Consigli cinematografici: Ragazzi strambi

Adoro i film con protagonisti un po’ strani, un po’ strambi. Sensibili, empatici, creativi, ribelli, spesso basta conoscerli per amarli.

Harold and Maude (1971)
Film cult anni 70, parla di un ragazzino affascinato dalla morte che si innamora di una donna alla soglia degli 80 anni. Un dark humor che ha stregato milioni di persone, facendolo diventare un film cult.

Rushmore (1998)
Un ragazzo di quindici anni, Max Fisher, frequenta il rinomato college Rushmore. È dotato però di una eccezionale creatività, che riversa nelle più disparate attività extracurriculari. Il secondo film di Wes Anderson, da vedere se siete fan del regista

The science of sleep (2006)
Film di Michel Gondry con Gael Garcia Bernal e Charlotte Gainsbourg. Il protagonista è un ragazzo strano che non riesce a distinguere i sogni dalla realtà. Userà questo suo problema in modo creativo per conquistare la donna che ama

Little miss Sunshine (2006)
Il quirky boy di questo film è Dwayne, ragazzo triste e malinconico che ha fatto voto di stare in silenzio fino a che non entrerà in accademia aeronautica. Lo zio cercherà di aiutarlo

Submarine (2010)
Oliver Tate è un timido quindicenne gallese spesso preso di mira dai bulli e innamorato di una coetanea. Cercherà di destreggiarsi tra una situazione familiare complicata e il primo amore

The perks of being a wallflower (Noi siamo infinito)(2012)
Charlie, ragazzo timido e impacciato, fa amicizia con una coppia di fratellastri ed entra nelle loro vite sconvolgendo la propria

17/06/2016

Tags: , ,

12 pensieri su “Consigli cinematografici: Ragazzi strambi

  1. Ormai fatico a trovare film interessanti che non ho già visto.
    Però è bello leggere i post di chi ha i miei stessi gusti !!
    Non sono ancora riuscita a scovare un blog di recensioni filmiche che mi soddisfi a pieno, e anche se sono sporadici i tuoi post sono mi fanno sempre venir voglia di rivedere qualche film magari visto tempo fa.

    1. grazie mille! nemmeno io ho trovato un blog di recensioni che mi piaccia, però mi fido della rubrica di Mereghetti su io Donna il sabato e Rotten tomatoes

  2. Visti tutti eccetto Submarine.
    Vorrei sottolineare la colonna sonora pazzesca di Harold e Maude e il fatto che sia uno dei rari film riusciti meglio del libro.
    Rushmore è il mio preferito di Anderson, forse anche perché legato a ricordi importanti.

  3. “Harold e Maude” è il mio film. Anzi, è IL mio film. Ho anche un posterone gigante appeso in casa scovato in un mercatino di Londra. Grazie, Giulia, per averlo menzionato. Una perla, davvero.

  4. Noi siamo Infinito (The Perks Of Being a Wallflower) é un film veramente bellissimo! Ogni tanto mi riguardo il finale su youtube, con quella Heroes di Bowie che dopo Noi, Ragazzi dello Zoo di Berlino perde (viva Dio) quell’allure da tossiconi che mi aveva impedito di ascoltarla ulteriormente!

  5. Adoro questo tipo di film (e libri!). “The Perks of being a wallflower” è uno dei miei libri preferiti, il film non mi è piaciuto quanto il libro ma cmq carino.

Rispondi a carla Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *