Un weekend a Roma

Sono appena tornata da un meraviglioso, stupendo weekend a Roma con le mie amiche di Parma e dato che ho potuto usufruire di tutti i preziosi consigli che mi avete mandato su Snapchat, eccomi qui a condividerli tutti con voi. Prima di tutto voglio dirvi che amo profondamente Roma: ogni angolo è magico, ogni via è speciale. E’ incredibile la quantità di cose da vedere, la bontà del cibo, la simpatia della gente. Mi sono ammazzata di risate con i tassisti e ho fatto amicizia con ogni cameriere di ogni bar.

Cosa ho fatto in 2 giorni?

16908415_252373988506452_5500941903094349824_n

HO MANGIATO RAGA. HO MANGIATO COME UN PORCELLINO.

(Qui da Mizzica, bar siciliano in zona Piazza Bologna, dove avevo l’alloggio. Avevo appena mangiato per due persone ma non ho potuto rifiutare questa brioche ripiena di granita alla mandorla e pistacchio e coperta di panna montata, non dopo che il barista mi ha detto “mangia che sei bella e devi crescere”).

IMG_5113

Ed eccomi con le mie amiche 🙂

Vi illustro cosa sono riuscita a fare in questi due giorni, alzandomi tardi e muovendomi solo in taxi (la app my taxi funziona perfettamente e i veicoli arrivano in un batter d’occhio, a differenza di Milano).

VENERDI SERA

Arrivo alle 21 e via a mangiare le Pizzette fritte da Ce stamo a pensà nel quartiere Monti (divine)

IMG_5087

Poi la cosa più divertente del mio weekend, gli shottini da Libri  Cioccolata e Vino, a Trastevere. Questo bar,  che si individua subito per la lunga fila fuori, è un buco pieno di libri e con lampadari di cristallo, vende libri nuovi e usati e serve soltanto shottini da 3 euro in bicchieri di cioccolato. Hanno tutti nomi a sfondo sessuale e i camerieri si divertono a prendere in giro gli avventori con battutacce tipo “ragazze, che vi faccio? Beh, cosa vi farei lo so, ma cosa vi do da bere?”. Io piangevo dal ridere. Divertentissimo. Tutta la via dove c’è questo baretto è piena di gente e c’è anche un bar Internazionale pieno di stranieri

Poi tappa per un drink nello storico Bar der Fico in piazzetta del Fico

SABATO

Sveglia tardi e giretto nella zona del

Pantheon

con tappa pranzo a Campo dé Fiori ne Il forno campo de fiori per mangiare la pizza bianca calda (io l’ho presa ripiena di fiori di zucca e mozzarella. Mistica).

Il pomeriggio l’ho dedicato ai

Musei

  • Chiostro del Bramante, mostra LOVE (purtroppo finiva questo weekend)

IMG_5097

Qui della stanza di Yayoi Kusama.

  • PALAZZO BRASCHI (MUSEO DI ROMA), mostra di Artemisia Gentileschi (Campo de Fiori)

17126321_207211636423090_1057612482341765120_n

Mostra meravigliosa, consigliatissima. Poi potete fare un giro in zona Campo de Fiori, carinissima

  • Museo del Vittoriano: Boldini

16908573_316888665380454_2987718773110210560_n

Favolosa mostra del pittore italiano! Davvero bellissima e ben curata. Dopo la mostra, passeggiata in zona  Colosseo e Fori Imperiali, nei dintorni del Vittoriano. Al tramonto è stata una cosa magica.

Cena da Angelina a Testaccio, dove finalmente ho messo in pancia la carbonara.

DOMENICA

Sveglia tardi, operativa verso le 12, avevo solo 4 ore a disposizione, quindi sono andata nel quartiere Monti

IMG_5139

Dove ci sono tanti negozietti vintage carini. Mi avevano consigliato il Mercatino della Domenica ma non mi sento di dirvi di andare, fa piuttosto ridere. Ecco invece i vostri suggerimenti sul quartiere

GIRETTO NEL QUARTIERE MONTI

  • Veloce passaggio al Forno dei serpenti nella via omonima (dove ho finalmente assaggiato il supplì e dei FAVOLOSI bigné di San Giuseppe, bignè fritti ripieni di crema. IL PARADISO)
  • Via Urbana 54: Zia Rosetta. fanno delle mini rosette ripiene di cose moooolto interessanti. Dai fiori di zucca e ricotte a quelle di ispirazione nordica con senape patate e salmone. Io ho preso quella con l’abbacchio, stupenda
  • Super gelato da Fata Morgana (gusti particolarissimi! Io ho assaggiato pera-vaniglia-cioccolato e crema-fragola-mandorle), assolutamente da provare
  • Passeggiata per via del Boschetto dove ci sono un paio di negozietti adorabili
  •  Una traversa di via del Boschetto e’ via Panisperna: 2 negozi carini sono le Gallinelle, vestiti fatti da loro stipendi con tagli pazzeschi e tessuti buoni e NoraP , mobili design anni 60 e gioielli vintage

Mi avevano consigliato anche

  • Via degli Zingari 22: Libri necessari. Un buchino di libri usati. Si trovano alcune cose deliziose (chiuso la Domenica).
  • Via Panisperna 251: Ai Tre Scalini. La Mecca del bicchiere al volo o accompagnato da taglieri (sconsiglio i piatti caldi che sono tutti già pronti). Pieno di gente da prima di cena a dopo cena (un sacco di fighi, cosa che lo accomuna al Bar del Fico) super divertente il quartino di vino che costa molto poco (4,5€) ed è ben più di un bicchiere.
  • Via del Boschetto 37: da Valentino. Una delle poche osterie romane buone e tranquille della zona. Tant’è che è sempre piena (anche in infrasettimanale) di romani.
  • Regoli in Via dello Statuto. La pasticceria delle colazioni tanto grasse quanto buone. Si entra nella pasticceria, si sceglie la pasta, si torna al bar (che è subito a fianco) e loro te la fanno ritrovare al bancone attraverso una porticina segreta. Buonissimi i bignè al cacao (dentro hanno una delicata panna al cacao che per me è la morte. Però il pezzo forte sono i maritozzi, che al bar fanno anche piccolini. Quello normale è oggettivamente enorme)

IMG_5122

Prendendo poi questa scalinata, sono salita alla Basilica di San Pietro in Vincoli (attenzione, chiusa in pausa pranzo, riapre alle 15), dove è possibile vedere il Mosé di Michelangelo

IMG_5140

Ho poi preso un taxi e mi sono fatta portare alla Terrazza del Pincio, dove se avessi avuto tempo avrei visitato la Galleria a Villa Borghese e Villa Medici.

Da qui, passeggiata bellissima

  • Trinità dei monti e Piazza di spagna
  • Fontana del Tritone
  • Chiesa di S. Maria delle Vittore (dove c e l’estasi del Bernini – questa chiesa è INCREDIBILE)

IMG_5141

Qui con la mia amica Virgi.

Purtroppo poi sono dovuta ripartire. Vi condivido però tutti gli altri suggerimenti, che sfrutterò la prossima volta!

 

ROMA: IL PROGRAMMA

MUSEI

  • Maxxi , al momento c’è una motra di fotogrtafia di Letizia battaglia – aperta fino alle 22 sabato (A Nord vicino Ponte Milvio)
  • Galleria a villa Borghese, (prenotare prima perché va a scaglioni, 20 euro ma bellissima!)
  • Villa Medici -l’unico modo di visitarla è con visita guidata di 1 ora e mezza, ci sono ogni tot ore, presentarsi prima dell’inizio della visita guidata -carino bistrot dentro, (Piazza di spagna)
  • Gagosian , aperta solo Sabato (vicino Piazza di Spagna)
  • Frutta Gallery via dei salumi 53 (Trastevere)
  • Galleria Doria Pamphilj è una grande collezione privata esposta a Roma nel Palazzo omonimo, meravigliosa la galleria degli specchi. Tra Via del Corso e via della Gatta

 

SHOPPING

  • Ditta annibale gammarelli – dove fanno i vestiti al papa, pare sia top comprare i calzini qui. Via santa chiara 34
  • Via del governo vecchio per il vintage
  • cherry profumi -via francesco crisi 73 (vicino trinita dei monti)
  • Pifebo vintage – ha varie locations
  • Borghetto flaminio per il vintage (vicino piazza del popolo)
  • Porta Portese vicino Trastevere – Domenica mattina

 

RISTORANTI

TRASTEVERE

  • Taverna trilussa
  • Da checco er carrettiere
  • Da Enzo al 29
  • Da Teo
  • Roma sparita per pare migliore cacio e pepe -consigliata da bourdain
  • Dar poeta super classico- PIZZA vicolo del bologna 45/46 (si aspetta tantissimo)
  • Roscoli enoteca

PIAZZA NAVONA

  • Coromandel brunch all’americana super!! location adorabile (con carte dei tarocchi) french toast, uova, etc! via del monte giordano 60 -à dopo chiostro bramante, sono vicini anche per dolci
  • Retrobottega
  • Osteria DA FRANCESCO, (in piazza del fico a 2 minuti da piazza), tipico romano rustico

TESTACCIO (in generale qui è tutto buono)

  • Felice
  • Flavio al velavevodetto
  • Angelina (dove sono stata io)

MONTI

  • L’asino d’oro
  • La taverna dei fori imperiali

————————————————————————————————————-

  • Tiberino – (sull’isola tiberino) per cucina romana rivisitata
  • Cucina kosher DA NONNA BETTA al (ghetto ebraico), vera cucina romana
  • Osteria chiana frequentato da vecchia roma (Al Coppedé)
  • Trattoria der pallaro largo del pallaro 15 (vicino c. de fiori)

SNACKS E MERENDE

  • Pizzette Trieste in via Urbana
  • caffè Canova tavolini super classico in mezzo alle statue (tRINITà dei monti)
  • gelato Frigidarium via del Governo Vecchio (vicino Chiostro Bramante/ p.navona)
  • pizza da Bonci Pizzarium vicino musei vaticani o vicino Roma Termini, fermata Cipro (cicciona super consigliata)
  • baccalà fritto in Santa Barbara dei Librai (dietro Campo dei Fiori)
  • Millefoglie da Cavalletti ( una volta a settimana la mandano alla Regina)
  • La pizza da Trapizzini a Testaccio (straconsigliato)
  • Biscottificio Innocenti a Trastevere, istituzione
  • Maritozzo da Regoli, vicino Piazza Vittorio

 

LA SERA

  • Quartiere monti – radical chic /aperitivo
  • Quartiere Pigneto per locali – davanti al Bar Necci c’è una paninera, entrando in fondo c’è una porta con un telefono vicino, se chiami si apre un locale segreto, Spirito 
  • Mezzo per un drink, Vermoutheria!! via del Pigneto 19 (est)
  • Dal verme: concertini e cocktails buonissimi (lontano est)
  • Aperitivo da Zuma, giapponese dentro palazzo Fendi alla fine via condotti (Piazza Spagna)
  • Cocktail Da Baccano (molto bello il bar! Tra fontana di trevi e via del corso)
  • Cocktail all hotel Locarno (in estate!! giardino coperto e stile liberty dietro piazza del popolo)
  • via pietralata: Il Lanificio Cucina, cena e poi locale carino con dj set (nord)
  • dall’1 alle 7: Jerry Thomas, speakeasy, prenotare!

 

VISITARE PER QUARTIERI

CAMPO DE FIORI

  • Piazza: Libreria Farenheit 451 (medio piccola, libri di fotografia, cinema e teatro.. arti figurative
  • Via dei Cappellari, 83: La grotta del libro (libreria, prevalentemente di architettura, di un vecchietto super simpatico. Molto interessanti sono le stampe che vende a 1/3€)
  • Via del Pellegrino 165: Libreria del Viaggiatore(una libreria sui viaggi e sulle città dotata di un pavimento di vetro che ti fa vedere i libri anche al piano sottostante. Ci sono delle chicche pazzesche)
  • Via del Pellegrino 55: Sciam (non è una libreria ma dovete assolutamente passarci. È una vetreria che importa piattini, coppette, tazze e bicchieri da Egitto Turchia ecc.. la cosa eccezionale è che la maggior parte del negozio si snoda nel sottosuolo dove casse e casse di vetri sono accumulate in un modo folle. Le ceramiche con i disegni sono stupende)
  • Via dei Banchi Vecchi 124Anche questa non è una libreria ma un buchino per trovare tutte le tisane del mondo e ovviamente anche tè, il proprietario è super gentile.
  • Via dei banchi Vecchi 14: Il goccetto. L’enoteca più carina che ho trovato per il momento. Hanno a prezzi ridicoli vini davvero buoni (Io prendo sempre il Conte d’Arco, un prosecco che sembra un po’ Goutorbe)
  • Largo dei Librari 88 (Via dei Giubbonari): Filetti di Baccalà. Un posto dove fermarsi e mangiare i filetti di baccalà fritti più buoni che abbia mai assaggiato con l’insalata di puntarelle. Si possono anche mangiare al volo camminando. Se vi fermate potete dare un’occhiata alla chiesetta di Santa Barbara dei Librai, minuscola e deliziosa.

 

GHETTO EBRAICO 

1 km da chiostro bramante passando da campo de fiori

  • dolci tipici al Forno Boccione – crostata di ricotta e visciole (chiuso Sabato )
  • Via dei Pettinari nei dintorni c’è piazzetta dove fanno baccalà fritto
  • Via della Reginella 8 – Il museo del Louvre – negozio pazzesco di foto vintage
  • Accanto: pasticceria ebraica tutta rosa

 

CHIESE IN ZONA PIAZZA NAVONA

  • chiesa di san Luigi dei Francesi, 3 opere di Caravaggio
  • Pantheon
  • Chiesa di s maria sopra minerva, vicino pantheon, unico esempio di gotico a Roma
  • Basilica di st andrea della valle -piazza omonima

Attenzione perché le chiese chiudono in pausa pranzo

 

ALTRO DA VEDERE 

  • via Veneto Chiesa di S.Maria Immacolata -con ossario dei cappuccini (con dentro opere di Caravagglio, 5 euro l ingresso)
  • Giardino degli aranci al tramonto -vicino circo massimoà nella piazza prima del cancello del giardino: spioncino della sede dei cavalieri di Malta per vedere il Cupolone
  • Cimitero acattolico inglese -meraviglioso, tomba di keats e tanti altri(testaccio sud)

 

TRASTEVERE

  • Libreria Trastevere Via della Lungaretta 90/E. Minimum Fax. Scontatissima, ma la selezione di libri è sorprendente (li prendere tutti) e la zona è comunque bellissima
  • Via del Moro 45: Almost Corner. Libreria inglese. Piena zeppa di libri. Molti sono usati (sia in buone condizioni che rari)

 

QUARTIERE COPPEDE’

Passeggiare e perdersi in questo quartiere unico!

06/03/2017

Tags: ,

15 pensieri su “Un weekend a Roma

  1. Bellissimo e utilissimo post Giulia, grazie!:) concordo sul fatto che Roma sia magica: ci sono stata solo una volta, ma nel treno del ritorno mi sono subito detta, “ma quante cose è che non ho visto? Devo tornarci subito!”. E spero davvero di tornarci presto!:)

  2. Ciao Giulia, i tuoi post di viaggi sono sempre tra i miei preferiti, e questo su Roma mi sarà sicuramente utile, grazie! Ti volevo segnalare comunque che la mostra Love sarà a Milano dal 17 marzo al 23 luglio, al Museo della Permanente. Dici che vale la pena visitarla?

    ps=Inoltre se avete conservato il biglietto di un’altra mostra del gruppo Arthemisia (per esempio io ho quello di Escher a Milano e Picasso a Verona…) pagate ridotto!

    Silvia

    1. Ah non lo sapevo!! avessi saputo, avrei evitato di andare e fare un’ora di fila, accidenti. Mah, secondo me non era niente di speciale, però un salto si puo fare
      noooo sei seria?! non sapevo!!

  3. Io ho bellissimi ricordi di Roma.

    Da ragazzina (11-12 anni), quando vivevo a L’Aquila, ci andavo continuamente.
    Tappe obbligate: il super mega negozio Onyx in via Del Corso, tutto blu e con la musica tunz tunz (lì comprai le mie prime zeppe e i miei primi pantaloni a super zampa!!)
    Di fronte, le Messaggerie Musicali.
    E per finire, tappa obbligatoria con tanto di fila fino fuori (papà scusami) da Mc Donald’s, all’epoca non ce n’erano altri in Italia. Non mangiavo niente, solo il Sundae al caramello e l’hamburger a cui toglievo il cetriolo, ma mi piaceva tantissimo andarci.
    Tutte le volte che passavo davanti al palazzo di Valentino (per andare al McDonald’s) mia mamma mi diceva “Questo palazzo è tutto di Valentino!” “Tutto?!” “Tutto!” e a me sembrava incredibile.

    Bellissima anche l’Appia Antica, quando fa caldo, per passeggiare.

    Roma è una magia!

    Grazie per il bel post 🙂
    Angela
    http://www.madamelagruccia.blogspot.it

  4. Ciao Giulia, la prossima volta vieni a trovarci da Lesley Luxury Vintage, in Via Vittoria 27, Piazza Di Spagna
    Secondo me per te che ami la moda è una tappa imperdibile 🙂

  5. eh, che città stupenda che è Roma.
    non so se fosse per la presenza delle amiche o per gli ottimi carboidrati (quella brioche con granita e panna è un’opera d’arte!), ma negli snapchat di Roma eri più radiosa del solito 🙂

  6. Amo Roma infinitamente, sono stata un sacco di volte, l’ultima la scorsa estate 2 giorni. A Monti ho mangiato i supplì più buoni in assoluto, ma mi ha deluso Porta Portese… Direi che fra Gallerie, musei, monumenti la scelta è sempre ampia. Baci.

  7. Se ti può interessare, le pizzette di Trieste le trovi anche a Milano in corso di Porta Ticinese. Sono tipiche di Pescara.

  8. E’ sempre bello leggere le indicazioni che vengono date della propria città, c’è sempre qualcosa che ti era sfuggito o a cui non avevi prestato troppa attenzione (ad esempio tutte quelle librerie!).

    Per bar e ristoranti (cucina tradizionale/italiana e non) ce ne sarebbero centinaia da consigliare anche allontanandosi dalle zone centrali, sia per il cibo che per le location.

    Per quanto riguarda aperitivo e dopo cena vale un po’ lo stesso discorso, ma ragionando a grandi linee per quartieri, soprattutto ora che arriva il caldo e si può stare fuori, oltre a Monti (che adoro), anche Ponte Milvio, Trastevere, Campo dei fiori, Piazza Navona e Pace. Basta stare alla larga dai locali per turisti (specie le pseudo discoteche, che di solito mettono anche musica orrenda) e ricordarsi di non passeggiare con alcolici oltre a una certa ora perché se ci sono i controlli si rischia la multa. Per quanto riguarda gli altri quartieri ci sono comunque bei locali/bar ma si tende ad andare diretti e passeggiare meno perché più dispersivi.

  9. Non vedevo l’ora di leggere questo post ma non osavo sperare tanto… L’hai pubblicato meno di 24h dopo essere tornata! Grazie Giulia. A fine aprile ho prenotato un weekend a Roma e credo proprio che seguirò le tue dritte! 😀

  10. Roma è bellissima così, da venirci un week end e godersi il meglio perché è obiettivamente una meraviglia. Purtroppo viverci è davvero faticoso. Proverò anche io mytaxi, non prendo mai i taxi normali perché sono spesso sporchi e tentano sempre di fregarti ma voglio dargli una possibilità.
    Monti è adorabile, il mercato carissimo, te l’avevo detto su Snap 🙂 la prossima volta non perderti assolutamente quartiere Coppedè e un giro al giardino di Villa Borghese. Roma è piena di ville e parchi immensi e bellissimi che, specie a primavera, sono piacevoli per trascorrere qualche ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *