Trend: swimwear minimale

Avevo già pubblicato un post esaustivo sul costume perfetto per il vostro fisico ma non vi ho mai parlato dei miei marchi di costumi preferiti, quindi ecco una lista. Guardando il post una volta finito, mi sono accorta che tutti i brand che ho selezionato vendono modelli semplici e monocolore. E’ forse una reazione ai coloratissimi Calzedonia/Intimissimi etc che abbiamo qui in Italia? Non a caso io compro principalmente da Asos e Oysho (l’ultimo che ho preso è questo)e non ho un costume dai colori sgargianti o con una fantasia (devo ammettere che mi piacerebbe molto un bikini di Kiini ma 300 euro mi sembra decisamente troppo).

Di sicuro si nota che quest’anno il costume è minimale: che sia intero o a due pezzi l’importante è che sia di un colore e di un bel taglio, senza fru fru o orpelli.  Va tantissimo il costume intero, leggermente sgambato e con le spalline sottili, il bikini con una spallina, il top bralette.

Ne sono molto contenta, perché il mio bikini ideale (che non ho ancora trovato) ha

  • una parte sopra tipo bralette – forma secondo me molto adatta alle poco dotate – ma molto piccola (altrimenti sembrerei ancora più piatta), con spalline sottili non regolabili (odio il cosetto che permette di allungarle, sembra quello del reggiseno), e una piccola apertura sul retro (preferibilmente in plastica ton sur ton)
  • uno slip coprente (ma non a culotte, diciamo come le culotte sgambate di Victoria’s Secret, le uniche mutande che rendano il mio sedere accettabile) ma non troppo e leggermente sgambato sul davanti (ma non troppo, non ho il fisico per i costumi alla Baywatch)

Purtroppo però i marchi che mi piacciono (e che seguono il trend) vendono quasi tutti solo online o fuori dall’ Italia 🙁

REPERIBILI IN ITALIA:

ackwork

ACK_Campaign_Web7

Ack Work

marchio italiano fondato da Rebecca , minimale ma super cool: forme inusuali, materiali come glitter, velluto, bordi a contrasto… molto apprezzabile la scelta di fotografare un lookbook con una modella sopra i 50 kg e sotto il metro e 80. I prezzi sono sopra i 100 euro. Trovate i suoi costumi a Milano da WOK!

cos swimerar

COS

Il marchio “fratello” di H&M ha sempre una selezione di costumi minimali e monocolore. Secondo me il fit non è pazzesco, gli slip vestono molto grandi e i pezzi di sopra troppo piccoli (anche se sono perfetti per noi piatte) ma le forme sono sempre carine e i prezzi contenuti (entro i 60 euro )

NON REPERIBILI IN ITALIA:

weareinyourarms

fdd4e1b34c1fd5753621f5c1bbb3ddd3

We are in your arms

Marchio australiano che usa materiali riciclati per i suoi costumi. Il loro tessuto di punta è una specie di knit che dalle foto sembra velluto. 130 dollari a bikini.

bower

large_bower-modern-swimwear-minimalist

Bower

Costumi prodotti in Portogallo con materiali provenienti dall’Italia, linee semplici e sportive. Il prezzo medio è 120 sterline.

her

carousel-item-1

Her

Brand australiano con produzione locale, i suoi costumi sono tutti in toni naturali e forme estremamente semplici (qualcuno direbbe “per niente sexy”), eleganti e raffinati.I prezzi si aggirano intorno a 150 dollari.

matteauswim

matteau swim

MatteauSwim

Forse il mio preferito di questa lista, questo marchio nato da poco e made in Australia offre bikini dalla forma perfetta, semplici, sui toni del nero. Purtroppo per un bikini i prezzi partono da 280 dollari.

minimale animale

STAY-KOOL

Minimale Animale

Marchio californiano minimale ma super sexy (ve ne parlavo già nel 2014), specializzato in bikini sgambatissimi e minuscoli in un materiale che sembra cotone a coste. Per chi non ha niente da nascondere. I prezzi partono dai 100 dollari e arrivano oltre i 200.

farronswim

farronswim

Farron Swim

Bikini e costumi interi in pochissimi colori ma tante forme essenziali. Costano 80 dollari al pezzo.

solid

screen-shot-2016-05-01-at-10-45-46

Solid&Striped

Un’altra linea americana semplice semplice che mi è saltata agli occhi per la sua  collaborazione con Poppy Delevingne di questa estate, assolutamente perfetta, comprerei ogni singolo pezzo (dagli 80 ai 150 dollari ma c’è il solito problema dogana).

Immagine1

home-top

ALIX 

Il motto di questo marchio di NY è “Bodysuits Redefined” e i suoi costumi sono diversi dagli altri: fasce che si intrecciano, pezzi di sopra che sono quasi dei top, bikini a blocchi di colore. Molto interessanti! Sui 200 dollari.

Immagine2 Immagine3

NU SWIM

Bellissimo lookbook e colori insoliti per questi costumi dalle spalline sottili. Il marchio è californiano ed è nato nel 2015, costa tutto (non molto) meno di 200 dollari

Cocodune3

Immagine4

COCODUNE

Sono rimasta colpita dalla policy di Cocodune: offrono la possibilità ai clienti di scegliere 4 pezzi da provare a casa, scegliere quello che vogliono, pagare e restituire il resto gratuitamente. Molto intelligente come opzione, no? ll sito poi è fatto così bene che invoglia a comprare. I prezzi per un bikini variano ma si aggirano intorno ai 150 dollari.

 

 

02/06/2016

Tags: , ,

8 pensieri su “Trend: swimwear minimale

  1. ciao giulia, ho riletto i tuoi consigli per il costume perfetto, ma..che consigli daresti ad una ragazza un po’ più rotonda ma con seno piccolo?

  2. Bella selezione. Vado fuori tema: vista la tua passione del rosa, ti ho pensato quando per caso ho trovato questo sito, http://www.nudevotion.com/
    E’ dedicato al nude, ma ovviamente c’è molto rosa. Un’idea interessante, una selezione di articoli dai vari shopping on line solo su un colore! Ciao Mita

  3. E io che ho poco seno, sono piccolina (quindi gambe corte), spalle larghe per via del nuoto e ho un paio di kg da smaltire, oltre che dimagrire (o restare reclusa in casa per evitare la prova costume), cosa mi consigli?
    Mi piacerebbe un costume intero sgambato, ma non ho ancora trovato quello giusto!

    GRAZIE, ti seguo sempre su snapchat! Sei fantastica!

    1. direi un normale bikini, magari con la mutanda leggermente sgambata e il pezzo di sopra che non si allaccia all’americana (allarga ancora di piu le spalle)
      grazie a te!

  4. Ti segnalo anche i costumi weekday:sempre famiglia h&m quindi controverso (prezzi bassi ma eticAmente discutibile) ma cose essenziali molto carine. Io ho puntato entrambi i costumi interi!http://shop.weekday.com/it/Womens_shop/Swimwear
    Molto molto belli anche quelli di made by dawn.marchio americano quindi per solito problema per quanto riguarda la spedizione in italia. Ho visto però che Matches uk tiene alcuni pezzi. Prezzi alti (oltre i 200 euro). http://www.madebydawn.com/collection-20152016/
    Fra i più belli ma dai prezzi assolutamente (per me)inavvicinabili ci sono quelli di marysia:semplicissimi ma con un bel taglio e con il famoso effetto scalopped che è sempre carino. https://www.net-a-porter.com/Shop/Designers/Marysia

    1. adorabili i madebydawn, non li conoscevo! Perfetti per le piatte
      Hai ragione, selezione di Weekday super minimale e bella (anche a me piacciono gli interi)
      marysia non l ho inserito per via dello scalloped ma è il mio preferito in assoluto. peccato per i prezzi ma ormai ci sono le imitazioni ovunque (l ho preso su asos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *