Consigli cinematografici: amori impossibili

THE PRINCE OF TIDES (1991) – IL PRINCIPE DELLE MAREE

Siete pronte con i fazzoletti? Questo film diretto da Barbra Streisand (amen) è la classica storia di un amore impossibile. Non posso dirvi di più perché vi rovinerei la trama.

BEFORE SUNRISE (1995) –  PRIMA DELL’ALBA

Uno dei miei film preferiti di sempre, si prende addirittura un bel 100% su Rotten Tomatoes! Con Ethan Hawke e Julie Delpy, il film è il primo capitolo della trilogia di Linklater dedicata alla medesima coppia di protagonisti; i sequel sono Before Sunset – Prima del tramonto nel 2004 e Before Midnight nel 2013. Jesse, americano, e Celine, francese, si conoscono su un treno e decidono di passare una notte in giro per Vienna prima di separarsi. Il film è un lungo dialogo quasi ininterrotto, scene lunghissime che sembrano reali, dialoghi intelligenti e divertenti. Stupendo e romantico. Vi consiglio anche i due seguiti!

LOST IN TRANSLATION(2003) -L AMORE TRADOTTO

Mi innamorai subito del film, tanto che appena uscii dal cinema dopo la visione, rubai il poster affisso fuori dalla sala. Secondo film di Sofia Coppola dopo “Il giardino delle Vergini Suicide” (da vedere), scritto, diretto e prodotto da lei. E’ stato candidato a quattro premi Oscar, ossia miglior film, miglior attore per Bill Murray, miglior regista per Sofia Coppola e miglior sceneggiatura originale ancora per Sofia Coppola, che si è aggiudicata proprio quest’ultima statuetta. Scarlett Johansson ha vinto un BAFTA per la miglior attrice protagonista. La storia è quasi inesistente: due americani si incontrano in un hotel di Tokyo e si conoscono. Delicato, melanconico, dallo humor sottile, è uno dei miei film preferiti. Il finale resta un mistero per tutti.

THE DREAMERS (2003)

Altro film che ho adorato (giuro non l ho fatto apposta a mettere tutti i miei film preferiti in un post), da qui è nato il mio amore per Louis Garrell ed Eva Green, entrambi di una bellezza fuori dal mondo. Diretto dal regista italiano Bernardo Bertolucci, il film è basato su un racconto di Gilbert Adair, The Holy Innocents. Adair ha anche scritto la sceneggiatura del film. A Parigi, nella primavera del 1968 uno studente americano stringe amicizia con una coppia di fratelli francesi con uno strano rapporto. Il film ha suscitato sentimenti contrastanti ma a me è piaciuto tantissimo. E’ diventato famoso anche per i continui riferimenti al cinema d autore, come la corsa di Isabelle, Theo e Matthew per il Louvre, chiara citazione a Bande à Part. 

ETERNAL SUNSHINE OF THE SPOTLESS MIND (2004) – SE MI LASCI TI CANCELLO

Diretto da Michel Gondry, con Jim Carrey e Kate Winslet, vincitore di un Oscar per Migliore Sceneggiatura, il titolo è preso da un verso dell’opera Eloisa to Abelard (1717) del poeta inglese Alexander Pope. Tutti ancora si chiedono come mai il titolo in italiano sia stato tradotto così male, ma in effetti sarebbe stato difficile renderlo così poetico. Il film racconta la storia di Joel e Clementine, che si incontrano e poi si lasciano. Lei allora si rivolge ad una clinica in grado di cancellare i ricordi collegati alla loro storia d’amore. Il sogno di tante persone che hanno sofferto d amore, insomma (me compresa). Il film è nel tipico stile di Gondry, che si adatta perfettamente alla storia. Ha avuto un impatto fortissimo su di me, è il secondo film con Jim Carrey dopo “The Truman Show” che mi ha davvero colpita nel profondo.

HER (2013) – LEI

Film del 2013 scritto e diretto da Spike Jonze (che si è aggiudicato il premio Oscar per la miglior sceneggiatura originale), con Joaquin Phoenix come protagonista. Il film descrive un futuro non troppo lontano nel quale i computer hanno un ruolo di primissimo piano nella vita delle persone e Theodore, un uomo solo ed introverso, si innamora di uno di loro. La colonna sonora è degli  Arcade Fire, con ulteriori pezzi scritti da Karen O degli Yeah Yeah Yeahs (il pezzo principale della colonna sonora è stupendo)

THE FAULT IN OUR STARS (2014) – COLPA DELLE STELLE

Tratto dall acclamato romanzo di John Green, ha lanciato come star gli attori Shailene Woodley e Ansel Elgort. Il film parla di due ragazzi malati di cancro che si innamorano. VI LASCIO IMMAGINARE QUANTO SI PIANGA. A parte il lato tragico del film, i personaggi sono stupendi e dolcissimi, non potrete non innamorarvi di entrambi. Con un budget di 12 milioni di dollari, il film ne ha incassati 124.872.350 negli Stati Uniti. Direi che è piaciuto parecchio 🙂 Ve lo consiglio caldamente! Non è il solito filmetto tragico.

29/01/2016

Tags: ,

11 pensieri su “Consigli cinematografici: amori impossibili

  1. stamattina avevo lasciato un commento così carino! Non l’ha inviato per colpa del mio wi-fi degno degli amish o mi hai cassata? in quel caso, ehm, ignoriamo la figuraccia 😉

      1. allora riprovo! Avevo scritto che i tuoi consigli cinematografici, per rispondere al tuo snap di qualche giorno fa, sono sempre molto apprezzati! Ora ho una lista infinita di film da vedere. Ho anche scaricato vari film di Greta Gerwig e devo dire che lei mi piace molto 🙂 per cui continua così!
        Poi ti segnalavo dei pantaloni di un sito USA ma a questo punto penso non mi faccia commentare per via dei link, siccome è la quarta volta che riprovo!

          1. Si chiama Pixiemarket. Spediscono dagli USA per cui bisogna attendere un po’, esperienza personale: la consegna ha impiegato 20 giorni e ho dovuto aggiungere 20€ e qualcosa di dogana, poteva andare peggio dai. Ho visto che hanno un paio di pantaloni (“Black Bell” sul sito) originali e magari un po’ “comodi”, di sicuro diversi dai soliti jeans skinny, e ti ho pensata!

          2. si ho presente! Ma non mi fido, a volte le spese di dogana sono molto alte! Comunque non prenderò mai più jeans online, senza provarli è troppo un rischio…

  2. Tra questi il mio preferito è decisamente Il Principe delle Maree che avrò visto 3-4 volte. Seguito da Eternal Sunshine. Belli tutti cmq (mi manca l’ultimo)!

  3. grazie per i consigli, alcuni li guarderò sicuramente.

    ps vorrei avere io una collega come te e pranzarci insieme, sei ironica e piena di interessi, be strong!!!

  4. Ricordo che ero andata a vedere Se mi lasci ti cancello intorno ai 14/15 anni con le mie amiche, aspettandoci la classica commedia americana, anche perchè in quegli anni erano usciti altri film con il titolo sul genere (al momento ricordo solo Se scappi ti sposo), e rimanemmo assolutamente interdette! E tra l’altro la metà di loro non ci capirono nulla, tanto da doverglielo spiegare, forse vista l’età come film era un po’ complesso? Non saprei, sicuramente il titolo fuorviante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *