Libri che vorrei (idee Natale 2015 pt.2!)

In realtà non voglio tutti questi libri. Mi dissocio dalla parte hipster perché se c’è una cosa che non sopporto sono i libri “famosi” che tutti comprano per avere in libreria (o perché non hanno voglia di leggere un romanzo?!) ma che in realtà non hanno niente scritto dentro che non sia già stato visto/letto/sentito e costano pure 25 euro. Però magari a voi piacciono o la vostra amica li vuole assolutamente, quindi vi dico anche quelli (ma vi giudico).

PER LE TORMENTATE IN AMORE

libri

Libri su psicologia e amore

    • Bauman: Amore Liquido – questo me l’ha consigliato la mia psicologa, pare parli dei legami affettivi “moderni”. Lo leggerò durante le vacanze.
    • Fromm: The art of Loving – grande classico sul genere, tanti consigli e “regole” per amare al meglio. Di solito non mi fido di questo tipo di manuali ma pare sia una bomba
    • Berne: Games People play – altro best seller degli anni ’60, scritto da uno psichiatra che parla di interazioni sociali. Sembra molto interessante, devo comprarlo.
    • Powers: La principessa che credeva nelle favole  – anche questo me l’ha consigliato la mia psicologa come regalo ad un’amica che si vuole innamorare e cade sempre con gli uomini sbagliati. Mi sono fidata ciecamente e gliel’ho preso per Natale

 

LIBRI HIPSTER (cioè quelli che odio)

Li trovate tutti qui

libri hipster 1

  • Libri da colorare: sono ovunque e sono il classico regalo che nessuno poi usa. Veramente mi state dicendo che c’è gente che si siede al tavolo e colora?
  • Garance Doré: già sbadiglio, un libro che riassume quello di cui parla nel sito. Consigli, visioni sulla vita e lo stile. L ho sfogliato e l’ho trovato noiosissimo, oltre che con poco contenuto
  • Cocktails: li prendo al bar e di sicuro non me li faccio in casa, ma scommetto che c’è gente a cui può piacere
  • 36 hours: 125 weekends in Europe: questo è l unico che comprerei, se davvero da consigli utili. Bello anche da vedere e con utili segnalibri

libri hipster 2

 

  • The patter book: libro pieno di stampe e disegni vari (se volete risparmiare c’è sempre la mia bellissima cartella Pinterest con lo stesso nome)
  • How to be parisian: libro con i classici consigli su come essere una vera donna francese (spettinati, arriva in ritardo…). Noioso e pieno di luoghi comuni
  • Bill Murray (a questo proposito, è scandaloso che io non possegga il libro di Wes Anderson – considerando che il mio film preferito è “I Tenenbaums”): libro hipster sull attore diventato il preferito dagli hipster
  • Kim Kardashian: il libro dei suoi selfie fatti con il cellulare che ancora non mi capacito come Rizzoli abbia accettato di pubblicare. Mi rifiuto di darle soldi
  • Alexa chung: It: HAHAHAHAHAHAHA . Seriamente, è una cagata pazzesca. Sono gli scarabocchi che fa mentre sta al telefono e “riflessioni” personali. Era meglio se faceva un compendio dei suoi outfit, quello l’avrei comprato subito
  • Japanese Soul Cooking questo è il meno peggio della lista ma non lo vorrei mai perché servirebbe solo a farmi venire fame. Perfetto da regalare alla vostra amica squinzia che si dichiara grande amante della cucina giapponese e che ha assaggiato solo il sushi di Milano in vita sua

 

LIBRI DI NUDO

nudo

Classiconi di fotografi ultra famosi, i primi che mi vengono in mente se si parla di nudo. C’è sempre un amico a cui regalarli, magari per fargli apprezzare un po’ anche la fotografia “artistica”. Attenzione a non farli girare troppo in casa, i vostri genitori si potrebbero fare strane idee

 

LIBRI DI ARTISTE DONNE

DONNE

Classiconi  (tranne Petra Collins, una fotografa ventenne emergente di New York) che vorrei

 

Per altre idee su libri bellissimi di moda, fotografia e arte,  la casa editrice più figa del mondo è IDEABOOKS. Hanno anche un account Depop che mi fa soffrire (vorrei tutto) e che vende anche giornali “vintage” di moda e non!

22/12/2015

Tags: ,

5 pensieri su “Libri che vorrei (idee Natale 2015 pt.2!)

  1. Io faccio parte dei pazzi che colorano! Ho iniziato prima di scoprire l’esistenza di quei libri e lo trovo molto rilassante, soprattutto in sessione d’esame. Molto meglio fare una pausa dallo studio “perdendo tempo” a colorare, piuttosto che stando su facebook!

  2. Ho visto la mostra su Guy Bourdin proprio l’anno scorso, a Londra. Che dire… come ogni mostra alla Somerset House, non mi ha delusa.

    Ma è di Nan Goldin che sono innamorata. Credo che l’occhio della donna sia dotato di una sensibilità unica. Non per sminuire il (grande) lavoro di alcuni artisti uomini come lo stesso Guy, ma mi capita di scorgere sempre una sorta di tenerezza, una sofferenza mai eccessiva, sempre molto delicata, nell’arte al femminile.

    Baci
    Angela
    http://www.madamelagruccia.blogspot.it

  3. Ho regalato “Good Things to Drink” assieme ad uno shaker e a una bottiglia di Boodles, è stato apprezzato: ero scettica (ci sono libri migliori sul tema, tipo il Savoy, e la persona che lo ha ricevuto non ha particolare dimestichezza con i cocktails), ma le ricette sono tutto sommato semplici e mi garantiranno di passare un Natale con Gin tonic fisso alla mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *