Consigli cinematografici: Midnight movies

“Film della mezzanotte (midnight movie in inglese) è il nome dato a una pratica di distribuzione televisiva statunitense che trova le sue origini nei primi anni ’50, quando le emittenti televisive locali davano spazio a film a basso costo e di dubbia qualità nella loro programmazione notturna dopo la mezzanotte. Intorno agli anni ’70 si assiste all’espansione del fenomeno su scala nazionale, a partire da New York”.

Oggi il termine ha significati diversi ma è vine usato per indicare i film di serie B e di culto.

Se volete farvi una cultura su questo genere dovete cominciare guardando Midnight Movies: From the Margin to the Mainstream , un documentario del 2005 scritto e diretto da Stuart Samuels, che racconta il periodo dal 1970 al 1977 nel quale sei film low budget trasmessi a mezzanotte definirono un filone cinematografico.

Interamente girato in Messico, il film è caratterizzato da strane vicende e strani personaggi, dall’impiego di attori mutilati e nani, da grandi dosi di simbolismo cristiano e di filosofia orientale. Il protagonista del film, El Topo, è alla ricerca incessante del senso della sua vita.

La storia segue i personaggi Ben (Duane Jones) e Barbra Huss (Judith O’Dea), insieme ad altre altre cinque persone, intrappolate nella casa colonica di un cimitero della Pennsylvania che pullula di “morti viventi”.  Alla sua uscita è diventato un vero e proprio cult, incassando 18 milioni di dollari in tutto il mondo.

Eraserhead – La mente che cancella (Eraserhead) è un film horror del 1977, il primo lungometraggio scritto e diretto da David Lynch. Non c’è una vera e propria trama, è un film onirico e semplicemente assurdo subito divenuto un cult del circuito underground grazie al suo immaginario surrealista, alla strana colonna sonora e alla sua aura visionaria.

Il film è tratto dallo spettacolo teatrale omonimo del 1973 e la pellicola è considerata fuori dagli schemi per l’esplicita trattazione di tematiche sessuali, cosa che la rese rivoluzionaria per l’epoca in cui fu prodotta e che ancora oggi gli fa conservare elementi di trasgressività non comuni. I ruoli eterosessuali, bisessuali e il travestitismo vengono esibiti in un’allegoria pronta ad attingere da ogni situazione per irridere o dimostrare quanto siano effimeri i ruoli imposti dalla “normalità”.

Curiosità: viene proiettato quasi tutti i venerdi alle 22 al cinema Mexico di Milano, sempre con lo spettacolo Double Feature, cioè dove un gruppo di attori recita l’intero film sul palco mentre viene proiettata la pellicola. Esperienza divertentissima da fare almeno una volta!

Incesto, traffico di droga, bestialità e feticci sono solo la punta di un iceberg in questa commedia ultra-nera controversa ma diventata un vero e proprio cult, del miticor regista John Waters. L’ho guardato tenendomi gli occhi semi coperti per TUTTO il tempo. Il finale più disgustoso della storia del cinema, stavo per vomitare (io sì che vi invoglio a vedere i film, eh?).

15/12/2016

Tags: , ,

2 pensieri su “Consigli cinematografici: Midnight movies

  1. Ciao!
    Giusto una postilla per quanto riguarda il Cinema Mexico di Milano, il Rocky Horror viene riproposto (quasi) tutti i venerdì sera alle h22.00 SEMPRE con lo spettacolo il Double Feature, cioè con il cast – tra cui io 😉 – che ripropone le scene del film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *