Dopo l incredibile successo del CHIEDI ALLA MELE (qui il primo post, con recensioni prodotti e info su shampoo per capelli grassi e qui il n.2, su creme antiage, creme per pelli impure, sieri, contorno occhi, buoni impacchi per capelli…), eccoci alla terza edizione della vostra rubrica preferita, care beauty addicted e persone confuse (come me)!!

1
Uno shampo per capelli crespi?

In realtà non si deve puntare sullo shampoo per i capelli crespi, o meglio, la funzione dello shampoo è lavare ed eventualmente non appesantire, mentre spetta al balsamo districare e ammorbidire i capelli crespi. Sicuramente con uno shampoo delicato e neutro non si sbaglia. Come lo

Shampoo Extravergine di La Saponaria

image

che contiene aloe, olio di oliva, semi di lino e pantenolo.
Però se si vuole uno shampoo un po’ più adatto a capelli secchi consiglio

Rococò di Lush

lush-review-rococo-shampoo-L-zZJw6g

con cocco, olii e burri emollienti come jojoba, avocado, semi di lino idratanti e condizionanti, papaya ricca di vitamine e uova fresche nutrienti.

2
Combatto da sempre con la pelle mista e ancora non riesco a risolvere, faccio tutto quello che elencate, eppure la mattina mi sveglio lucida come se avessi avuto un effetto rebound. Forse devo evitare la crema di notte per lasciar respirare la pelle?

Dato che la notte è il momento più indicato per dare nutrimento alla pelle io fossi in te non rinuncerei a mettere qualcosa, semplicemente proverei a cambiare formula, magari prova un gel o un siero/emulsione leggera.
Tea-Natura Mi Lùz Crema Viso Purificante Pelle Mista

201

contiene bardana, alloro e ortica che sono dermopurificanti, la camomilla e bisabololo calmano e infine gli estratti di limone e rosmarino che sono astringenti.

Biofficina Toscana Siero viso purificante

prodotto33

contiene: estratti vegetali di Bardana, ortica e salvia che sono validissimi purificanti, tocoferolo (che apprezzo molto, perché va benissimo anche alle pelli miste e spesso nei prodotti per queste pelli viene dimenticato), rosmarino e limone sgrassanti e astringenti.

3
Cosa si può fare per il problema della caduta dei capelli? Esistono prodotti come shampoo & balsamo che promettono miglioramenti a riguardo? Altrimenti esistono fiale, integratori, ne avete provati? Funzionano?

Più che shampoo e balsamo, la cosa più efficace è a livello di fiale o lozioni, anche se alla fine ho capito che il 50% dell’efficacia di qualsiasi prodotto anticaduta è dato dal massaggio, quindi basta durante lo shampoo dedicare qualche minuto in più a massaggiare molto energicamente la cute, muovendo proprio il cuoio capelluto, in modo da riattivare la circolazione. Già questo fa tantissimo.
Io personalmente ho provato le fiale Protoplasmina 

unnamed

dal mio parrucchiere e mi sono trovata bene. La maggior parte dei prodotti anticaduta ha l’alcool denaturato tra i primissimi posti degli ingredienti, che ha azione rubefacente per riattivare la circolazione nel cuoio capelluto ma ha lo svantaggio di poter irritare la cute e bruciare i capelli se cade sulle lunghezze. Esistono altre sostanze che hanno la stessa funzione e che non danneggiano i capelli, come il mentolo, la cannella e il peperoncino, che potete ricercare in lozioni e fiale. Altro ingrediente anticaduta è l’olio di sapote, e a tal proposito mi viene in mente una linea tricologica che ha dedicato I Provenzali a questo ingrediente. In questa collezione c’è un trattamento di fiale anticaduta che contiene minerali utili a rinforzare i capelli quali Ferro, Magnesio, Zinco e Rame, e sfrutta gli attivi presenti nel sapote (che è naturalmente ricco di vitamina c antiossidante), e contiene: Squalene (che contrasta ossidazione della cute), Beta carotene e tocoferolo, Alcoli Triterpenic (che cicatrizzano e ossigenano la cute, migliorando la circolazione sanguigna).
Per quanto riguarda gli integratori sono utilissimi perché sono multivitaminici che forniscono le sostanze di cui ha bisogno il capello. Io mi trovo benissimo con il Bioscalin

capelli-sincro-01

(con sincrobiogenina), i miei capelli si sono veramente rinforzati tanto.

4
Ho 21 anni ma già vedo alcune rughette sotto gli occhi e sulla fronte (probabilmente perché ho già la pelle secca di mio, in più ho sempre l’espressione aggrottata). È troppo presto per prodotti antiage?

Ho 26 anni, c’è una crema viso da notte che abbia azione antirughe (mi vedo già le zampette sotto gli occhi…)?

Prima considerazione:  la pelle secca tende ad invecchiare più velocemente di quella grassa. Seconda considerazione:  in commercio non ci sono prodotti così miracolosamente antiage da poter essere considerati esagerati per una pelle giovane, quindi puoi tranquillamente iniziare a usarli, dato che contengono attivi che vanno a migliorare lo stato di salute della pelle e la sua elasticità, quindi prima li si usa meglio è.
Ultimamente sto provando il

siero viso elasticizzante della Omia Laboratoires

OMIA-EcoBiovisage--siero-viso-argan-30ml-med

con Olio di argan e Olio di borragine ( tra i più pregiati per le pelli mature), coenzima q10 (ubiquinone) e sodio ialuronato, gli attivi che dovrebbero essere in ogni prodotto antiage. Personalmente mi trovo benissimo, la texture è molto piacevole ed è equilibrata, non unge ma neanche si assorbe subito tirando la pelle. E’ sicuramente uno dei migliori che ho provato fino ad ora. (n.d.r lo uso anche io e mi piace! Lo trovate all Ovs di via Torino nel muro in fondo a sinistra a soli 9 euro)

Omia Laboratoires – EcobioVisage – Crema viso elasticizzante

OMIA-EcoBiovisage--crema-viso-argan-75ml-med

Questa crema, che appartiene alla stessa linea del siero, contiene gli stessi attivi antiage quali q10 e sodio ialuronato, ed oltre all’olio di argan e borragine ha quello di macadamia (che è in assoluto il mio preferito per la pelle del viso), in più ha il tocoferolo e il burro di karité.

5
Per la mia pelle secca e delicata sto utilizzando i prodotti Bionike della linea DEFENCE:
– crema idratante leggera BioNike – Defence Hydra – Crema idratante leggera
– mousse detergente Mousse detergente pelli sensibili
– crema detergente comfort peeling (per via del sebo che si concentra sulla zona T)
Posso continuare ad occhi chiusi? 🙂

Conosco i prodotti della Bionike perché li usa mia nonna che è allergica al nickel e a persone che hanno questa sensibilità li consiglio, anche se a guardare l’inci vedo tanti siliconi e tanti ingredienti sintetici ma pochi attivi. Come però dico sempre, ogni pelle è diversa e quindi se non ti danno problemi e ti trovi bene continua pure a usarli.
Nello specifico per i prodotti che mi hai chiesto:
– crema idratante leggera BioNike – Defence Hydra
Troviamo semplice Olio di jojoba e burro di karite e ialuronato di sodio che non sono male ma il problema è che si disperdono in un mare di altri ingredienti (è uno degli INCI più lunghi che ho visto).
– Mousse detergente pelli sensibili
Anche qui vedo tanti ingredienti sintetici che fanno il grosso della formula, quindi personalmente se non avessi le particolari esigenze di una pelle molto sensibile probabilmente sceglierei qualcosa di più semplice, anche se fa sicuramente il suo lavoro, struccare delicatamente,  grazie ai PEG(solventi sintetici presenti in tutti i detergenti in olio come lo shampoo restivoil, che è una forma di detersione più delicata rispetto a quella dei tensioattivi).
– crema detergente comfort peeling
Premetto che non impazzisco per i detergenti scrub, dato che ritengo il peeling sia un trattamento da non fare spesso, soprattutto quello chimico degli acidi (tipo glicolico, citrico, salicilico) e quindi preferisco non sia presente nel detergente che in teoria si usa due volte al giorno. Questo presenta nell’inci due siliconi (come 4 e 9 ingrediente), petrolatum e isoparaffina quindi c’è il rischio che più che pulire la pelle formi un microfilm sul viso che è peraltro difficile da rimuovere.
Questo è l’unico che mi sento proprio di non consigliarti.

6
Posso applicare la routine viso per pelli grasse anche a una pelle mista che si lucida parecchio nella zona T? Ma l’annosa domanda che mi perseguita da una vita senza trovare risposte soddisfacenti è: come risolvere il problema dei famigerati punti neri/pori dilatati senza ricorrere a estetiste e ai pore strips pieni di siliconi?

Bisogna scoprire prima di tutto se la pelle è davvero lucida o so è solo una reazione dovuta all’uso di determinati prodotti, per esempio prodotti troppo aggressivi che sgrassano eccessivamente e provocano il riformarsi del film idrolipidico più velocemente. Quindi consiglio di provare una crema leggera come il paradiso all’improvviso della lush

paradisoimprovviso_413-500x500

che ti permette di capire dopo una settimana di utilizzo se effettivamente la tua pelle è mista e si lucida.
Ahimè il problema dei pori dilatati più di tanto non si può risolvere perché i prodotti che aiutano a mimetizzarli (come i primer) sono a base di siliconi che però li vanno a riempire e li mantengono allargati, è un po’ il cane che si morde la coda.

Per i punti neri invece si può fare qualcosa. Le cose che senza dubbio funzionano di più sono uno scrub leggero (anche se io preferisco usare il panno di microfibra che è più delicato), per esfoliare ed eliminare le cellule morte, poi si fanno i vapori, meglio se con sciolto dentro 1 cucchiaio di bicarbonato e qualche goccia di olio essenziale di teatree purificante (lo trovate in erboristeria a meno di 10 euro); una volta che si sono aperti i pori si può fare una maschera a base di argilla, che in questo modo può agire in profondità, si risciacqua con acqua tiepida/fredda e si passa il tonico che fa richiudere i pori, in modo che restino più a lungo puliti.

Su un sito americano ho trovato la ricetta dei Cerottini per punti neri fai da te, che ho sperimentato e devo dire cheha funzionato benissimo, e il bello è che è molto semplice da fare:
Occorrente:
– 1 cucchiaio di latte
– ¼ di foglio di colla di pesce, la gelatina che si usa per i dolci.
In un contenitore adatto al microonde si mette il latte e il foglio di gelatina, si scalda al massimo della temperatura per qualche secondo, finchè non si è sciolto del tutto. Quando la temperatura è sopportabile si distribuisce il composto sulla zona che si vuole trattare, naso o mento, in modo da avere uno strato spesso, volendo si può usare un pennello. Bisogna aspettare che si asciughi e diventi solido, poi si può togliere delicatamente, sui 20 minuti circa. E’ normale che la pelle si arrossi un pochino, ma sparisce subito.

7

Salvi qualcosa di quella che viene chiamata “cosmetica di lusso”? Diciamo che per me fare l’acquisto in un contesto coccolante o vedere un bel packaging ha il suo effetto placebo….

Di solito no, perché è molto difficile trovare gli inci (e non è mai un buon segno), quindi personalmente l’ho mai testata. Certo è che credo sia più efficace un uso costante di prodotti che contengono ingredienti che mantengono giovane la pelle, come q10, oli pregiati e acido jaluronico, che mi spignatto da sola oppure che si trovano in commercio nella fascia basso/media, piuttosto che spendere 100 o euro o più per un vasetto di crema che magari ha l’oro, il caviale o lo champagne (di cui poi dubito un reale effetto antiage) ma è soffocata da siliconi e petrolati e dura comunque non più di 3/4 mesi.
Ultimamente come “coccola” ho provato i prodotti della Skin & Co Roma (marca che ho scoperto grazie alla Mybeautybox e che mi è piaciuto molto) mi e devo dire che sono un ottimo compromesso tra ingredienti buoni ed efficaci, per non parlare dei packaging (sono davvero molto carini).

banner-hpdef2

Nello specifico io ho provato la linea antiage Truffle Therapy. Premetto subito che la profumazione dei prodotti è buonissima, non si sente affatto l’odore di tartufo come si potrebbe pensare. Il viso l’ho “coccolato” con la mousse detergente molto delicata: all’inizio ero scettica e temevo che la mia pelle tirasse (io di solito uso l’acqua micellare) e invece è stata piacevolissima, infatti guardando l’inci vedo che hanno impiegato tensioattivi delicati e l’allantoina che è idratante.
I prodotti per il corpo che ho provato sono il bagnodoccia esfoliante Umbrian truffle e il latte corpo Truffle therapy che lasciano la pelle come fosse seta, effetto silicone (senza contenerne).

n.d.r:  Tante volte  ho fatto controllare alla Mele gli indredienti delle creme di grandi marchi e vi posso assicurare che hanno gli stessi ingredienti della Nivea, sono solo specchietti per allodole (NON comprate il siero di Dior a 100 euro, insomma)!!

8

Come usare gli oli sui capelli? Da asciutti? Da umidi? Prima o dopo lo shampoo? E l’olio di semi di lino (o argan ecc) è inutile sempre? La parrucchiera mi ha detto di usarlo sui capelli umidi prima del phon come protettivo e sui capelli asciutti per nutrirli e che in generale è utile sui capelli sfibrati. Ovviamente olio puro al 100% e non pieno di siliconi.

olii_omia-laboratoiresdef

Se l’olio è puro (argan, semi di lino o cocco), fa benissimo ai capelli, ma in quantità minuscola e una volta che i capelli sono asciutti, così ci si rende conto di quanto se ne mette (altrimenti da bagnati si rischia che i capelli si ungano troppo). Un altro uso recente che ho imparato è fare un impacco pre-shampoo di solo olio (uno dei tre sopracitati) da distribuire sulle lunghezze, in modo tale che durante il lavaggio l’acqua non rimuova completamente lo strato che naturalmente ricopre il capello e che serve a proteggerlo. In sostanza serve a prevenirne un eccessivo inaridimento.

n.d.r: io a volte mentre aspetto di farmi la doccia perché magari sto facendo altro, metto un po’ di olio (uso quello ai semi di lino della Omia che trovo all Ovs, quello al cocco che compro a 3 euro nei supermercati arabi o anche di oliva) sulle punte e poi faccio lo shampoo! In questo modo i capelli sono soffici e non si ingarbugliano troppo quando li lavo

9

Com’è l olio stress fix di Aveda?

aveda-stress-fix-concentrate-2012.06.04.14.18.58.1897369_base

E’ fatto sostanzialmente di olio di semi di girasole, il terzo ingrediente è subito il profumo e tutto il resto è dopo, quindi in quantità veramente minima e ci sono solo oleolito di camomilla, oleolito di lavanda, olio di jojoba e tocoferolo. Ho visto che costa 27 euro il flacone da 200ml, a me sembra un’esagerazione, dato che l’olio di girasole che si compra al supermercato costa 3 euro al litro…
E per finire due domande andate purtroppo a vuoto (servirebbe una foto degli ingredienti per avere una risposta):

10-11
Consiglio: la mia estetista mi ha consigliato due prodotti della linea Diego Dalla Palma – RVB SKIN LAB (…) E  Conosci le creme della Linea Menard, io utilizzo la Tsukika Milk Lotion, Washing Cream e la Lotion Fresh.
NON SI TROVA L’INCI!

E per finire, vi ricordo che la Mele ha un blog meraviglioso dove parla di cinema e tanto altro, vi consiglio assolutamente di leggere il post su uno dei miei film preferiti, Piccole Donne, quello su Via Col Vento e quello sulla censura nei vecchi film!

20 Commenti

MOSTRA I COMMENTI
  1. Luci

    05/03/2016 alle 3:43

    Posso chiederti se il siero viso elasticizzante della Omia va usato da solo o sotto a una crema?
    Ero interessata anche a quello equilibrante sempre della Omia, magari questo di giorno e l’elasticizzante di sera?

    Rispondi
    • rockandfiocc

      05/03/2016 alle 15:42

      da solo perché è molto ricco! Sono entrambi utilizzabili al posto della crema, dice la Mele

      Rispondi
  2. Rob

    15/01/2016 alle 14:41

    Ciao, per un eventuale prossimo chiedi alla mele vorrei sapere se esiste qualcosa che copra le occhiaie ma non da mettere sotto il fondotinta o la cipria o altro. So che per molte é una bestemmia ma io non uso fondotinta(uso solo mascara e matita) ma ultimamente ho delle occhiaie spaventose. Come posso coprirle? (sono sul tono del grigio scuro o viola). Grazie

    Rispondi
  3. Giada

    03/01/2016 alle 15:02

    Ciao Giulia e Mele!
    ho due domande per il prossimo “Chiedi alla Mele”. Che cosa ne pensate di questi prodotti?

    -Garnier,Ultra dolce Shampoo all’olio di argan e di camelia.
    -Barex, Crema lisciante Ultimaterelax Speciale Phon e Piastra

    Grazie e complimenti per questa interessantissima rubrica 🙂

    Rispondi
    • rockandfiocc

      05/01/2016 alle 20:14

      grazie a te, metto subito le domande in lista per il prossimo post!

      Rispondi
  4. Francesca

    11/12/2015 alle 10:38

    Ciao Giulia e Mele, sono io la ragazze dei prodotti Menard, non ho più le scatole e sui barattoli non c’è niente, ho provato a guardare su internet anche io ma niente, credo non sia un buon segno =(( Grazie lo stesso =).
    Mele ne approfitto per chiederti, io ho la pelle che fa fatica ad assorbire le creme infatti con questa della Menard mi trovo bene ma spendo parecchio, hai qualche crema da consigliarmi che si asciughi veloce?

    Grazie ancora

    Francesca

    Rispondi
  5. giulia

    17/11/2015 alle 17:20

    ciao Giulia e ciao Mele!
    grazie mille per i preziosissimi consigli 🙂

    volevo chiedere alla Mele se conosce uno shampoo che ravvivi i riflessi per i capelli biondi (con i colpi di sole). Ho visto qualcosa da Lush, ma non so se va bene. So che uno shampoo viola è l’ideale ma tutti quelli che ho provato seccano molto i capelli.
    :* un bacione!

    Rispondi
  6. Alessandra

    17/11/2015 alle 15:22

    Grazie mille Giulia e Mele! Ho già preso molte delle cose che consigliate nei vari articoli 🙂

    Rispondi
  7. simona

    17/11/2015 alle 12:58

    grazieeeeeee!
    Sempre più bella questa rubrica, mi svoltate tantissimo!
    ps: post sui jeans = stesse identiche cose che penso io!
    buona giornata
    S

    Rispondi
  8. Bianca

    17/11/2015 alle 10:17

    Ciao Giulia, potresti chiedere alla Mele un sapone viso per pelli miste? Ne uso uno evidentemente troppo aggressivo visto che una volta sciacquato mi lascia la pelle tirata. E cosa ne pensa della crema idratante di Acqua alle Rose? adoro il profumo e come la mia pelle la assorbe.
    Grazie.

    Rispondi
  9. chiara

    16/11/2015 alle 14:53

    grazie per il riscontro!

    Rispondi
  10. Maria L.

    15/11/2015 alle 15:04

    Inanzitutto grazie per aver riposto alle domande precedenti!!! 🙂 questa rubrica è fantastica, bravissime ragazze!!! Ecco qui un altro paio di domande per voi:
    -Ho comprato in erboristeria alcuni prodotti contro la caduta dei capelli di pharmalife research, in particolare:
    -shampoo anticaduta volumizzante e fiale anticaduta fortificati (della linea rephair by rinfoltil )
    -integratori alimentari della linea volume+hair
    C’è scritto che non ci sono parabeni nè peg, ma effettivamente hanno dentro qualcosa che funziona?

    -in generale, cosa dobbiamo assolutamente evitare quando compriamo un prodotto (che sia shampoo bagnoschiuma ecc) ? Cosa non deve esserci scritto nell’inci?

    Rispondi
  11. C.

    13/11/2015 alle 12:02

    Questa rubrica, insieme al General mix, è in assoluto la mia preferita!! Bravissime ragazze…

    Posto subito qui due domandine!
    Visto che parlate sempre delle pelli impure, avresti invece da consigliare una buona crema idratante per le pelli secche e sensibili?

    E poi una mia curiosità, frutto di tanta ignoranza in materia: ma il latte detergente ed il tonico sono sempre essenziali? Io, sia al mattino che alla sera, dopo il detergente (tipo angeli a fior di pelle di Lush) e/o lo struccante viso, applico subito la crema, è sbagliato? Ho provato ad usare il latte detergente ed il tonico, ma non notavo differenze: ho sbagliato prodotti o effettivamente si può rinunciare ad usarli?

    Grazie mille!!

    Rispondi
  12. fulma

    13/11/2015 alle 11:39

    ciao Giulia!! ciao Mele!!
    domanda per il prossimo ”Chiedi alla Mele”:
    che ne pensi dei prodotti beauty di &Other stories??
    Perchè a quei packaging è difficile resistere… dimmi che fanno bene!!!!

    gracias!!!!

    Rispondi
  13. Giulia

    13/11/2015 alle 10:50

    Ma quanto è bella questa rubrica! Grazie mille per aver dato una risposta alle mie domande.

    Rispondi
    • Giulia

      13/11/2015 alle 10:58

      Dimenticavo, la settimana scorsa ho partecipato al thè pomeridiano delle amiche di mia madre(lo so, ma non ho resistito!!) e mi sono ritrovata a leggere ad alta voce questa rubrica, erano tutte interessatissime! La prossima volta magari coinvolgo anche loro nelle domande! 🙂

      Rispondi
  14. daniela

    12/11/2015 alle 20:39

    a proposito di marchi di lusso, l’unico che mi incuriosisce tanto è Perricone. sono così magnifiche le formule da giustificarne i prezzi esagerati?

    Rispondi
  15. vero

    12/11/2015 alle 18:37

    Grazie ragazze bravissime!
    Metto subito qui una domanda per la prossima volta, che può forse essere utile anche ad altre visto l’avvicinarsi del periodo regali.
    Suggerimento per prodotti viso per mamma 65enne? Per esempio come crema antiage, cosa suggerirebbe la mele?
    E’ stupendo sapere di non dover spendere una follia per i prodotti dei grandi marchi..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *