TOMMY (1975)

Non so come il mio professore di musica delle medie potesse pensare che Tommy fosse un film adatto per degli adolescenti. NON LO E’. Nessuno dovrebbe vedere questo film orripilante basato sull’album Tommy degli Who e interpretato, tra gli altri, anche dai componenti della band. Vi consiglio di non leggere nemmeno la trama perché è una successione di eventi orribili e senza senso.

REQUIEM FOR A DREAM (2000)

Film del 2000 diretto da Darren Aronofsky, tratto dall’omonimo romanzo del 1978 di Hubert Selby. Il film ha come protagonisti Ellen Burstyn, Jared Leto, Jennifer Connelly e Marlon Wayans. L’ho visto una sera a casa di amici e non sono mai riuscita a superare la cosa. E’ semplicemente il film più angosciante del mondo e non posso nemmeno vedere foto dal set senza sentirmi male.

IT (1990)

It è una miniserie televisiva in due parti del 1990, diretta da Tommy Lee Wallace e tratta dall’omonimo romanzo di Stephen King.Lo sapete tutti, il clown. Mi fa talmente paura che non riesco nemmeno a parlarne.

9 Commenti

MOSTRA I COMMENTI
  1. Noemi

    13/06/2017 alle 11:39

    Requiem for a dream è, credo, il film più disturbante che io abbia mai visto. Dopo averne letto e sentito parlare per tanto tempo l’ho visto e, giuro, alla fine avevo mal di stomaco. Molto angosciante, ma era quello che voleva Aronofsky. Per me è da vedere comunque ma con cautela.

    Rispondi
  2. Giulia

    06/03/2017 alle 5:16

    Io ho avuto la bella pensata di vedermi Requiem for a Dream alle 4 di mattina (ragazzina ingenua) sicchè le scene più agghiaccianti erano amplificate dallo stato di allucinazione che solo la nottata in bianco può darti… Il resto puoi immaginarlo!
    Qualsiasi persona sana di mente si rifiuterebbe di vederlo più di una volta!

    Rispondi
  3. Annarella

    03/03/2017 alle 20:11

    Splendido Requiem for a dream (hai letto il libro dal quale è tratto?), però anche io fatico a rivederlo, in particolar modo le sequenze della madre in ospedale… Mi sento fisicamente male al solo pensiero.
    Credo sia uno dei rari film che si chiude senza lasciarti un briciolo di speranza al quale fare appiglio.

    Rispondi
  4. vero

    03/03/2017 alle 15:21

    presente un’altra traumatizzata da requiem for a dream.
    non mi era mai successa una cosa simile prima e mai nessun altro film mi ha più angosciato così.
    ricordo ancora che mentre lo guardavo con i coinquilini ai tempi dell’università ho ‘dovuto’ mettermi a lavare i piatti per distrarmi un attimo.
    penso possa dirsi che è un film riuscitissimo da questo punto di vista.

    Rispondi
  5. Michi

    03/03/2017 alle 12:32

    Requiem for a dream è un film molto bello. Purtroppo la droga è questo.

    Rispondi
  6. Lucia

    03/03/2017 alle 9:15

    IT: un’infanzia passata a non andare in bagno da sola la sera per paura di vedere la faccia del pagliaccio nel gabinetto

    Rispondi
  7. Chiara

    03/03/2017 alle 8:28

    Mamma mia Giulia, quanto ti capisco su Requiem for a dream…hai detto bene, il film più angosciante del mondo. Pensa che l’ho guardato da sola un po’ di anni fa nella mia stanzetta mentre ero in Erasmus, consigliata da un amico…inutile dire che dopo l’ho insultato per non avermi avvertito del grado di paranoia che mi avrebbe colto.
    Poi quello che succede a Jared Leto nel finale…non voglio spoilerare, ma sto male, ecco!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *