Archivio mensile:maggio 2013

My beauty routine

Voi chiedete, io obbedisco: post sulla mia beauty routine!
Pulizia e idratazione viso:

Da quando ho visto questo video su intothegloss su come lavarsi il viso  cerco di seguire i consigli dell’esperta. Mi strucco con il Daily-Cleanser di Kiehl’s (i prodotti Kiehl’s durano una vita, ho quel tubettino da mesi), uso acqua l’ acqua termale Avene prima e dopo il detergente, poi applico un po’di tonico con i dischetti di cotone. Il detergente è di un marchio biologico, mi è stato regalato, il tonico è la classica acqua alle rose, la usava mia madre e ci sono molto affezionata.
Se ho bisogno di esfoliare, uso Lancome exfoliance clarté.

La crema idratante è dello stesso marchio del tonico, ho una pelle normale, quindi uso creme varie e non ho mai problemi. Credo però che tornerò ad hydra zen di Lancome, è freschissima e ottima per l’estate.

Ora che comincia a spuntare il sole, cerco di mettere sempre la crema protezione 50 se so che starò esposta ai raggi. Ho testato Kiehl’s anche per questa e mi sono trovata benissimo, non è per niente grassa ed è inodore.
Per le labbra, Elizabeth Arden Eight Hour, un balsamo per le labbra ricchissimo, o Rouge Coco Baume, molto leggero.
Di notte, Midnight Recovery Eye di Kiehl’s.

Per i capelli:

D’estate: bain après-soleil di Kerastase, per quando sono al mare o sto al sole e surf spray Bumble&Bumble, per quando non mi asciugo i capelli con il phon e voglio che abbiano comunque un po’ di texture

Di solito: shampoo e balsamo all’olio d’oliva Kiehl’s, estremamente nutrienti (forse lo shampoo è leggermente grasso), oppure la linea agli aminoacidi, altrettanto buona e senza odore.

per lo styling: maschera Moroccan Oil per capelli rovinati, che faccio quando ho le punte particolarmente secche.

Dopo lo shampoo, sui capelli tamponati applico Ciment Thermique Kerastase oppure una crema anticrespo del parrucchiere. Poi spruzzo le proteine spray di Label m, che dovrebbero proteggere i capelli dal calore del phon (dubito fortemente, ma crediamoci).
Per tutti i giorni: l’incredibile crema per capelli secchi Phyto7, che trovate in farmacia, veramente ottima (da usare al posto dei semi di lino o l’olio di argan, che lucidano i capelli ma non li nutrono davvero)

I miei profumi: “Classique” di Jean Paul Gaultier, il mio unico profumo per l’inverno, e una nuova fragranza Kiehl’s alla vaniglia, che ho preso per questa estate.
In realtà ho anche un Marc Jacobs edizione limitata dell’anno scorso di cui non ricordo il nome (l’ho lasciato a Parma), sa di margherite e gelsomino 🙂

Trucchi:

Gli essenziali senza cui non esco: Teint Idole Ultra Lancome, colore n.1. Il primo fondotinta cremoso che io abbia mai usato, retaggio del mio lavoro da Lancome. Super coprente e idratante ed esattamente del colore della mia pelle, lo adoro. Lo applico con un pennello piatto Lancome
Sulle occhiaie: effacernes, sempre di Lancome. Dopo il fondotinta, cipia compatta Poudre Universelle Compacte Chanel, incolore.
Penso però che tradirò Lancome e passerò al fondotinta MakeupForever Hd, di cui mi parlano tutti benissimo, e forse proverò il copriocchiaie Benefit, anche questo super amato dalle makeup addicted.
Occhi: tengo tantissimo alle mie ciglia lunghe e dopo varie ricerche credo che il migliore mascara del mondo sia Hypnose Doll Eyes Lancome. Ho provato tutti i mascara Lancome (primo del mercato per i mascara, non dimentichiamoci) e Doll Eyes è in assoluto il mio preferito: ho le ciglia spesse e lunghe, dunque con i mascara volumizzanti diventano solo appiccicose, mentre con quelli allunganti risultano lunghe ma sottili.
Doll Eyes è il giusto compromesso tra ciglia folte e lunghe, grazie allo spatolino speciale brevettato da Lancome, che nessun altro marchio ha. Dipende poi cosa volete dalle vostre ciglia, se vi interessa solo allungarle allora meglio andare con il classico Hypnose (mi piace anche Inimitable Intense Chanel) , mentre se volete volume, Hypnose Drama è imbattibile.
Metto sempre una  base bianca prima del mascara, Cils Booster (si vede la differenza!) e non uso piegaciglia perché ho paura di rovinare le ciglia.
Se mi sento in vena, applico un po’ di illuminante Ysl Touche Eclat, e metto sempre il gel per sopracciglia Kiko, cheap ma efficace.
Sulle guance, un po’ di polvere minerale o un blush in polvere qualsiasi (non so niente di blushes, mea culpa) con un pennello Lancome. Devo dire che sia gli ombretti che i phard Kiko sono resistenti e molto pigmentati, non credo valga la pena spendere per un blush di Chanel, che per quanto bello non colora e non dura. E’ più importante spendere per un buon pennello!
Quando ho proprio tanta voglia di truccarmi (cioè mai) , metto una base trucco di Laura Mercier (che come sapete andrebbe evitata, è silicone puro, anche se la pelle diventa SETA), una base occhi Urban Decay ( se non la metto l’ombretto non dura neanche un minuto, ho le palpebre super oleose) e faccio uno scrub alle labbra con un profumatissimo prodotto Lush
Poi applico un rossetto cremoso Laura Mercier, colore “Discretion”, un po’ di ombretto nei toni del marrone sulle palpebre, e un phard super illuminante di Mac, Mineralize Skinfinish (perfetto sulla pelle abbronzata)
C’est tout.
Suggerimenti  e consigli come sempre ben accetti!
28/05/2013

General mix of the week: shoes

Nuova stagione ( in teoria, se smettesse di piovere) –> nuove scarpe. Ovvio
Che scarpe volete mettervi questa estate? Seriamente, mi interessa.
Io comincio la mia ricerca dei sandali perfetti, un po’ rock, un po’ bon ton, un po’ comodi, un po’ sexy (un po’ non esistono). Nel frattempo mi guardo intorno per quelle scarpe che vanno bene quando fa caldo ma non troppo.
Al top della mia lista:
I Michael di Repetto, possibilmente in vernice nera. Li odiavo quando sono usciti, ora li adoro.
Altre opzioni a cui non direi no:
Céline (via Elinkling)
Louis Vuitton Stephen Sprouse slippers (via trini-g)

E le tanto decantate Jenny Kane (esiste una copia uguale di chineselaundry, come ci ha segnalato con questa foto Karen)
Se volete spendere non più di  50 euro, una versione decisamente carina (e copiata da Philip Lim, se non sbaglio) è disponibile da H&M, in nero e cipria
Parlando di Repetto, non direi mai di no anche alle loro ballerine, che però hanno la punta leggermente troppo tonda per i miei gusti
Invece è da un po’ che punto queste Madewell, un buon compromesso tra scarpe bianche e il mio quotidiano bisogno di nero

Jane sempre adorabile, per una volta con un paio di scarpe low-cost, Zara. Davvero carine (qui)
 

In realtà desidero segretamente i sandali gladiators alti da quando li mettevano le Olsen 🙁 (Zara is the answer, always Zara)

Per restare in tema Zara, che ne dite di queste?

molto semplici, potrebbero fare al caso mio
Adorabbili queste Daniele Ancarani

Di gran moda le imitazioni Alaia, le abbiamo viste da Zara e altri marchi. Nella foto: Schultz. Attenzione ai piedi gonfi dal caldo, l’effetto piede a cotechino è dietro l’angolo

a Milano Frav sta vendendo alla grande queste ugly shoes in tela con zeppa in gomma, che ovviamente mi piacciono. In bianco. Datemi una botta in testa

stivaletti perfetti del mese: Saint Laurent (subito su Evangelie, che non ha un solo capo nell’armadio che sia costato meno di 1000 euro, a quanto pare).

E come al solito parlo, parlo, parlo e poi non compro niente. Go Giulia, Go!

27/05/2013

General mix of the week

Cose che potremmo comprarci:

Baggy jeans di Cos. Adoro i baggy jeans ma continuo a pensare che se non si hanno le gambe lunghe e secche non siano esattamente i jeans più donanti del mondo. Andrò a provarli per dirvi comunque la mia.
Adoro anche gli skinny jeans di Cos, se non fosse che fanno il sedere più piatto della storia dei sederi piatti. Sigh…

Asos è pieno di questi top con la schiena nuda, bellissimi dietro, ma parliamo del davanti: ho provato un vestito del genere da Zara e vi confermo che si, appena vi muovete le vostre tettine saranno esposte al mondo. Buuhh vogliamo solo avere la schena nuda! Se vi sentite coraggiose (e soprattutto avete una taglia entro la prima misura) potete comunque provare

Il famoso top di Asos-imitazione Céline è disponibile anche in rosa. Ohhhh che bello il rosa pastello!

Lulu con un paio di pantaloni cargo di Zara che ho provato pure io per sentirmi un po’ Karla. Non mi convincevano ma ovviamente ora che li vedo in foto è amore.
Cose che potreste comprarvi ma forse meglio di no:
Notiziona: la borsina ananas H&M è back in store! Yayyyy!!!! (L’ho già comprata, la amo, non seguite il mio esempio)

Cose con i pon-pon. Che problema ho?Amo i pon pon! Voglio più pon pon nella mia vita. Ovviamente non abbinati a capi leopardati
Scarpe MOLTO  a punta di Zara, evidentemente copiate da Louis Vuitton. La domanda è: QUANTO a punta? Perché come sapete la punta allunga la gamba, ma queste mi fanno paura
Cose che NON possiamo comprarci (se siete come me del team shopping-o-affitto)
Bellissimo top Acne che può essere usato come giacca (la parte che ora vedete dietro andrebbe davanti) oppure come top con la schiena scoperta. Hey, costa solo 1000 euro!! Grazie Acne per rendere tutto così accessibile!
Dior Resort 2014
Le mie preghiere di trovare un abito rosso, questo in foto potrebbe andare grazie, rimangono inesaudite

Total look Céline via I-D Magazine
solo una parola: SIGH. SIGGHONE.
Altro:

Nuova campagna Givenchy! Nuove testimonials! Non mi piace assolutamente questa collezione, mi piace la campagna.
Utilissimo post via ParkandCube su come fare le valige senza stropicciare tutti i vestiti
Beauty:

Ennesimo rossettino naturale cambia colore: Clinique  “Almost lipstick” in colore “Black Honey”, che dalle foto sembra dare ottimi risultati

matitone per sopracciglia Clinique che mi intriga parecchio – ne ho bisogno (via The Chronicles of her)?

Adorabili tatuaggi finti via  skinfeelings.com

La bellezza e le labbra meravigliose di Jazzmine Berger, fotografata da Garance Dorè

Il taglio perfetto e soprattutto i capelli LUNGHI di questa ragazza , via StockholmStreetStyle

Una fantastica tabella di esercizi che potete fare comodamente a casa tutti i giorni. L’estate si avvicina…
Buon Lunedì!

26/05/2013

Inside Amy Schumer: Uncensored – A Series of Embarrassing Episodes

Ho scoperto Amy Schumar dall’ultimo post di Garancedore e ho guardato un po’ di suoi video su Youtube.
Fanno MORIRE dal ridere!


Le ragazze e i loro falsi complimenti


“You’re in a boat, cause you’re Pocahontas, and that’s the new world! Maybe less feathers…”
“UHH you’ve got a secret! And only your pillow knows it!”


cosa si aspetta lei e cosa fa lui dopo una notte insieme

24/05/2013

Populaire e altri film

 

Ieri ho visto un film delizioso, Populaire, con Romain Duris, Déborah François (quella di “L’enfant”) e Bérenice Bejo (che vi ricorderete per “The Artist”).
Il film è ambientato negli anni’ 50, parla dell’ambizione di una giovane ragazza di campagna di diventare segretaria, e quella del suo futuro datore di lavoro di farla diventare la campionessa del mondo di velocità in battitura.

Veramente carino,  molto curate le ambientazioni e i costumi. Mi ha ricordato un po’ “Potiche”

Parlando dei film che aspetto con più ansia, invece…

THE BLING RING , il nuovo di Sofia Coppola
che non è piaciuto per niente alla critica ma molto al pubblico.
Finalmente è uscito il trailer intero (già da un po’ a dire la verità) e nonostante rottentomatoes (di cui mi fido ciecamente) non mi perderei un film di Sofia per niente al mondo

ONLY GOD FORGIVES

Dal regista di Drive, un thriller con Ryan Gosling ancora più ombroso

MUD
piaciutissimo alla critica e anche al pubblico (mhh sospetto che Matthew c’entri qualcosa…)

TO THE WONDER
Il nuovo film di Terrence Malik, snobbatissimo da tutti

BEFORE MIDNIGHT (VERAMENTE questo non vedo l’ora che sia nelle sale, dopo “Before the Sunrise” e “Before the Sunset”- che se siete inguaribili romantiche NON potete perdervi- sto friggendo per vederlo)

CATTIVISSIMO ME 2 🙂

Scoperta del giorno, il Mumblecore. Stavo cercando film simili alla pellicola indipendente “In search for a midnight kiss” (di cui vi avevo parlato in questo post) e ho scoperto su Wikipedia dell’esistenza del Mumblecore: a quanto pare è “un movimento americano di cinema indipendente nato all’inizio degli anni 2000. È caratterizzato soprattutto per la produzione di film a bassissimo budget(spesso utilizzando telecamere digitali), incentrato essenzialmente sui rapporti personali tra trentenni, con sceneggiature improvvisate e attori non professionisti”.


Sul fronte libri, ho finito di leggere “Freedom” di Franzen, e come per “Le Correzioni”, non mi ha per niente delusa. Consigliatissimi entrambi!

21/05/2013

This is water

Dissero di lui:
Promosso per tutte le superiori con il massimo dei voti, ha giocato a football, ha giocato a tennis, ha scritto una tesi in filosofia e un romanzo ancora prima di laurearsi ad Amrhest, ha seguito un corso di specializzazione in scrittura creativa, ha pubblicato il romanzo, ha fatto sì che una città intera di editor e scrittori bercianti, sgomitanti e pronti a gambizzare chiunque si innamorasse di lui perdutamente. Ha pubblicato un romanzo di mille pagine, ha ricevuto l’unico premio del paese che si assegna a chi viene riconosciuto un genio, ha scritto articoli che restituiscono meglio di qualunque altra cosa la sensazione di ciò che significa essere vivi al giorno d’oggi, ha accettato una cattedra speciale di scrittura creativa presso un’università californiana, si è sposato, ha pubblicato un altro libro e si è impiccato all’età di quarantasei anni.”
((Come diventare se stessi, David Lipsky)

In questi giorni è girato sul web un video del discorso (qui la trascrizione) che David Foster Wallace tenne alla cerimonia delle lauree del 2005 al Kenyon College. L’ho visto pubblicato anche su The Man Repeller, dato che è uno degli scrittori preferiti di Leandra.
Strano, perché proprio l’altro giorno io e il mio ragazzo parlavamo di Wallace, uno dei miei scrittori preferiti in assoluto (ve ne ho parlato per esempio qui) .
Ho letto quasi tutti i suoi libri, tranne alcuni volumi minori e  “Infinite Jest”, il suo romanzo più lungo.
Quasi per scherzo, Michele l’ha comprato, mi prende sempre in giro dicendo che prima o poi lo leggerà per farmi dispetto, così tutto quello che ho letto io si annullerà per il solo fatto che lui è arrivato in fondo ad un librone di 1400 pagine, complesso fino all’inverosimile (l’ho iniziato ma non sono riuscita ad andare avanti).

A parte consigliarvi caldamente tutti i libri di Wallace, leggetevi il discorso, o almeno guardate un estratto dal video qui sopra, ne vale veramente la pena.

General mix of the week

Buongiorno a tutti! In ritardo ma ci sono, eccomi con il general mix della settimana.
Cominciamo con il beauty (sto diventando ossessionata): Intothegloss mi fa scoprire sempre nuovi prodotti, questa settimana:

uno spray rinfrescante per i capelli: presente quando i capelli non sono più pulitissimi ma nemmeno sporchi, e vorreste che profumassero un po’ di più? A quanto pare questo prodotto è quello che ci vuole

Vi h già parlato della linea Surf di Bumble&Bumble (marchio che aprirà tra poco a Milano, yay!), oltre al famoso spray (che io ho, funziona perfettamente) hanno creato anche lo shampoo e il balsamo. Per chi ama l’effetto “appena uscita dal mare” consiglio caldamente questi prodotti

In questo post vi parlavo dei rossetti “cambia colore”, cioè che permettono alle vostre labbra di assumere toni più accesi. A quanto pare esiste una versione anche di Clarins, opzione meno costosa rispetto al Dior

 Stacey Nishimoto super carina con eyeliner e smalto blu

Garancedore ci mostra degli oli per le unghie dal packaging adorabile, in vendita da Colette a Parigi e online
Passiamo a falsi e copie:

Ho visto in negozio da H&M un paio di scarpe bianche similissime ad un modello di Céline: come queste sopra ma con la zeppa davanti. Se non fosse per la pelle plasticosa e per il fatto che le scarpe bianche mi fanno un po’ paura ci farei un pensierino.

 Ho scoperto dal blog thepileofstyle dell’esistenza del sito vjstyle, che ci fornisce perfette imitazioni di prodotti di marchi famosi: qui sopra, una borsa Rockstud di Valentino, che vista in foto sul blog ho fatto fatica a riconoscere come falsa.

Stessa cosa dicasi per i prodotti di Choies: imitazioni di tante scarpe, tra cui gli stivali Givenchy della scorsa stagione, e le rockstud di Valentino, addirittura già presenti nella  nuova versione estiva

 Sempre H&M riproduce fedelmente il top Céline dell’ adv con Daria (già qui vi facevo vedere la versione di Asos)

Dal blog dothehotpants.com  invece scopro che Jeffrey Campbell ha creato una perfetta imitazione dello storico paio di sandali Ann Demeulemeester che mi ossessionano ormai da un nel po’. Purtroppo non credo siano di quest’anno

Mi confondo io o queste scarpe di Office sono un modello esatto di Charlotte Olympia?

 River Island non perde tempo a copiare i sandali Marant da cui tutte le blogger sono ossessionate questa estate…

Jane e sua madre sempre adorabili e super carine

Karen di Wheredidugetthat mi fa rodere d’invidia con quelle ugly shoes anni ’90

Camille di Childhoodflames crea un top troppo carino (idea per un DIY?)

 Carey Mullgan mi stupisce a Cannes con due bellissimi look: Balenciaga (parliamo di quanto è bello quel top) e Christian Dior Couture
via redcarpet-fashionawards

p.s: ho visto il Grande Gatsby e credo sia stato fino ad ora l’unico film di Luhrman che mi sia piaciuto
(si, ho odiato sia Moulin Rouge sia Romeo+Juliet, non mi piace proprio il suo stile)

Cerco sempre le foto di Rihanna su justjared, perchè tra i suoi outfit tamarri c’è sempre qualcosa che vale la pena essere visto, e infatti mi stupisce con uno stupendo abito/cappotto di Dries Van Noten

Volevo rallegrarvi il Lunedì con Kim  (hahahahahahaha). Ottima la scelta di vestirti di bianco, attillata, con quelle Givenchy al tuo stadio di gravidanza, go Kim!

Giuro non sono più entrata da Zara, però ho guardato il nuovo lookbook e tra le tante cose carine me ne piacciono due in particolare: quella gonna in jeans (quando leggo “skater ” riferito a gonne e abiti non posso resistere) e i sandaletti comodi-comodi-ma-carini in bianco.

 Ho scoperto un marchio carinissimo, BlueQ su Asos. Cliccate e andate a vedere che carine le pochette (e soprattutto i prezzi, imbattibili!)

Bellissimi i nuovi occhiali modello Drew di  Retrosuperfuture: sono un po’ stufa di occhialoni da diva

E per finire, la scoperta che mi ha rallegrato la scorsa settimana: andate sul sito parodia gizoogle e digitate qualcosa: vi verrà fuori tutto in gangsta slang! Bellissimo andare sui Twitter (purtroppo devono essere scritti in inglese, altrimenti non funziona) e vedere tutto trasformato.

20/05/2013

Antigravity Yoga experience with United colors of Benetton

Quando mi è stato proposto da United colors of Benetton di partecipare ad una lezione di antigravity yoga non ho potuto proprio rifiutare.
Già mi immaginavo la bellezza di essere sospesa e stiracchiarmi a testa in giù (i benefici per la schiena!).
La lezione è in effetti stata fantastica: un misto tra yoga e circo, il tutto in un bozzolo attaccato al soffitto.

Come vestirsi per un’attività del genere? United colors of Benetton mi ha fornito l’abbigliamento per l’occasione con i capi della linea “One fits all”: superleggeri, praticamente una seconda pelle, abiti senza taglia perché si adattano a qualsiasi fisico (il sogno di ogni ragazza, insomma).

Tutti i capi della sono collezione nascono come indumenti underwear, ma sono talmente elastici da poter essere indossati anche in palestra (new entry azzeccatissime nel mio guardaroba da palestra, di cui potete facilmente intuire il colore).

 La parte finale della lezione, dove ci si rilassa nella propria “amaca”

Non mi umilio mostrandomi in leggings e maglietta stretta ma potete farvi un’idea della morbidezza e dell’elasticità dei capi da questa foto

Il mio capo preferito è sicuramente il body, che indosso anche con i jeans 🙂

17/05/2013