#FranSays

Sapete ormai della mia passione per Fran. Non so come abbia fatto a non accorgermi prima della serie #FranSays sull Instagram di Vanity Fair! Piccoli video spassosissimi pieni di perle di saggezza in stile Lebovitz.

L’anno scorso aveva fatto la stessa cosa. Poi ci ha spiegato perché non ha un i phone, perché i Repubblicani sono meglio dei Democratici, cosa si può fare per risolvere il problema del vagabondaggio e dei rifugiati. Io la amo.

27/06/2016

Tags: ,

3 pensieri su “#FranSays

  1. Ma lei è bravissima! Social studies era il mio primo libro di Fran che ho letto, anni e anni fa quando cominciai a leggere Sylvia Plath, Dickinson, Sonntag, ecc. E mi sono subito piaciuti i suoi modi di raccontare cinici e sarcastici. Non seguo VF sull Instagram, e ti ringrazio per avermi fatto scoprire questi video 🙂 La amo anche io!

  2. Ammetto di essere rimasta piuttosto delusa sentendola parlare.
    Ad ogni modo, questo commento è per complimentarmi con te che non hai mai letto Gamberale… Continua così! All’epoca diventò famosa per la breve autobiografia incentrata sulla propria anoressia (uno dei peggiori libri che abbia letto sul tema, specie se si pensa che all’estero ci sono penne come Hornbacher) e a quanto pare ormai sforna un libro all’anno; se non sbaglio ne ha scritto uno a quattro mani con quell’altro pessimo soggetto di Gramellini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *