Cappotti decenti sotto i 300 euro

Tutti gli anni lo stesso problema: che cappotto uso questo inverno? Sembra sempre di non avere niente di adatto nell’armadio, l’anno scorso siete andate in giro con un cappottino misero che vi ha fatto battere i denti tutta la stagione, quest’anno basta, è l’anno del cappotto da adulta. Peccato che non avete 700 euro per un cappotto fatto bene (perché diciamocelo, sotto i 500 euro non si trova molto), che fare?

app001prod

(di sicuro non comprare una giacca come quella in foto, che -fidatevi di me- fa i pallini dopo due minuti)

Le opzioni in realtà sono tante: pellicce sintetiche (ormai sono bellissime e tengono caldo, non è più come una volta), montoni (che di solito si trovano nei vintage, ma auguri per trovarlo di una taglia piccola e soprattutto che non pesi 10 kg), parka (se vi piace il genere), piumini (quelle horreur). Vi dico la verità, io negli anni ho investito: ho svariati cappotti, tutti in cashmere o cammello o lana, perché non sopporto di avere freddo. Se però non avete le disponibilità economiche perché siete povere studentesse (been there, vi capisco),o semplicemente non vi va di spendere tanto, ecco qualche opzione che potrebbe fare al caso vostro.

Nel fast fashion in realtà non tutti i cappotti sono fatti di cartone pressato: ogni tanto ci sono delle piccole chicche, basta guardare le composizioni:

DOPPIOPETTO LANA HM

h&m manteco

  • Lana 60%; Poliammide 23%; Mohair 17% (130 euro)

Non ho toccato con mano questo cappotto ma praticamente è fatto del 77% di lana, quindi non dovrebbe essere così male. Il prezzo è davvero ridicolo. Da toccare con mano per capire meglio

 

CABAN STUDIO LANA HM

hm caban studio

  •  Lana 75%; Poliammide 25% (150 euro)

Mi sono precipitata in negozio appena uscita la collezione Studio di H&M appositamente per questo caban! E’ quasi completamente in lana, morbidissimo e con un taglio stupendo. Erano anni che ne cercavo uno così

CAPPOTTO CASHMERE HM

hmgoepprod

  •  Lana 92%; Cashmere 8% (245 euro)

Questi cappotti sottili sono molto popolari da qualche inverno a questa parte. Ne troverete di uguali da S’ Max Mara (sui 500 euro), da Pinko (sui 350 euro) e da Zara ( dove li chiamano “Handmade”). Questo ha una composizione perfetta ma purtroppo è molto sottile. Io suggerirei di metterlo sopra ad un piumino sottilissimo di Uniqlo, di quelli termici. Calde sotto, stilose sopra

CABAN ARKET

arket-Dark-Blue-Melton-Wool-Pea-Coat

  • 100% lana (250 euro)

Ecco un altro bel caban dalla composizione perfetta. Una lettrice mi ha detto che anche al tatto non è male ma non vi saprei dire

UTERQUE CAPPOTTO DOUBLEFACE

0703255704_1_1_2

  • 80% wool 20% nylon (279 euro)

Costa un pochino ma lo potete mettere in due modi, quindi è come avere due cappotti! Sembra sottile anche questo ma è il mio preferito della selezione

CAPPOTTO LANA ZARA

8025744716_2_1_1 (1)

  • 75% wool, 25% polyamide (140 euro)

Dalle foto non si capisce bene ma non mi sembra un tessuto eccezionale. Però il taglio e il colore sono interessanti

CAPPOTTO MORBIDO ZARA

4070224800_1_1_1

  • 56% wool, 35% polyester, 5% acrylic, 4% other fibres (90 euro)

Ecco il cappottino sottile “handmade” di cui vi parlavo. Al tatto è davvero morbidissimo ma è fuori questione metterlo in inverno inoltrato e poi si stropiccia molto facilmente

Non ho incluso nella selezione cappotti di Mango e COS perché anche quelli con buoni materiali al tatto sono orrendi e fanno subito i pallini!

 

05/10/2018

Tags:

14 pensieri su “Cappotti decenti sotto i 300 euro

  1. Ciao Giulia! Grazie mille per questo articolo, sono alla ricerca di un cappotto decente a cifre abbordabili e non so più dove sbattere la testa.
    Mi sono imbattuta in un cappotto di Mango la cui composizione è 75% lana e 25% poliammide, pensi ci si possa fidare? Non l’ho ancora visto di persona, pensi che farà i pallini come dici
    Ti lascio il link: https://shop.mango.com/it/donna/cappotti-cappotti/cappotto-lana-strutturato_31045021.html?c=09&n=1&s=prendas_she.familia;15

    Grazie mille!

  2. Sono andata a cercare il tuo caban di H&M in negozio ma neanche l’ombra…

    Ma parliamo di pellicce sintetiche: a me piacciono e hanno prezzi abbordabili, ma quasi tutte sono 100% poliestere. Come fanno a tenere caldo?! Devono avere una composizione specifica?

  3. Ciao Giulia, grazie per il post utilissimo. A gennaio dovrò trasferirmi a Pavia ma, essendo di una cittadina di mare del sud Italia, non possiedo cappotti caldissimi da usare nella vita di tutti i giorni.
    Il Caban HM potrebbe essere una buona soluzione o dovrei pensare a qualcosa di più caldo?

  4. Io un po’ di anni fa ho comprato un cappotto di Kookai 100% lana. Pagato a metà prezzo, me lo sono portato a casa per 100€. Nero, doppio petto semplicissimo. Perchè non parli mai di questo marchio? Secondo me fa spesso e volentieri cose molto carine a dei prezzi decenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *