Canzoni (del 2000) per quando siete arrabbiati

Quando ero una adolescente arrabbiata adoravo ascoltare musica a tutto volume nella mia stanzetta piena di poster, fino a che mia madre e mio padre non venivano a dirmi di piantarla. Ma che volete? Un po’ di rispetto, sto soffrendo, non posso ascoltare i Korn a basso volume. Non ascolto più la musica in cameretta ma spesso quando esco da lavoro, o da una situazione stressante, metto le cuffiete e ascolto le mie vecchie canzoni preferite. Scusate giovani leve, forse non vi diranno molto questi pezzi!

Grande classico del 2000, forse vi ricorderete il video, che si ispira al film Alien.

Peaches è uno dei miei personaggi preferiti di sempre, completamente unapologetic, sboccata, divertente e sregolata. Ascoltavo questa canzone dopo due ore di distribuzione giornali al freddo della sera quando abitavo a Lione. Correvo via verso il mio appartamento al caldo e borbottavo “I don’t give a fuck” con grande enfasi

Non c’è niente da dire su questo pezzo leggendario, siamo d’accordo? Nel 1991 avevo solo 4 anni ma nel 2001 – ah quanto l’ho ascoltata!

Tutti abbiamo cercato di cantare i primi versi di questa canzone (senza riuscirci), da adolescenti. Leggendaria la performance del gruppo ai Grammy Awards nel 2002

I’m tired of being what you want me to be, cantava Chester Bennington, purtroppo deceduto recentemente. La canzone che tutti abbiamo ascoltato almeno una volta, sentendoci capiti da qualcuno.

Share...
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on TumblrPin on PinterestShare on Google+
28/07/2017

Tags: ,

Un pensiero su “Canzoni (del 2000) per quando siete arrabbiati

  1. Anche io ne ho ascoltate parecchie di queste, Peaches che scoperta! La canzone è stupenda!
    In questo periodo sono in totale fissa da System, Chop Suey, Toxicity, B.Y.O.B, le sto ascoltando in loop! Numb pure è una delle mie canzoni del cuore e sentire questa e le altre dopo che Chester se n’è andato, mi fa uno strano effetto purtroppo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *