Marchi di gioielli interessanti abbordabili (pt 2)

Justine Clenquet

Ho scoperto questo marchio da WOK a Milano e sono corsa a guardare il sito: gioielli molto rock’n’roll, con forme non troppo viste, a prezzi super contenuti (ancora non mi è chiara una cosa però: quando i gioielli sono in ottone “gold pleated” poi si scoloriscono?)

01001-2

FW17-Kirsten-necklace

julia_finale11-570x708

 

Talon Nyc

Ho scoperto questo marchio dopo un breve sondaggio su Instagram perché vorrei tanto un ciondolo con il mio segno zodiacale (lo Scorpione) e guardate che belline le loro collane

Talon

talon2

talon3

 

Eye M by ileana Makri

Ho scoperto un marchio nuovo alla Rinascente (dove vado sempre a spiare le cose di Van Rycke, decisamente overprice per quello che sono), Ileana Makri, una greca che fa cose super chic e che ha anche una linea secondaria, Eye M by ileana Makri, a prezzi decisamente più contenuti

E che fai, non lo vuoi un orecchino con l’arcobaleno?

ileana-makri-mini-rainbow-hoop-onbody_1280x1280

 

 

Maje

Il marchio di abbigliamento francese ha anche una linea continuativa di gioielli in ottone molto carini, composta da ciondoli con le iniziali, segni zodiacali e  i numeri

E17SCORPION

maje-zodiac-necklaces

Maje_MFABI00387-05_H_1 Maje_MFABI00387-05_H_3

24/01/2018

Tags: , , ,

10 pensieri su “Marchi di gioielli interessanti abbordabili (pt 2)

  1. Credo proprio che i gioielli placcati si scoloriscano sempre, non c’è niente da fare. Ma ogni tanto puoi portarli a fare un bagno nell’oro.
    Amo i gioielli di Ileana Makri, da tempo li ammiro (e basta) su Net-à-Porter.
    Di ciondoli con il segno zodiacali ce ne sono tantissimi, piacciono tantissimo anche a me. Cercando su Etsy se ne trovano di belli ed economici.
    Adoro i tuoi post sui gioielli, abbiamo gusti simili. Tutte le volte che vedo i braccialetti super colorati di Leandra Medine… grande invidia.

      1. Ciao Giulia, se non li conosci già dai un’occhiata ai gioielli di Chupi, fanno anche una collezione di gioielli con le costellazioni degli segni zodiacali.

  2. Ciao Giulia.
    E’ bellissimo rileggerti, ti avevo chiesto di non lasciarci orfane/i del tuo blog e sono contenta di ritrovarti.
    Insieme al tuo blog leggo quello di blueisinfashion e trovo molti spunti. Ulimamente, facendo diversi traslochi ho notato quanti vestiti non uso, cose low cost prese a 10 euro e lasciate nell’armadio per anni, orecchini di h&m, foulard di brigitte bijou, magliettine di zara, pantaloni di mango, cazzatine di asos. Dunque dopo aver visto true cost, letto alcuni post tuoi di Erica e di Livia Firth, fatto i conti di quanti soldi mi sarebbero rimasti sul conto se non li avessi buttati in roba che non ho mai usato e che ho regalato (in due anni 5 sacchi circa): ho deciso di smettere e comprare solo cose di qualità, senza farmi prendere dall’impulso e dal basso prezzo. Per fortuna le catene low cost non hanno più appeal su di me, entrare da zara non mi interessa più ed è stata una cosa naturale perdere interesse, è successo e basta. Adesso cerco quei capi di qualità che possano durare nel tempo. Ovviamente ho roba a basso prezzo nell’armadio, dei maglioncini benetton presi a 24 euro ma 100% lana ad esempio coi quali però mi trovo bene. Mi sento adulta e direi che era ora. Ad ogni modo questa coscienza etico-fashion ritrovata è stata anche grazie al tuo blog. Bentrovata!
    Roberta

    1. la placcatura si scolorisce ma si può rifare, è d’obbligo evitare il contatto con acqua, profumi etc.

      come brand a me piace anche quello della sorella di Jeanne Damas, non so se hai presente, alcune cose no, altre sono carine, in Francia ci sono un sacco di brand di gioielli artigianali fini ma originali, si assomigliano un po’ tutti però vale la pena perché hanno quel qualcosa in più, Etsy mi sembra troppo amatoriale, troppa fuffa e comunque troppi prodotti in vendita, bisognerebbe passarci le ore..

        1. ciao, guarda se il bagno d’oro è spesso non viene via lavandosi semplicemente le mani
          l’ottone viene scelto perché è anallergico e resistente, usare Oro e Argento ovviamente fa lievitare i prezzi, sono scelte dei brand
          considera che nel gioiello contemporaneo a volte conta più l’originalità e il design del materiale, per dirti in gioielleria ci sono cose in argento che costano poco però hanno poco valore come idea, sono industriali
          in linea generale ti direi di andare tranquilla con l’ottone bagnato nell’oro, assicurati che sia ottone 100% perché quello lo “recuperi” sempre, da evitare invece le leghe tipo la zama che una volta che si rovinano diventano proprio brutte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *