LOST IN TRANSLATION: Sapevate che…

Amo alla follia questo film di Sofia Coppola, ricordo perfettamente il giorno in cui uscì al cinema e andai a vederlo con la mia amica Virgi, ricordo che eravamo in pochissimi in sala e uscendo dalla proiezione rubai la locandina, che è rimasta in camera mia fino a che non ho dovuto cambiare casa (penso sia una delle più belle della storia, Bill Murray con le ciabattine dell’albergo troppo piccole per i suoi piedi e quella faccia sconsolata)

TORACASA-1-1-800x800

Ho trovato su internet alcune curiosità e aneddoti sul film che potreste non sapere (ATTENZIONE: SPOILERS):

– Scarlett era riluttante a filmare la prima scena con le mutandine rosa semitrasparenti, fino a che Sofia non le indossò lei stessa per mostrarle come apparivano. La ripresa è ispirata ad un dipinto di John Kacere, i cui quadri si vedono più avanti nel film, appesi in hotel

3d0dec0b52d6fb8ba65f24109c6922cd

– E’ il film preferito da Bill Murray tra quelli che ha interpretato

– E’ stato filmato in soli 17 giorni ed è costato 4 milioni di dollari

– Molte scene e dialoghi sono stati improvvisati, come il bacio nel finale

– Charlotte e Bob non si sono mai presentati, nel film

– Sofia Coppola voleva solo Bill Murray per il film, se lui non avesse accettato non se ne sarebbe fatto niente. Fino al giorno delle riprese non era sicura che lui arrivasse, dato che si erano messi d’accordo solo verbalmente. Ecco la storia di come è riuscita a contattarlo.

-Il film che Bill e Scarlett guardano quando non riescono a dormire è La Dolce Vita, che parla di una relazione tra una ragazza e un uomo più vecchio

– L’ispirazione dietro la pubblicità del whisky di Bill viene dal fatto che il padre di Sofia, Francis Ford Coppola, girò una pubblicità per il whisky Suntory con Akira Kurosawa negli anni ’70

-Per anni, nessuno a parte Bill Murray, Scarlett Johannson e Sofia Coppola hanno saputo cosa Bob sussurra a Charlotte nella scena finale, ma secondo lo show della BBC2 “The Culture Show” dell’ October 2006, dove sono stati usati strumenti sonori speciali per rendere la conversazione udibile, Bob dice”I love you. Don’t forget to always tell the truth.”

The-Last-Scene-lost-in-translation-22728326-500-284

E’ o non è il finale più bello e struggente di sempre?

Ci sono però altre versioni (che me sembrano meno plausibili):

Se non l’avete visto, recuperate al più presto!

22/03/2017

Tags: ,

8 pensieri su “LOST IN TRANSLATION: Sapevate che…

  1. Le famosissime scene a Shibuya sono state girate di nascosto dalle finestre dello Starbucks che da sullo scramble! (ce l’hai sicuramente presente)
    Ho visto una volta un making of (si trova anche su YouTube), mi ha colpito come fosse davvero una piccolissima produzione…

  2. Bellissime curiosità molte non le sapevo. Amo questo film, mi lascia sempre un’aura di meravigliosa malinconia.
    In realtà apprezzo tutti i lavori di Sofia Coppola, infatti perdonami se ti correggo ma il suo debutto alla regia (che è anche uno dei miei film preferiti♥) è Il giardino delle vergini suicide. L’hai visto? Cosa ne pensi?

  3. Quanto quanto quanto ho invidiato la Scarlett in quel film! Bill Murray mio spirito guida e uomo ideale per sempre.

  4. Oh…
    Non ho parole… cioè, se quella frase fosse stata udibile secondo me tutto il film avrebbe avuto un altro significato.
    A me non è piaciuto… mi ha lasciata con un senso di incompiutezza insopportabile!

  5. Sempre amato questo film, la fotografia mi fa morire e da anni tormento tutti gli amici per andare al Karaoke (quelo vero del film, mica schifezze al bar!).
    A Londra ce ne sono di fichissimi, prossima volta che vado farò tappa, il Giappone per ora è oltre le mie finanze..
    Baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *