Streetstyle che mi piace

 24-pfw-fw16-street-style

Ursina Gysi dove li trova esattamente certi capi? Questi pantaloni-trapuntina sono assurdi, devo ancora decidere se in senso buono o no

12716790_1732117583684171_1912224569_n

omg una delle sorelle di Fotine paura ha uno dei miei tatuaggi preferiti, come vi dicevo qui

celine-032620160306-0326

Che idea carina mettere una giacchetta lucida sopra un maglione a collo alto come questo che indossa una delle modelle del momento, Frederikke Sofie

celine-936120160306-9361

Questo total look Céline è davvero strano o sbaglio? Le scarpe sono enormi, le proporzioni non proprio usuali.  Addirittura il beige con il bianco (che personalmente odio). Però in qualche modo funziona (potere di Céline?). Mi chiedo come si faccia a stirare quel top…

Ci vuole personalità per non sembrare una nonna con questo total look Prada ma direi che Natalia riesce bene nell’impresa (quella borsa! Sarà la stessa di Leandra che vi dicevo qui ? Mi sono ricordata che quella che ha sfilato ed è simile è di Loewe <3<3)

celine-963020160306-9630-1

Ma del resto anche lei, come Miroslava Duma non ne sbaglia una: qui sopra in total look Céline, adorabile

milano-str-rf16-0080

Una delle mie fashion insider preferite è Sarah Harris. Sempre molto minimale ma ovviamente con capi bellissimi. Non avrei mai messo un dolcevita bianco sotto una camicia bianca ma devo dire non sta assolutamente male, non trovate?

new-york-str-rf16-6334

Qui giustissima con pelliccia bianca e le onnipresenti scarpe di Robert Clergerie di cui vi parlavo qui

NYFW-New_York_Fashion_Week-Fall_Winter-17-Street_Style-Vans_Beanie-Red_Trousers-

Mhh carini questi pantaloni: leggermente a zampa, con la piega davanti e un piccolo spacco laterale

paris-fashion-week-street-style-6

Chissà di chi è questa giacca così strutturata

celine-975520160306-9755

Questa invece è di Miu Miu e ancora la guardo rapita

pookie e louisa burch trademark

Guardate che carine  le designer di Trademark, Pookie e Louisa Burch Trademark, con i loro ormai tipici sandali e maglione e pantalone con i pom pom. Ho gli occhi a cuore

gettyimages-516779102_master

Devo confessarvi che mi piacciono moltissimo tutti gli abiti vintage-inspired, come questo che indossa Lindsey Wixon e che sembra uscito dagli anni ’50

10-jasmine-tookes

E per finire questo outfit che non ha niente di particolare ma questa modella è talmente bella che vorrei essere lei, ecco.

29/03/2016

Tags: , ,

16 pensieri su “Streetstyle che mi piace

  1. voglio essere sincera e premetto che questo commento non ha nessun intento offensivo perché rispetto le scelte personali e il gusto di ciascuno, ma quando ho aperto il post non avevo dubbi che sarebbero stati perlopiù i soliti look ammazza femminilità, confesso che per questo motivo ho smesso di seguire il tuo blog o perlomeno lo seguo con molto meno interesse, non mi piace vedere tra le proposte sempre questo stile che vuole essere originale ad ogni costo ma risulta goffo e triste, anche su queste persone che avrebbero tutti i mezzi per vestirsi in maniera più consona senza imbruttirsi così, a parte l’ultima foto dove però il look appunto è anonimo ma almeno decente
    senza cattiveria veramente, mi chiedo solamente per quale motivo una donna dovrebbe desiderare di conciarsi in questo modo, non parliamo di “sono le mode” perché se dobbiamo seguire la moda allora vale veramente il luogo comune che tanti stilisti hanno più a cuore la creazione ma non hanno considerazione del corpo femminile e sembrano creare abiti per svilirci
    con questo non sto dicendo di amare gli opposti trash e volgari o alcune pagliacciate che si sono viste in passerella di recente, ma una ragionevole via di mezzo senza pantaloni informi, capelli di colori improbabili e scarpe inguardabili e tristi
    ammetto di essere ormai disinteressata a questi look “fashion” e di finto streetstyle
    tanto più che un tempo lo streetstyle era sinonimo di ispirazione presa veramente dalla strada, mentre oggi si parla solo di fashion insider che si vestono tutti uguali e con questo stile, fortunatamente per la strada ci sono ancora look più interessanti
    un saluto

    1. Capisco che questi look possano non piacere ma fidati, non li posto perché “sono alla moda” ma perché mi hanno colpito in qualche modo. Per esempio Miroslava Duma e Sarah Harris non le trovo brutte, hanno jeans e maglione/blazer, tu invece le trovi goffe? Penso al contrario di te che sia difficile trovare persone ben vestite per strada e quando vedo queste editor durante le sfilate è una gioia per i miei occhi. Trovo le persone “normali” banali e tutte uguali molto di più delle fashion insider. Poi se noti quelle con i capelli strani e i look troppo costruiti non le posto mai, non è proprio quello che mi piace! Grazie in ogni caso per il tuo commento.

  2. Ciao, il mio commento prende in considerazione anche il tuo scorso post sulla spensieratezza adolescenziale del vestire. Vedi quello che penso è che guardare a molte di queste streetstyler come modelli da seguire sia uno dei motivi della perenne insoddisfazione che si prova per il proprio stile. Alcune di queste ragazze hanno semplicemento preso gli outfit dalla passerella, per il loro stile dobbiamo quindi fare i complimenti agli stylist dei vari brand.
    Per quanto riguarda le altre sono certo che tu non abbia nulla da invidiare loro, le designer di trademark sono adorabili e spontanee, la ragazza con i pantaloni a zampa è davvero carina e credibile, come lo è Sarah Harris.
    Trovo che la maggioranza delle ragazze fotografate solitamente abbiano look troppo studiati, composti da vestiti troppo nuovi, vestiti a cui non si fa tempo ad affezionarsi -e si vede- c’è sempre una sorta di distacco, indossare l’ultimo trend è tanto facile quanto difficile risultare convincenti.
    Da quando sto a Milano ho sempre sperato di incontrarti (ti seguo da quando andavo in prima liceo, ora ho quasi finito l’università, non commento mai), vedendoti sono certo che, per quanto tu non sia soddisfatta a pieno di come ti vesti, ti troverei più carina e con più stile dentro ai tuoi capi, a cui sicuramente tieni più di quanto miroslava faccia con i suoi di celine, che stanno già per finire dimenticati in un’immenso armadio.
    Ci vuole tempo, consapevolezza e forza d’animo per assumere stile. Ogni tanto penso addirittura che anche il non avere un patrimonio da sperperare per gli ultimi trend sia utile per mantenere la retta via della consapevolezza della propria immagine. Quando diventa più importante sfoggiare quel dato capo che è necessario avere si rischia di perdere di vista la strada che si compiendo, a meno che uno non sia Leandra, Ana Gimeno o non troppe altre.

    1. hai ragione sul conto di queste ragazze e anche sul fatto che avere un budget limitato aiuta a non comprare il capo all’ultimo grido (un modo elegante per dire “anche volendo, sono troppo povera!” haha)
      cioè mi segui da sempre!! grazie mille, non credo di avere molti lettori uomini ma mi fa molto piacere saperlo

  3. Natasha Goldenberg è pazzesca, non ne sbaglia una, ma io mi chiedo: che cosa fa nella vita? Perché è evidente che è piena di soldi ma non mi pare che faccia qualcosa in particolare

    Una cosa che non c’entra col post: sono stata in un Levi’s store a Londra e ho scoperto che lì vendono i 501 “rimodellati” con un taglio più attuale, ovvero i jeans del momento (ovviamente ne ho comprati immediatamente un paio), forse non sono stata attenta ma mi pare che in Italia non ci siano!
    (Il pigiama rosa che hai fatto vedere su Snapchat è bellissimo, secondo me camicia del pigiama + pantaloni normali ci starebbe tantissimo 🙂 )

    1. è la fondatrice di Buro 24/7, che tra l altro non è un brutto sito!
      noo non lo fanno da noi!!
      haha secondo me dal vivo non tanto, si vede proprio che è un pigiama

  4. Le borse di visone sono di Simonetta Ravizza (l’erede della pellicceria Annabella di Pavia, quella che sponsorizzava sempre le trasmissioni di Mike Bongiorno!!)

  5. Io Ursina non la capisco.. La trovo sempre vestita in modo assurdo ma non in senso positivo e quindi non capisco perchè venga fotografata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *