Scarpette estive (e parentesi kitsch)

Tra i tanti miei problemi, c’è quello che ho con i piedi. Odio i piedi, odio le dita dei piedi, mie e degli altri. Di conseguenza, odio i sandali. O meglio, mi piacciono ma mi fanno sentire nuda. A parte la mia parentesi amorosa con i miei Rondini (modello Salomé in cuoio naturale), giusto perché ci ho lavorato un’estate a Saint-Tropez e occupano un posto nel mio cuore (e anche perché sono fatti completamente a mano con una pelle fantastica che vi durerà anni e annorum) non sono un’amante delle scarpe aperte.

Unite questo alla mia passione per tutto ciò che è nonnesco ed ecco la mia ossessione dell’estate 2015: non i sandali gladiators, non le frange, non espadrillas in suede che fanno sudare fino alla ginocchia, non i sandali ortopedici che scappano quando corri, no amiche mie: le scarpette da vecchietta! Ecco qualche alternativa per noi giovani amanti di questo modello che nasconderà le estremità dei nostri arti inferiori MA garantirà freschezza ai nostri poveri piedini

Dovrei innanzitutto specificare che la mia scarpa di riferimento quando penso a questo modello è la Rochas estate 2014:

4

Purtroppo fuori dalla mia portata, nonché sold out dappertutto, quindi ecco le opzioni alla portata di tutti

ballerine apertePaco GilKennel + SchmengerPretty BallerinasZign

3

Pura Lopez&OtherStoriesAnna Baiguera, M.Gemi (marchio americano che produce a Firenze ma che purtroppo non spedisce in Italia, guardate nel sito quanti modelli semplici ma belli ci sono, a me piacciono molto le Novella, per esempio)

Includerei nella lista dei preferiti anche una variante della classica ballerina, con appena più di tacco per evitare l’effetto papera e qualche dettaglio kitsch che sappiamo apprezzo sempre

2

Asos say you will blu, Asos say you don’t argento, Asos say you don’t rosa, Asos say you will rosa (che ho comprato mentre preparavo il post perché ME LE MERITO dato che non mi sono mai ripresa dal mancato acquisto di queste Asos, e dato che soddiferanno la mia non recente ossessione per le cose rosa pelose)

Ma già che ci siamo con il rosa, le mie scarpe preferite del momento:1

Qualsiasi cosa prodotta da Amelie Pichard, che mi ricordano un po’ le Simone Rocha, se vogliamo dirla tutta1

 

Ok, ormai la situazione è degenerata quindi posso ammetterlo, quello che voglio veramente è QUESTO:

3

Rochas S/S 2014 / Simone Rocha S/S 2014

e abbinerei il tutto a questo abito rosa di Karla Spetic, attulamente in saldo ma comunque irraggiungibile. 🙁 sigh

Che ne dite? Avete altri modelli simili o sandali che-nascondano-le-dita da consigliarmi? Dite che posso comprare una striscia di piume e riprodurre le scarpe che mi piacciono  veramente? No?

09/06/2015

Tags: , , ,

8 pensieri su “Scarpette estive (e parentesi kitsch)

  1. d’accordo con te Giulia, anche io tendenzialmente non amo i sandali, specialmente in città, fatta eccezione per qualche modello carino ed elegante
    bella la tua selezione, le mie preferite sono quelle di Asos, per caso sai chi ha fatto il modello originale o a chi si sono ispirati?

      1. sono troppo carine comunque! sicuramente più chic di tanti sandali che si vedono, per non parlare di chi gira ancora in infradito di gomma a Milano..

          1. uhmm indirizzi no purtroppo, cioè conosco sartorie ma non ho esperienza diretta… te lo faccio io se vuoi 😀 ahah

          2. sei su Milano? Ho proprio bisogno di una sarta (ah e se ti interessa un’agenzia l’altro giorno mi diceva che hanno bisogno disperato di sarte!)!

    1. ciao, sì sono a Milano, però studio Fashion Design, non sono proprio una sarta anche se ormai me la cavo bene, se vuoi ti scrivo per mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *