Consigli (ocd) per viaggi corti

Dopo il post con i consigli per i viaggi lunghi, eccone un altro che potrebbe tornarvi utile se dovete partire per un weekend.

Chi mi segue da un po’ sa che non viaggio senza idee precise su cosa fare e cosa visitare.
Mi piace avere un piano d’azione, una valigia ridotta e una lunga lista di cose da fare tra le quali poter scegliere.
Non seguo proprio la filosofia “perditi per le strade della città” !

511c2e6e95a94cbcb6b5b30c28dcf016

NO.

Ecco alcuni consigli per chi viaggia in modo leggermente ossessivo compulsivo come me:

1. Controllate il meteo: non so quante volte sono partita con gli abiti sbagliati. Ora guardo le previsioni e considero sempre come veritiera la temperatura minima (perché fa SEMPRE più freddo di quello che il meteo dice).

b0d8352c0a3ea0fe630008a516ff5229

2. Controllate le prese di corrente del paese di destinazione: niente di peggio di arrivare e scoprire di non potere caricare il telefono.

3. Portatevi un beauty case ben fornito. Non so perché, quando viaggio rinuncio ad alcuni essenziali del mio beauty case, per avere meno peso in valigia. E’ così che non ho mai l’acqua termale e la mia pelle è tuta polverosa dopo la cipria, le scarpe mi fanno sempre male e non ho i cerotti, penso di non avere bisogno dei dischetti toglismalto (geniali, li compro da Kiko) e poi mi si sbecca.

4. Capite prima di partire come andare e tornare dall’aeroporto, per non dovere perdere mezz’ora per capire come arrivare all’ hotel per appoggiare le valigie. Stampatevi la mappa della metro o dei trasporti locali: a volte non si trova e il 3g o il wifi potrebbero funzionare.

bedfd8b0f7def561cc30437708b53751

5. Prelevate denaro una volta arrivati: non serve cambiare i soldi in banca se andate via per un weekend ma è sempre bene avere un po’ di cash per le piccole spese e i posti in cui non accettano la carta.

6. Stilate una to do list: se siete via per pochi giorni vorrete ottimizzare al massimo il tempo. Io compilo sempre un foglio Excel in cui scrivo i ristoranti, i musei, i negozi e i monumenti che voglio visitare divisi per quartieri, così da non perdere tempo girando a caso.

1_h9mX7nusyJTGGQHfnjjayQ

Separate bene le cose in valigia: il migliore acquisto che ho fatto è stata la serie di sacchetti Seletti: porta scarpe, porta abiti sporchi, porta batterie e convertitori, porta medicine. Inserendo tutto nei sacchetti e sapendo che i prodotti di bellezza vanno nel beauty, rimane spazio per i vestiti e il pigiama (porto sempre il pigiama).

smartravel-new-650x650

Non partite con tanti vestiti: seriamente in due o tre giorni di viaggio vi metterete 3 pantaloni e 3 maglioni? E se trovaste qualcosa da comprare nel posto che visitate?

Slider_2_-_How_To_Pack_Like_Joan_Didion

Questa è lista di cosa portarsi in valigia by Joan Didion, io ne uso una prefatta che ho trovato da Tiger

Io cerco sempre di portare il minimo, nello specifico per un weekend:

-due pantaloni (nel caso uno si sporchi),
-tante magliette o camicie quanti i giorni che passo via (più un cambio per la sera),
-un paio di stivaletti comodi che posso indossare di giorno e di sera,
-due maglioni (nel caso uno si sporchi),
-una borsa nera di medie dimensioni che posso usare di giorno e di sera

Se fa caldo porto un paio di pantaloni e una gonna, un cardigan leggero e invece degli stivaletti, sandali e sneakers comode. Se so che avrò occasioni particolari alle quali partecipare mi porto un top carino, oppure un vestitino che posso piegare senza che si rovini  e un paio di scarpe eleganti.

Share...
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on TumblrPin on PinterestShare on Google+
11/01/2018

Tags: ,

8 pensieri su “Consigli (ocd) per viaggi corti

  1. Io ti avevo già visto con i sacchetti in azione da tempo e ho reinterpretato con sacchetti da scarpe che avevo ma che rimanevano a prendere polvere: mai consiglio fu più utile!:) Ormai dopo un viaggio in cui ho testato effettivamente cosa manca e cosa no, ho capito cosa mi serve per i weekend o i giri corti. E pure io porto alla fine parecchi prodotti per il beauty ma anche via tra creme, cremine e prodotti vari preferisco avere quel peso in più. Inoltre pure io preferisco pianificare tutto prima: dalla metro ai tragitti, alle cosa da visitare in zona e le tempistiche e pure i posti dove mangiare. In compenso, non ho mai capito alcune persone che si portano via cose inutili soprattutto quando i giorni sono pochi… Quello sì che è zavorra inutile!

  2. Finalmente sei tornata! Sacchetti come quelli di Seletti si trovano anche su Amazon a un prezzo minore, io ormai non viaggio piu senza!

  3. Ben tornata! Ho aperto il blog tutti igiorni( ok non proprio tutti tutti, ma quasi tutti) sperando di trovare un nuovo post!

  4. Per la mia sindrome ossessiva compulsiava è sempre un piacere sapere che esistono persone come me! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *