Recap acquisti 2016 e wishlist saldi

Il 2016 è l’anno in cui il mio guardaroba dovrebbe iniziare a cambiare. Fatto il punto della situazione definendo le regole per il guardaroba perfetto, capendo che è importante sapere dove si compra ma considerando il fatto che sono comunque schiava della moda e che vorrei tantissima roba (ma le mie finanze sono limitate): cosa devo comprare nel 2016?

L’anno è iniziato con molti acquisti (dato che ho anche venduto tanti dei miei vecchi capi).

La lista è questa

Immagine1

pantaloni Loeil presi online (li avevo visti addosso ad una ragazza e le ho chiesto consiglio per la taglia, altrimenti non avrei mai rischiato. Li adoro, mi vanno bene e li metto spesso)
pantaloni Simone Rocha x J Brand presi online (li volevo da secoli e li ho finalmente trovati, nella taglia più piccola perchè calzano enormi! Aspetto la primavera per metterli perché sono molto ROSA ma li adoro. Spero li sfrutterò)
top Loeil preso online (non l’ho ancora messo perché è senza maniche e odio indossare cose smanicate sotto giacche o maglioni ma conto di metterlo con l’arrivo del caldo. La qualità non è eccelsa ma neanche troppo male)
camicetta di seta vintage presa su Depop (carinissima, l’ho messa molto)
maglietta personalizzata presa su Etsy (sul sito c’era scritto cotone organico mentre quando è arrivata ho visto che c’è dentro IL 5% di elastane, cosa che ODIO. Anche il fit non è il massimo)
mocassini Castaner presi in sconto dal sito (errore, sono troppo a punta per i miei gusti. Li ho messi in vendita su Depop)
stivali pitonati presi in saldo a Milano (ottimo acquisto, li ho usati tanto e sono comodissimi)
mutandine personalizzate prese su Etsy
APC jeans presi su Vestiaire Collective (si devono ancora leggermente allargare, cosa che spero accada, altrimenti avrò sbagliato DI NUOVO)
maglioncino Sandro preso in saldo in negozio (molto carino ma costoso e fatto di poliestere, quindi puzzo velocemente. Forse non un grande acquisto)

Che ne pensate? Sono buoni acquisti?

A tutto ciò si aggiunge qualche piccola spesa per modificare capi che già ho (un abito Valentino rosso da stringere e una borsa pitonata molto carina da tingere di nero) e che conto di mettere, e 30 euro per un paio di ciabattine vintage con le piume che credo terrò su una mensola perché sono troppo ridicole  belle per uscirci.

A parte l’errore i mocassini sono abbastanza soddisfatta, anche se è chiaro che devo smettere di comprare online senza provare i capi, perché quasi sempre sbaglio qualcosa.

La mia wishlist però non è finita: ci sono capi che non posso comprare ora, perché si collocano in quella fascia di prezzo che non è ancora impossibile ma per la quale devo aspettare i saldi (oppure non fare la spesa per un mese).

SCARPE

VOGLIO DELLE CIABATTE!!!

Immagine2

Sono giunta a questa conclusione perché voglio qualcosa di facile da infilare, non completamente coperte davanti ma neanche con tutte le dita fuori. Il paio perfetto è dunque questo, i Pajama sandals di Trademark. Controllerò religiosamente il loro sito fino a che non andranno in saldo e le comprerò. CON I POM POM!!!

Immagine2

Per la mezza stagione ho già comprato un paio di scarpe: mocassini Massimo Dutti ( sono morbidissimi e comodissimi ma la nappa è così delicata che sono super segnati dopo qualche utilizzo). Quello che vorrei invece sono le ciabattine della H&M Conscious collection.  Sto anche usando le scarpette rosa di Asos dalle quali ho tagliato i pom pom (erano scomodi e un po’ cheap), perfette per la primavera

TOP

Non ho “pezzi di sopra”: solo stupide e basiche t shirts, e nemmeno tante, saranno 10 e tutte bianche. Sono stufa di t shirts, ho 28 anni accidenti

frontrowshop

Quindi mi serve una camicia bianca larga e comoda, senza colletto o con uno piatto come questo (odio il colletto alto e d’estate fa caldo) e con maniche ariose come questa di Frontrowshop

Immagine3

Sono innamorata dei top della Resort 2016 di Ellery. Ci sono varie copie in giro, come quella di Pinko (in poliestere, quindi con un pro: non c’è bisogno di stirarla e un cons: puzzerei), quella di Loeil, in lino (per ora sold out) e quella di Storets (in cotone ma che sembra più cheap)

storets

top di vario genere di Storets, non particolarmente cari ma dato che ne voglio alcuni aspetterei i saldi (1, in rosa,  2 , sold out,  3 e 4, più pesanti )

la-maille-epaules-nues

questo top Jacquemus , just because

TOTAL LOOK

Immagine4

Sono rimasta colpita dalla collezione estiva di Pinko, veramente carina. Questi sopra sono i miei pezzi preferiti: un pigiama in seta scuro, due gonne, una giacca che non è per niente il mio stile ma che mi piace molto (mio padre suggeriva che forse mi manca un attributo per indossarla). Oltre al top con le ruches, ovvio.

Immagine1

La palma dì’oro per la mia collezione preferita però va ad Erika Cavallini. L’ho scoperta grazie all’instagram di Chiara Ferragni (che indossava il pigiama giallo in una foto) e guardando il sito mi sono completamente innamorata sia dell’Estate 2016 sia della Resort. Qui sopra i look che mi piacciono di più. Molto versatile il pigiama in denim, il total look spezzato giallo in satin e i due look della resort (quelli sul fondo di marmo), molto Céline inspired. Ho visto le scarpe anche in bianco in negozio e sono bellissime (anche le ciabatte!)

ABITI:

Reformation

1  ,  2  ,  3  ,  4

NESSUNO fa abiti più belli di quelli di The Reformation. Eco friendly (sono fatti di materiali riciclati, vi avviso che non sono stupendi, come una viscosa bruttina), con tagli femminili e molto donanti, perfetti per le ragazze con poco seno (avevano fatto una linea per tettone ma non la vedo più sul sito). Ho preso un abito lungo l’anno scorso durante i saldi (scendono sempre almeno al 50%) che indosserò ad un matrimonio a Giugno. Purtroppo le spese di spedizione e dogana sono alte

BORSE

Immagine1

1  ,  2  ,  3  ,  4

Made in Italy, in ottima pelle, con forme semplici e funzionali: vi consiglio caldamente le FrenzLauer! Io ho la n.4 in bordeaux e tutte le volte che la metto qualcuno mi fa i complimenti (solo ultimamente: mio padre- che non li spreca mai- una vecchina in un vintage con l’occhio lungo, le mie amiche…). Sembrano piccole ma sono molto capienti. Sulla mia wishlist c’è la n.2, dato che non ho borse grandi

 

20/04/2016

Tags: , , ,

25 pensieri su “Recap acquisti 2016 e wishlist saldi

  1. Mi hai to un sacco di ispirazioni! Per quanto eiguarda Loeil, com’è la situazione sul fronte spedizioni (tempi, costi, dogana…)?

    1. spedizione rapida, nessuna spesa di dogana perché te le includono direttamente nelle spedizioni! Ho pagato circa 30 euro, quindi conviene fare un ordine grosso

  2. E hai 28 anni.
    Non ho piu’ letto altro dopo quella frase, ho solo ‘scroll down’ e guardato le foto. E mi sono sentita un’inetta alla moda. Ho praticamente la tua eta’ ma lo neghero’ fino alla morte perche’ ho un problema con gli anni che passano da quando ne avevo 18. E il mio guardaroba, a parte la parentesi lolita che non rinnego ma che ho separato dal daily, non e’ neanche molto diverso da allora. Credo. Continuo a comprare cose che mi piacciono e poi mi accorgo che non c’entrano nulla con la mia vita e non capisco.
    Quindi domanda: come fai a sapere cosa vuoi? Qual e’ il tuo segreto? Rivelaloooooooooo

    (ciao)

      1. E’ una bellissima domanda. Non so che vita faccio e vorrei fare tutt’altro ma stando ai miei termini, e qui di termini miei ce ne sono pochissimi. Cerco la mia strada, come Alice, quindi vorrei sembrare che ho la mia ‘shit together’ ma in realta’ sono disoccupata e in crisi per il visto. Quindi se metto la camicia bella per stare in casa mi sento una pirla, e se resto in tuta mi sento poco utile.
        Tu cosa metteresti?
        (Scusami se ti pongo questi grandi quesiti filosofici, se hai una rubrica stile cuori infranti ma per il guardaroba ti scrivo li! haha)

        1. no ma in casa non devi mettere né la camicia bella nè la tuta, secondo me! Solo cercare di essere carina, anche con un camicione di H&m in cotone e dei leggings (è la prima cosa che mi è venuta in mente)!
          Io metto sempre leggings attillati (tanto sono elastici) e qualcosa di largo sopra, con delle ciabattine carine.
          Figurati, nessun problema 🙂

  3. Tutto bello 🙂 hai scordato le maglie evergreen di Petit Bateau! (Su tuo consiglio ho preso il magliocino blu a righe bianche, fantastico). Per me il dramma di questo periodo sono sempre le scarpe, tanto che finisco per mettere ogni giorno le Gazzelle così zero sbatty ma che mi fanno sembrare sempre un’adolescente. Bellissimi i pantaloni Loeil, chissà se stanno bene anche a una bassotta come me. Hai qualche consiglio per un bel vestito elegante per un matrimonio? Ho fatto il giro di qualche sito ma non ho trovato nulla che mi colpisse…Reformation lo scarto perché purtroppo mi porto in giro un bel davanzale 🙁

    1. si è vero, me ne sono accorta dopo! che memoria!
      non ti consiglio i pantaloni se sei sotto il metro e 65, piu che altro perche ti vanno lunghi e non si vedono le nappine!
      Reformation faceva abiti per quelle con tanto petto, peccato non ci siano più… sui bei vestiti non saprei cosa consigliarti, non ho visto nulla di carino in giro, mi dispiace

  4. Erika Cavallin scoperta anch’io di recente e già mi sono perdutamente innamorata. Mai avrei detto che potesse piacere anche a te 🙂 Non ho mai potuto tastare la qualità ma i prezzi mi sembrano altini.

  5. Ciao Giulia,

    potresti indicarmi dove su Etsy hai preso la maglietta e le mutande personalizzate? Ho cercato un po’ ma sono riuscita a trovare solo venditori che fanno capi ricamati con scritte “fisse”. Grazie!

    Ah sì, volevo commentare già tempo fa, quando hai pubblicato il post su come ti vestivi una volta: ti seguo dagli inizi del blog e sebbene i miei gusti siano molto diversi dai tuoi apprezzo sempre i tuoi post, perché sono personali, approfonditi ed esprimi sempre la tua opinione – insomma caratteristiche che nella maggior parte dei blog sono più che assenti. 🙂

    Keep up the good work!

  6. Ma come si acquista su Etsy? So che può sembrare una domanda sciocca, ma ogni volta che provo mi perdo nei meandri infiniti di tutti quei profili e non ci capisco più nulla.

      1. Ahahahah si quella era l’unica cosa certa, mi riferivo al fatto che entro molto in confusione con tutti quei profili venditori e alla fine non trovo nulla.

        1. ah ok! haha scusa avevo capito male. Io cerco sempre cose per la casa, cose da personalizzare e gioiellini sottili! Ho anche fatto un post sui miei venditori preferiti, prova a dare un’occhiata, magari ti ispira

  7. Ciao Giulia!
    Bel post con grandi spunti per i prossimi acquisti!
    Ti volevo chiedere un consiglio: sto cercando un jeans (no zampa, no boyfriend perchè sono alta 1 metro e una virgosol) abbastanza classico possibilmente Made in Italy e ovviamente di buona qualità. Qualcosa che si aggiri intorno ai 100 euro. Hai consigli?

    Grazie e un bacio!

    1. ci ho scritto sopra svariati post dicendo sempre che non li trovo nemmeno io, non so cosa consigliarti perche servono anche a me
      al massimo i levi’s, hanno modelli nuovi non male tipo il Wedgie che a me sta male ma magari a te va meglio

  8. Giuli ciao consiglio veloce, anzi se riesci te ne strappo due.
    Per i pantaloni Loeil che taglia mi consiglieresti?
    Ho letto vestono piccoli,
    ed effettivamente presi un top l’anno scorso in media ed è bello ciucciato, pensavo di fare lo stesso con il mio prossimo acquisto e al massimo li porto a stringere.tanto passo la mia vita dalla sarta comunque !
    Poi, ballerine Miu miu da allacciare in caviglia; tornate in stock, colore?? Sono più per le pink satin ( ma penso si rovinino molto), nere? Easy per tante cose, ma penso perdano un pochino, rosa in pelle?
    Qui pareri contrastanti!
    Tu cosa ne pensi?
    Grazie mille, un bacione

    Have a good one,
    Silvia

    1. Non so, io ho preso la Small! C’è solo small e medium, non tanta scelta… mi vanno perfetti (ho una 40/42)
      NO satin, si distruggono e non si possono pulire! Voto pelle

    1. Ciao, solo guardando le foto della pagina Facebook non capisco molto (suggerisco foto più luminose e magari più professionali?) ma fate tante cose, brave! Io darei una linea stilistica più definita, ci sono tante borse diverse e non si capisce bene lo stile che seguite.E’ importante creare borse con una linea distintiva che si ripete. Opinione personale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *