Consigli cinematografici: l’amore ha due facce

Quando la Mele mi consiglia intima di vedere un film, io corro a vederlo. E’ stato così per L’amore ha due facce, film del 1996 diretto da Barbra Streisand (perché Barbra mia amata FA TUTTO, dirige anche).

Questo film è una classica commedia d’amore con un tema dei più classici: come deve presentarsi a noi l’amore? Come lo si riconosce? E’ possibile accontentarci di qualcosa che non sia vero amore ed essere comunque felici?

Ci penso spesso, perché penso che tante persone stiano insieme per noia, perché non hanno trovato di meglio, perché si trovano bene l’una con l’altra o semplicemente perché si trovano attraenti e questo basta (è capitato anche a me). Ci sono tanti fattori che ci fanno stare bene con una persona, ma questo non vuol dire che sia amore.

Riflessioni personali a parte, Barbra in questo film mi fa credere nel vero amore, quello senza senso ma vero, che ti scombussola e ti fa capire che la vita vale la pena di essere vissuta. Ve lo consiglio, anche se non  certo un capolavoro, anche solo per l’interpretazione di Lauren Bacall, che le ha fatto vincere il Golden globe (e una nomination agli Oscar).

Questa è la favolosa scena all’inizio del film, nella quale Barbra spiega perché ci innamoriamo

6cdb78a212d5227b79593103ff21c249

11319532_gal

a6db45fb97fd35e2ab0e3a1ee8ad2338

MIR2FAC-CTIT-CM 72-34R

TheMirrorHasTwoFaces1996-Still1

 

13/07/2018

Tags: , ,

2 pensieri su “Consigli cinematografici: l’amore ha due facce

  1. Ciao Giulia!
    Ahhhh questo film è una vera chicca, da rivedere più volte! Barbra è eccezionale, tanto quanto la Bacall, e Jeff Bridges non è da meno. Film pieno di verità.

    Gregory :”You don’t wear make up, do you?”
    Rose: “What’s the point, I’d still look like me only in color!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *