. Al campo estivo mi sedevo a gambe tese, o in ginocchio.
– Ballo hip-hop da quasi 10 anni, ma ancora quando so che l’insegnante mi guarda vado nel panico e sbaglio.
– Piango tutte le volte che ascolto “Moon River” e cerco di non ascoltarla mai per non rovinarmi la mia canzone preferita. Qualche anno fa era la colonna sonora di uno spot e tutte le volte che andava in onda scappavo dalla stanza urlando.
– Ho le ginocchia ciccione e non mostro mai le gambe al mondo prima di essere almeno un po abbronzata. Odio le mie ginocchia ciccione e mi farò la lipo alle ginocchia (ho saputo che si può fare)(non ditemi che non è vero perchè non le avete viste bianche).
– Da anni sotto la doccia canto “Goodnight Moon” degli Shivaree, e faccio finta di avere una bella voce e cantarla davanti ad una platea.
– Ho non una ma varie migliori amiche, persone fantastiche su cui posso contare al 100%, che mi conoscono da sempre e non mi giudicano mai. Ciò è molto confortante.
– Non ho senso dell’orientamento e dopo 23 anni ancora mi perdo a Parma, giuro. Quando mi spiegano le strade vado nel panico e manco ascolto.
– Ho una passione segreta per canzoni pop trashissime, per esempio credo di conoscere tutti i singoli mai prodotti da Jlo (il nuovo è terribile). In auto canto le peggio canzoni a squarciagola e con gli occhi chiusi (per poco).
– Ho sempre sentito un sacco la radio, rigorosamente Radio Deejay. Per anni ho registrato cassettine su cassettine (che tengo ancora, e hanno nomi tipo “misto hip hop”,”musica ganza-del periodo”)
– Non vado a letto prima di mezzanotte da quando avevo 12 anni. In compenso mi addormento ovunque, mi basta un piano d’appoggio e cado in un sonno profondo. Poi dopo mezz’oretta o giù di lì mi sveglio, bocca impastata, segni sulla faccia, e riprendo quello che stavo facendo.
– Porto la canottiera da Settembre a Giugno, anche di notte. Sempre. L’ultima volta che non l’ho messa è stato per un breve pisolino pomeridiano un anno fa, e ho preso la febbre a 38.
– Ho le nuvolette sulle unghie che non mi vanno via, un neo sotto il sopracciglio che non sembra un neo e i capelli crespi ma la frangia liscia.
– Non indosso marrone, non indosso viola, non indosso pantaloni pinocchietti. MAI.
– Ogni volta che mi spoglio, mi gratto furiosamente il torace. Non so perchè, forse l’aria fredda. Non è un bel vedere.
-Quando sono nervosa e sono in pubblico, frugo nella borsa facendo finta di cercare qualcosa (cosa??).
– Parlo sempre, do confidenza a tutti e non so tenere i segreti (sto molto migliorando), ma odio i parrucchieri chiacchieroni e impiccioni
– Sono appiccicosa come una cozza, mi piace toccare la gente, parlare a distanza ravvicinata (odio quelli che mi parlano a due metri) e dare bacini a tutti, specialmente le mie amiche. Se c’è Lukas nei paraggi è la sua fine, non mi stacco più.
– Mangio tutto tranne la gelatina, la schiuma di latte e quella del cappuccino. Brrr.
– Mangio quantitativi di cioccolato incredibili, da non credere. Il mio record è 3 barattoli di Nutella da 750 grammi in una settimana (mangiavo solo quella, ero un po turbata quei giorni).
– Colleziono fiocchi, collettini bianchi e libri di Audrey Hepburn, ma sono passata attraverso collezioni ben più strane: rotoli di carta igienica, quegli affarini che stanno sotto il tappo della bottiglia di plastica, etichette di vestiti…mah.

Ciao e tanti saluti p.2

Eccoci qui, io e Lukascio al Parco Ducale di Parma a fare merenda a fragole e stracciatella. Cos’altro è la felicità (a parte una borsa di Proenza, ma vabeh)?



eccomi in tenuta teen-pomeridiana, con felpa Primark, All Star dei tempi del liceo e jeans Ck (quando ancora pensavo che mostrare la marca fosse una cosa da giusta)
la mia felicità è tale che mi azzardo persino a movimenti inconsueti…

???
Ma in un lampo passiamo ad oggi…

eccomi, oggi, una donna distrutta che scoppia in lacrime ogni 10 minuti e tenta (inutilmente) di tirarsi su da Zara provandosi pantaloni rosa, che dai, non scherziamo, non indosserei mai (a parte che i colori chiari ingrassano).
Lukas è partito, io sono rimasta qui con una scema con in mano il nuovo libro di Amélie Nothomb, e ora devo pure disattivare la You&Me Parole e Messaggi.

Presto modifiche sul blog, almeno quelle.

General mix of the week

Ora cominciano a stufarci con gli shorts rosa, vedi ad di Isabel Marant s/s 2011. Questi sono di Zara, per esempio. Io non mi metterei shorts così corti neanche sotto tortura, per dirla tutta.

Elin Kling che non si accontenta di essere fighissima, ha pure gli occhiali tartarugati che tanto mi piacciono (Ralph Lauren)
e si taglia i jeans così (belli)
direi un basta personale anche alle scarpe imitazione di Stella, specialmente se di Zara, e già che ci siamo anche alla Falafella bag in mano a tutte le fighette di Parma (e immagino Milano e altre città), che manco è di pelle vera e costa il solito fottio.
BryanBoy sfoggia un paio di pantaloni di Zara donna più vari capi che mi metterei pure io, toh
Le Olsen in Ysl. Per me sono sempre favolose, con gli occhiali alla Ozzy, l’abito con le gocce e quel gilet lunghissimo sull’abito trasparente…
smalto olografico di Koh. Bellissimo!
Confermo la mia prima impressione su Kate biondo platino: gnocchissima!Devono averlo pensato anche quelli di Vogue Uk

ed infine il mio prato fiorito. Ti volti un attimo ed è pieno di margherite (che presto dovrò tagliare col trattorino, purtroppo)!
source: Afterdrk, OlsenAnonymous, FashionSquad, StylebyKling, Bryanboy.com
Non so se ci saranno post oggi (stasera), ultimo giorno di Lukas qui. Poi dovevo fare quell’altra cosa che in teoria mette ko il blog per 24 ore ma ti pare che ce la facevo, ovviamente ho fatto un casino. Vediamo se riesco oggi.
Buona giornata belli
30/03/2011

ADR RULEZ

Anna dello Russo continua a dispensarci le sue perle sullo stile, di solito inutili se non si ha un credito illimitato. Ma questa volta sul suo blog ci sono due liste interessanti, con cui concordo pienamente COSA INDOSSARE AD UN MATRIMONIO Devo dire che le peggio cose in termini di abbigliamento si vedono ai matrimoni. Agghiaccianti pettinature con boccoli penzolanti, gonne al ginocchio e abitini a tubino lucidi in colori cremosi che neanche mia nonna, scarpette a mezzo tacco o mises aggressive e colori scuri. Mai vista tanta gente malvestita come ai matrimoni. Io fortunatamente non ho ancora ricevuto tanti inviti, e chissà perchè “andare ad un matrimonio” scatena nelle ragazze il panico e l’ansia del cosa mettersi. Vi dico solo che l’ultima volta che sono stata invitata ad una cerimonia mia madre mi ha preso un paio di sandali di Lanvin (ma perchè?Chissenefrega del matrimonio?!)… Comunque, l’importante è che la più bella sia la sposa, il resto non conta. Ovviamente se mai mi sposerò voglio monitorare l’abbigliamento almeno delle mie damigelle, che voglio anche loro in bello stato, e insomma.
Ma passiamo alle regole d’oro di Anna: 1. Strictly forbidden to wear WHITE clothes. Ovviamente non ci si può vestire di bianco, lo dice anche il galateo, il colore è riservato alla sposa. 2. Strictly forbidden to wear FULLY BLACK clothes. Allusions to other funerals or weddings are not allowed! Vietato anche il nero, troppo da funerale. 3. Please complete your outfit with HAT.Even if your call relates only the second marriage. Il cappello non fa mai male. 4. Immediately inform on the LOCATION, this ‘ll determine the selection of look. for Ex: Don’t match GARDEN PARTY with flowers print. Non mettete stampe floreali se il matrimonio si svolge in giardino. 5. So, give breath to the trumpets: It’s all about COLORS! Si ai colori. 6. Don’t choose a MIDI-length dress, especially if equipped with old SHAWLS or worse shoulder-cover.They ‘ll mistake you for the bride’s AUNT. NO alle gonne sotto il ginocchio, agli scialli e ai COPRISPALLE. GRAZIE ANNA PER LIBERARCI DA QUESTA COSA DEL COPRISPALLA, CHE IO ODIO, ABORRO E DETESTO. Sembrerete la zia della sposa, OH quanto è vero. Basta coprispalle cheap, amiche. Ci sono tante giacchette carine in giro. Io personalmente sono anni che ci penso, e se mai dovessi aver proprio bisogno di un coprispalle per coprire un abito estivo (in chiesa si sa, si va con le spalle coperte) mi farei fare una cosa così

trasparente ma con maniche lunghe! Capito l’arguzia? hehe.Hem. 7. Go for precise and sharp SILHOUETTE: fierce and sexy knee-length or 70’s glam full-length dress. Decidetevi per silhouettes precise, nessuna mezza misura 8. Escape as the death, shops specializing in FORMAL DRESS. Scappate a gambe levate dai negozi specializzati in abbigliamento formale 9. JEWELS yes, only very precious and strictly family. Si ai gioielli, solo se preziosi e di famiglia 10. Don’t match shoes and CLUTCH, and don’t fill it of sugared almonds when you greetings the MARRIED COUPLE.” Per carità non abbinate scarpe e borsa, e non tirate confetti

COME FARE PULIZIA NEGLI ARMADI

1. Elimina tutta la FUFFA.perchè fuffa genera fuffa! I say this in Italian cause the word “FUFFA” is difficult to translate in English, but I try. 1. Remove all RUBBISH because rubbish generates rubbish! Niente di più vero, se tengo quella magliettina allora devo tenere anche quell’altra… 2. How to FENG-SHUI teaches you, you must make new empty ROOM for revitalize your seasonal wardrobe. Svuotate la stanza per re-vitalizzare il vostro guardaroba (seh vabbeh) 3. Store only the whole OUTFIT. In a future day, would not make sense to find a simple sweater desperately. Mettete nell’armadio i capi già abbinati, così da non dover cercare i singoli capi (questo vale per graandi quantità di abiti) 4. Buy only thin, non-slip HANGERS in asbestos. Those big, slippery, old, wooden hangers take up too much space. Comprate solo appendini sottili, occupano meno spazio 5. Organize your closet by ITEMS: coats with coats, dresses with dresses, pants with pants, skirts with skirts … so you wouldn’t buy the same thing twice! Organizzate tutto per capi: cappotti con cappotti, pantaloni con pantaloni… così non comprerete la stessa cosa due volte (questo vale solo per chi ha così tante cose da non ricordarsele nemmeno, quanto vorrei fosse il mio caso) 6. In front of a dress to KILL or to KEEP, ask yourself: future generations ‘ll want to see it? Se siete indecise se scartare o tenere una cosa, chiedetevi se le future generazioni vorranno vederla 7. Put the SHOES away from clothes, in the appropriate boxes with Polaroids. The leather’s smell doesn’t match with the fabric’s smell. Mettete le scarpe lontano dai vestiti, in scatole con foto Polaroid (se avete spazio per le scatole e soprattutto se le vostre vecchie All Star valgono la Polaroid-le mie no) 8. Preserve the stretch STOCKINGS in their packaging. There’s nothing worse than wearing damaged filanca. Tenete le calze nei loro pacchetti, così da non rovinarle 9. Don’t SQUEEZE the clothes on each other. like flowers in the garden need their space! Non schiacciate gli abiti l’uno con l’altro, sono come fiori, hanno bisogno di spazio (disse la donna con un appartamento apposta per i suoi vestiti)! 10. Don’t use ANTI-MOTH chemicals, you don’t want to go out stinking of naphthalene!” Non usate la naftalina o roba simile, o avrete quell’odore.

29/03/2011

George si che ne sapeva

George Michael sceglieva delle ragazze non male, per i suoi video! Naomi, Claudia Schiffer, Linda Evangelista,Tatjana Patitz, Christy Turlington… che bombe.

in questo video noterete vari abiti di Thierry Mugler, incredibili. Del resto, esistono abiti di Mugler non incredibili??! Se per caso scovate qualche pubblicazione su di lui dateci un’occhiata e vedrete cosa intendo… devo dire sono contenta della ripresa del marchio con in testa Nicola Formichetti, la sfilata è stata stupenda, a mio parere.

27/03/2011

Uno dei post di personal style più lunghi: Stephanie LaCava

ci sono così tante foto sue che fino qui ho potuto metterle in ordine per colore! Non approvo molto la scelta delle rosse di vestirsi di rosso e arancio, comunque…

Stephanie è una editor di Vogue America
Che ne dite del suo stile?
http://www.vogue.it/vogue-tv/stars/voguette/voguette_stephanie_la_cava_new_2011/player un’intervista (dove la trovo davvero davvero davvero ben vestita).
come una giornalista riesce a scrivere un articolo intero di ca..ate sulle more

Film in uscita (si spera ma non credo)


SUBMARINE, film che mi ha consigliato il mio amico Michi, appena uscito nelle sale a Londra. Una commedia un po nerd, con una colonna sonora stupenda. Sentite che bella la musica del trailer!


WATER FOR ELEPHANTS, il nuovo film con Robert Pattinson e Reese Witherspoon, un film sul circo


RESTLESS, il nuovo film di Gus VanSant, con Mia Wasikowska (quella di Alice nel Paese delle Meraviglie) e Henry Hopper, il bel figlio di Dennis Hopper. Il film parla di una ragazza malata che incontra un ragazzo appassionato di funerali e un kamikaze giapponese. Sono un po stufa di film con malati terminali, btw.A parte questo, il film già mi piace. Sono una fanatica di storie d’amore di questo tipo


YELLING TO THE SKY, film con protagonista la figlia di Lenny Kravitz, Zoe Kravitz, e Gabourey Sidibe (“Precious”), nel ruolo di bulle della scuola.

e il già menzionato

BLUE VALENTINE, con la mia adorata Michelle Williams, e Ryan Gosling, che non vedo l’ora di vedere anche se mi dicono che parla di una storia d’amore autodistruttivo.

Sabato 26 Marzo 2011

Oggi la giornata è cominciata dal barbiere, ho portato Lukas nel negozio di parrucchieri da uomini più bello di Parma:

dove un simpatico signore in quattro e quattr’otto con grandissima maestria e velocità ha fatto sparire i bellissimi riccioli di Lukas

E’ seguito giretto in centro, dove come al solito sono andata in cerca dello smalto perfetto. Kiko ha fatto uscire una nuova linea di smalti, e ci sono tutte le imitazioni dello Chanel, dal Kakhi Vert al Particuliere al Riva. Carini. Quando esco per una passeggiata penso spesso alle persone che abitano in posti sempre assolati, dove la scusa del “usciamo a fare una passeggiata-approfittiamo del bel tempo” forse non esiste.

Il negozio di cappelli più bello della città.

Eccomi qui, con il mio fedele chiodo Zara, maglietta Cos (perfetta, acquisto azzeccatissimo), camicia che non so da dove sbuchi (ma di chi è?), borsa Vivienne, cintura Zara e stivaletti francesi.

Ho ricevuto in regalo un completino leziosetto con bloomers (io AMO i bloomers! Come si chiamano in italiano?) 🙂

Ho fatto il solito giretto da Zara, dove sfortunatamente ho trovato cose carine. La collezione per questa estate promette molto bene, però attente ai materiali, il 99% delle magliette sono in pliestere puro, per 40 euri (ehhhh??!).

Fosse per me, mi vestirei completamente di nero tutto l’inverno e solo di bianco l’estate.
C’erano due abitini che mi interessano:
un simil-Calvin Klein, che però forse non cade perfettamente (presente quando fa il bozzo sulla pancia?), o forse devo solo prendere la misura in più.


un abitino di sangallo, foderato nella parte della gonna ma non-intelligentemente sfoderato in zona seno (dunque dovrei aggiungere un pezzo di stoffa internamente).
E’ seguito un bellissimo pranzetto con le mie amiche del liceo, complice una terrazza assolata e risate fino alle lacrime. Queste, più altre 2 mancanti oggi, sono le persone con cui ho riso di più in tutta la mia vita (qui invece eravamo assorte in un discorso politicizzato serissimo).Roba che solo a ricordarci di certi episodi ci buttiamo per terra in preda alle convulsioni e alle lacrime dal tanto ridere.

Ed ecco la bellissima cucina della mia migliore-amica-al-mondo Virgi, e la suddetta Virgi, che se ci vedete insieme vi chiedete come abbiamo fatto a pigliarci, io tutta come sono e lei tutta punkabbestia con la rasata da una parte e i rasta, e invece ci butteremmo nel fuoco l’una per l’altra, pensa tu.


Si conclude la giornata con cena con adulti a casa mia (cena tricolore parte seconda), e io in versione brava ragazza con un vestito (colorato!- unto, vedo ora) della mia mamma e maglioncino Vivienne Westwood
Questa faccia stanca vi saluta e va a letto.
Ti pareva che domani (oggi )è Domenica e deve piovere. Che tanto cosa c’è da fare la Domenica, con i negozi chiusi?Giornali, film e bacini, direi 🙂
Io mi guardo Tournée!

Friday night

Innanzitutto vi salutano quei fighi dei miei amici, e il mio amico Paio finalmente dottore (c’est la classe)
Dunque, Venerdì sera passato con i miei amici ad una festa.
Mai farsi troppe aspettative perchè poi si sa, si rimane delusi. Comunque, i 7 cocktail hanno fatto il loro effetto (era tutto ghiaccio sciolto, di solito ne bevo uno, giuro).

Ma chissenefrega, quando si hanno un paio di scarpe come queste??

Che ne dite? Prezzo originale 870 euro, prezzo finale uno scherzo. Non volevo entrare in negozio per l’ennesima volta per guardarle, ma ho pensato che nessuno le avrebbe comprate e forse sarebbero state in super sconto, e mentre mi nascondevo dietro un muro Lukas è entrato deciso dicendo :”la mia ragazza deve chiederle una cosa”, dunque sono stata costretta a farmele tirare fuori, e meno male! Sono pure comode, oltre che spaziali.

Ecco come le ho abbinate.


Mi sentivo molto in mood Givenchy, e lo so che non posso nemmeno baciare i piedi a Tisci (Riccardo se abbandoni il marchio per Dior mi arrabbio), ma insomma ci ho provato.

Qui si dovrebbe vedere un super trucco smokey-eyes che mi ha fatto la mia amica Mele, mi futura mentore truccatrice. Adoro gli smokey eyes!! Perchè non li ho scoperti prima??


Camicia pizzo: regalo di Lukas (a cui ho tagliato il collo)
Gilet: dyi (l’ho ricavato da una giacca da uomo a cui ho tagliato le maniche e ci ho applicato la zip)
Gonna: diy (era una gonna lunga di Primark che ho semplicemente tagliato con le forbici)
Bracciali: seconda mano (li adoro)
insomma è tutto il solito stagliuzzamento di vestiti. Nero vince sempre.
Buon weekend!
26/03/2011