RockandFiocc ( e Ali) a Las Vegas?!!

Scusate le foto piccole in questo post, sono veramente troppe da caricare

Dunque, come vi dicevo io e la mia amica Ali siamo andate a Las Vegas per due giorni, in bus perchè non siamo riuscite ad affittare la macchina.

Dopo 5 ore di viaggio, eccoci al nostro hotel: L’Excalibur!

si, era un hotel, non una città.

Ed ecco la nostra stanza.


con dettagli ispirati al nome dell’hotel, ovviamente


il quadro nel bagno

la nostra commozione nel trovare una stanza così bella, data la somma pagata (40 $ in due, più tasse). Si, io sono in pigiama. A Los Angeles non ci bada nessuno.


Oprah 🙂

Ready to go!

Las Vegas è un po tutta così. Enorme.

E in ogni hotel c’è un Casino immenso, pieno di cartelli per orientarsi e fast food, non si sa mai che gli avventori siano privi del solito panino bisunto o del bibitone quotidiano.


con slot machines ( o quello che sono) a tema


capito? Enormi!


E questa è la città vista dalla via principale, la “Strip” . Quelle montagne russe attraversano tutta una parte di città e ci si può salire.

questi sono tutti hotel


Dentro ad un casino è riprodotta una vera giungla, con leoni veri in una teca di vetro

si può scommettere sulle corse dei cavalli e sullo sport in tempo reale

l’hotel Monte Carlo


Il Caesar hotel

Il Flamingo hotel, tutto pieno di pellicani rosa, e ragazze (s)vestite da pellicani


la Tour Eiffel
Mentre camminiamo per strada, un ragazzo ci ferma e ci offre di andare ad una festa, gratis.
Gli diamo i nostri dati, e cosa ci arriva poco dopo?

un messaggio CON SUONERIA HIP HOP e i dettagli della festa . Siamo morte

dunque back to the hotel (la vista dalla nostra finestra al 25esimo piano)


e pronte per uscire

ah no, breve tappa al cinese per cena ricostituente (notare la mini bevanda davanti a me)

Dove si teneva la festa? Sul tetto del The Palms, il grattacielo di Hugh Hefner


e niente ,ci siamo parecchio divertite. Le ragazze bevono gratis, e c’è sempre qualche ragazzo genile che offre da bere a volontà, anche solo per chiacchierare


Il Venetian Hotel, con un vero canale e le gondole

ormai stanche, ci togliamo le scarpe e ci sediam (giuro di solito non faccio queste cose). C’è sempre qualcuno che vedendoci con la macchina fotografica in mano si offre di farci una foto. Gli americani sono gentilissimi


foto di fine serata (ometto le altre, troppo imbarazzo)

Colazione del giorno dopo!


e qualche ora di relax nella (una delle 3) piscina dell’hotel.


e poi di nuovo sul bus, dove l’autista messicano ha pensato bene di non farci morire di caldo, con questa temperatura.


Già a questo punto non vedevo più le persone ma solo i loro vestiti e teste coperte da sciarpe. Io, che sto benissimo nel deserto (c’erano 40 gradi a Las Vegas e non sono mai stata così bene), avevo perso l’uso degli arti. Ma il simpatico omino alla guida deve aver pensato che ci fosse ancora troppo caldo:

e ha praticamente innescato una bufera di neve sul bus. I getti dell’aria condizionata erano così forti che non si poteva praticamente parlare. In questo gli americani sono veramente estremi (per non dire un’altra cosa), in ogni posto chiuso, supermercato, negozio, hall, ci sono queste temperature polari. Roba da beccarsi la polmonite. Comunque, siamo sopravvissute.

E abbiamo capito perchè vanno tutti a fare festa nei weekend a Las Vegas.
04/07/2011

Tags:

16 pensieri su “RockandFiocc ( e Ali) a Las Vegas?!!

  1. penso che las vegas sia da vedere una volta nella vita, anche se dioooo com’è kitsch!!!!!!!!!
    non mi piace per niente quel vestito indosso a te, che sei di solito originale e non volgare (non ti starai facendo influenzare dagli americani e dalla tua amica vero?!)
    complimenti per tutta la super documentazione del viaggio che stai facendo, io non ce la farei mai 🙂
    buona ny!
    camilla

  2. Ragazze ma non fate le scandalizzate……God bless America!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Giulia non sai quanto t’invidio il party in terrazza al palms 😉 e hai fatto gran bene a prendere il mini abito nero, stupendo!

    Ps..la foto gambe kilometriche, slot, nero, abbronzatura, mezzosorriso…..
    beh vabbeh.

    Goditelaaaaaa alla grande!!
    un bacione

  3. ValeF: l’abito me l’ha fatto prendere la mia amica, fosse stato per me… :)ha detto che mi serviva qualcosa del genere
    certo che è kitsch, kitschissima! E’ tutto finto, ad un certo punto ci siamo sedute su un aiuola e l’erba era di plastica…
    Airali’s: eravamo sul tetto e la festa era anche all’interno,c’erano le barriere, nessun pericolo

  4. Oddio il Caesar Hotel!!! Mi soprende che non hai parlato di Una Notte da Leoni 😀
    Comunque anche a me sembra tutto molto kitch, ma pagherei per visitarla! Ma magari quando andrò in Messico non me la lascerò perdere… Costa Ovest arrivo!!!
    Le tue foto mi piacciono sempre, e beata te che ti sei divertita così tanto alla festa! Non avevi paura a guardare da sopra il grattacielo? Com’era organizzato lo spazio della festa? Te lo chiedo solo perchè soffro di vertigini 🙁

  5. meno male che c è la crisi economica e che gli americani sono indebitati con i cinesi fino al collo, altrimenti avresti visto i pinguini insieme all aria condizionata 🙂

    @ AlmaCattleya
    non sembra, è una tamarrata quel posto, ma è una città dei divertimenti non puoi aspettarti diversamente.

  6. Eh, mi sembra di aver capito che vi siete divertite un casino 🙂
    Non voglio offendere nessuno, ma guardando le foto che hai fatto a Las Vegas come le gondole, la torre Eiffel, l’hotel ecc… mi sembra tutto terribilmente kitsch.
    Però forse per comprendere meglio l’atmosfera bisogna appunto viverla.

  7. ma che vestito audace! non mi sarei aspettata tutta quella carne al vento sul retro! sei sempre bellissima, anche quando mi scimmiotti la bagnina di Baywatch (ho visto le scorse foto)

  8. oh vedo che con i trasporti hai una sfiga quasi pari alla mia eh! Figa da paura,foto bellissime! un bacio
    Totty

  9. che figa sei!

    a las vegas sembra di vivere in un cartone animato, e di cartone è amche il cibo (quei pancakes non avevano un bell’aspetto, sinceramente)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *