Negozi online che potreste non conoscere

Dopo che vi ho parlato dei  miei negozi online preferiti, ecco il secondo post a tema!

THE LOEIL

loeil

loeil2

Sito troppamoda che copia palesemente Céline e mille altri marchi, con prezzi accettabili e capi abbastanza originali. Attenzione ai materiali (ma sono indicati) e ai fit, un po’ sghembi. La dogana è calcolata insieme alla spedizione, quindi andate tranquille.loeil3

FRONTROWSHOP

frontrowshop

Altro sito con i capi nello stile del momento, con spedizione da qualche parte in Asia e dogana inclusa. Materiali bruttini ma i capi in cotone sono ok.

frontrowshop2

STORETS

storets

Stessa storia, ma una selezione ampissima di capi tutti simili tra loro. Al momento è tutto un volant

storets2

ROUJE

rouje2

Ahh, il sito del momento. L’ e shop di Jeanne Damas, che ha creato furbescamente una linea di capi semplici semplici e costosissimi, per farci sentire tutte un po’ francesi. Io personalmente un abito di viscosa /poliestere non lo pagherei 160 euro, poi vedete voi.

rouje3 rpuje

REALISATION PARR

realisation parr 2

Adorabili vestitini estivi e top in seta, corti corti stretti stretti. Spediscono dall’estero ma la dogana è inclusa!realisation parr

 

 

Share...
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on TumblrPin on PinterestShare on Google+
28/06/2017

Tags:

7 pensieri su “Negozi online che potreste non conoscere

  1. Giulia, assolutamente senza polemica (lo preciso perché se non letto con il tono giusto quello che sto per scrivere potrebbe sembrarlo):

    Dopo tutti i discorsi “non compro più da Zara per n° motivi” mi cadi su questi siti che non si sa dove producono? Non credo serva che aggiunga altro perché so bene che non sei stupida, leggi e ti informi e sei perfettamente consapevole della situazione.
    Comprare vestiti con un minimo di consapevolezza oggi è un dannato casino, scrivo questo commento perché credo che tu nel tuo piccolo sia ormai una “influencer” capace di muovere un minimo di pensiero critico nelle persone che ti seguono…e quanto ce n’è bisogno!

    1. non è stupida, legge e s’informa, ok, quindi devo dedurre che semplicemente sia libera di fare quello che le pare, è forse vietato?

      (scusa Giulia se prendo le tue difese senza permesso, anche se so che non ne hai bisogno)

    2. comunque penso che paragonare queste produzioni a quelle di super massa come certe catene, sia sbagliato
      in Oriente (perchè tanto è li che i discorsi vanno sempre a parare) esistono tantissime realtà etiche, efficienti, moderne e puntuali
      se sei un brand minore o comunque uno che vuole tenere i prezzi accessibili, per forza devi far produrre “altrove” i tuoi pezzi
      ma questo non significa mettere da parte eticità e correttezza in ciò che si fa

  2. Su Front Row ci ho comprato dei capi invernali davvero carini, ottima fattura per il prezzo e la qualità medio-bassa dei materiali, che tutto sommato sono belli rigidi e non si sformano. Unici due nei:

    1)le taglie: da controllare bene le misure, io ho preso due gonne simili, entrambe small, ma per una delle due ci voleva decisamente una medium.
    2) armatevi di pazienza perchè ci vogliono secoli, perchè arrivino… però che bello quando arriva il pacchetto 🙂

    Grazie per i consigli Giulia!
    Angela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *