61f420d27320808abca53cdb7a20f5e5

Adoro parlare di sesso. Adoro le rubriche sul sesso, come Breathless di Kaley Sciortino su Vogue. Adoro parlarne con gli amici e sentire cosa hanno da dire, da consigliare, le loro aspettative e le esperienze ridicole

Cattura

Il mio amico Lorenzo dopo un pomeriggio passato insieme (hahaha)

Ho pensato, dal basso della mia esperienza, dopo la visione di Loveline per lunghi anni (grande programma di MTV), dopo i racconti di amiche, dopo i film, i libri, di stilare una piccola lista di NO.

original

COSA NON DIRE A LETTO

(ovviamente sulla base della mia esperienza, queste sono tutte storie vere)

Guarda, ci crediamo

Lo so, non c’era bisogno di specificarlo

Ad uno una volta ho risposto “non hai ritmo”

Beh grazie mille

Guarda, se me lo chiedi così non vedo l’ora proprio

A me dai fastidio tu nel mio letto, pensa un po’

Allora strano lo dici a tua sorella, hai capito?!

Ah, capito, me ne vado

Informazione NON necessaria, e NON ora, amico mio

Perfetto, nel frattempo vado fuori e ci rimango

Mai fornire queste informazioni

Non mi unirò alla lista

Ti ammazzo

Bello questo complimento che in realtà è un insulto

Fai sempre in tempo a tornare da lei (se ti rivuole)

 

COSA NON FARE A LETTO

Fare sesso è un’attività altamente personale, lo sappiamo tutti. De gustibus non disputandum est: c’è chi vuole essere baciato e chi no, c’è chi vuole qualcosa di romantico e chi invece non ne vuole sapere, c’è chi adora le coccole finali e chi non vuole essere toccato, c’è chi non apprezza i preliminari e chi invece li pretende proprio. Non potete sapere i gusti del vostro partner la prima sera, ma ci sono alcuni accorgimenti che si possono seguire per non sbagliare almeno le basi. Se andrà bene e la cosa si ripeterà, scoprirete presto le sue inclinazioni.

Non siamo conigli

Samantha-J-samantha-jones-24116811-500-373

Avete presente la famosa puntata di Sex&The City quando Carrie va a letto con uno che si rivela “un coniglio”? Sono quegli uomini che amano spingere in modo molto veloce e forte, come l’animale, appunto. Non ne va della vostra vita ragazzi, non fate i forsennati, calmatevi

Non siamo sacchi di patate

13fa62f1035a23025aaa8152e3f7ebc2

E’ sempre apprezzato un uomo che ti sa girare come un wurstel sulla brace e sa prendere la situazione in mano ma attenzione all’utilizzo della forza e soprattutto della grazia. Non sono inanimata, rigirami tutta ma con un pelo di riguardo e soprattutto non ogni 5 minuti o mi viene mal di testa

Non siamo (così) forti

Ah, la piaga del leone marino spiaggiato. Certi ragazzi amano stendersi completamente sulla ragazza, ma non dopo il coito, quando le forze abbandonano temporaneamente il corpo, no, proprio durante l’atto sessuale, appoggiandosi completamente a lei e muovendo solo il bacino. Ragazzi, non si respira qui sotto.

Non siamo al circo

1382647778901425

Cambiare posizioni è cosa buona e giusta, ottima cosa se mi fai vedere se hai fantasia. Però può darsi che non sia una contorsionista, quindi piano con le cose strane.

Non mi menare

Mordicchiare le orecchie va benissimo, tirare leggermente i capelli è ok, mordere capezzoli tipo bestia con un osso non è una grande idea (c’è gente che pensa di fare cose molto erotiche quando invece fanno solo male). Sono sicura che ci sono ragazze a cui piace essere strangolate ma forse questo vago sentore di morte imminente può non piacere a tutte.

Non andare a caso – trova il tuo ritmo e stick to it

407b503650b39a41156510bc381e662f

Il ritmo è la cosa più importante, nel sesso. Per questo si dice che chi sa ballare o comunque ha un certo controllo sul proprio corpo sia bravo a letto (e io ci credo molto). Dato che (di solito) si è in due, bisogna sincronizzarsi, una cosa che sembra semplice ma che non è per niente scontata. Se a metà rapporto vi ritrovate a roteare gli occhi e a chiedervi “costa sta facendo?”, c’è qualcosa che non va. Ci si può allenare nell’andare bene l’uno per l’altra ma secondo me il ritmo è una cosa innata e la sintonia tra due persone anche. Non c’è niente di peggio di ragazzi che non sanno bene cosa fare, quindi partono a bomba, poi si fermano, poi vanno piano, poi ti girano… trova un cavolo di ritmo e cerca di seguirlo per almeno 10 secondi

Non pensare solo a te stesso

Se stai facendo sesso con un’altra persona, oltre alla sincronizzazione del ritmo è importante l’osservazione. La vostra metà sembra contenta di quello che sta succedendo? Dimostra apprezzamento o se ne sta sdraiata ferma e muta tipo cadavere? Se la sua testa sta sbattendo contro il muro, forse potreste spostarvi leggermente per evitare che accada. Se cerca di baciarvi e si protende verso di voi, non lasciatela lì tipo tartaruga fuori dal guscio. Se sta cadendo dal letto, uscite un attimo dall’invasamento e tiratela su. Insomma, non andate in trans, cercate di capire i bisogni dell’altra persona. E se vi dice “Più forte” dateci dentro, cazzo.

Se qualcosa va storto, non farne un dramma

53e85b222c7f5add0c2bb3157fd960b0

Può capitare che qualcosa vada storto, se l’altra persona è sensibile e ragionevole glisserà con eleganza sulla cosa. Non vi preoccupate. Ok, vi siete ripresi? Molto bene, si riparte.

Non ti aspettare la luna

enhanced-6458-1453962332-2

Spesso le nostre aspettative non corrispondono a quello che poi accade. Non è detto che il ragazzo super aitante sia un mago del sesso, a volte i mingherlini vanno alla grande. Non è che perché uno è timido non sappia poi  il fatto suo a letto. Se siete attive da qualche anno dovreste aver più o meno capito cosa aspettarvi da una persona già dal bacio (il bacio non mente mai) ma mi raccomando, mai avere aspettative troppo elevate

Non tacere, chiedi quello che vuoi

large

A volte la chimica non è immediata ma c’è del potenziale. L’altra persona non è male, bisogna solo sincronizzarsi un pochino. Si può anche parlare, non siamo bestie! Chiedete quello che volete e cercare di guidare gentilmente il partner verso le vostre esigenze. Spesso basta un piccolo input per cambiare le cose

 

Le immagini sono ovviamente tratte da Sex&theCity, che sarà mainstream, sarà da cessa, avrà stufato tutti ma è un’enciclopedia del sesso che ogni ragazza dovrebbe vedere, secondo il mio modesto parere. Solo non fatevi abbindolare da Mr Big come Carrie (che cretina).

Avete avuto esperienze terrificanti come le mie?  Raccontatemele nei commenti, mi fa troppo ridere leggerle 🙂

94 Commenti

MOSTRA I COMMENTI
  1. Riccardo

    29/08/2017 alle 15:49

    Supero il disagio di inserirmi in una conversazione di sole donne con box rosa, contorni rosa e addirittura il tasto “submit” rosa solo per dire che questi articoli sono geniali. Istruzione pura. 90 minuti di applausi

    Rispondi
  2. Carlotta

    21/07/2017 alle 12:19

    “Ah ma io vengo solo senza preservativo”

    “Io avrei finito” Ah perché abbiamo cominciato?

    e…la migliore di tutte:

    “e tu sei venuta?”

    Rispondi
  3. MartyBarty

    19/04/2017 alle 16:28

    1-uscivo con uno che mi invitava alle 1430, entravo, bacio e alle 1445 eravamo già davanti a Uomini e donne. Quindi immagina, le ore proprio
    2-vado con uno, non ce la fa e mi dice “penso alla mia ex” si beh ma inculati, potevi dirlo anche prima eh
    3-un altro non emetteva suono, veniva muto. Che odio dio santo
    4-un altro (di cui ero invaghita da anni) dopo l’atto mi porta a casa e mi da due baci sulla guancia dicendo “dai ci sentiamo allora”
    5-l’ultimo dei coglioni mi dice “beh ma quando eri GRASSA stavi meglio, avevi il culo più bello” ma vaffanculo

    Rispondi
  4. Luca

    07/04/2017 alle 9:51

    Ascoltare (o in questo caso leggere) le donne che parlano degli uomini dovrebbe essere materia obbligatoria a scuola,davvero!
    Comunque voglio rendere la mia esperienza:quando il preservativo e’ la via d’uscita. Dopo un solleticamento a forte tensione erotica di qualche giorno e travolgenti preliminari per strada,nell’ascensore,sul pianerottolo,arrivati alla prova letto…nulla. Passivita’ degna di una bambola di pezza,sconcertante inattivita’ non coerente con la “partecipazione” dimostrata dall'”organo accettante”. Pur essendo esponente maschile dell’animale uomo non me la sono sentita di procedere secondo il credo “ognuno per se dio x tutti” e ho cercato una elegante via di fuga,trovata nel “diamine nn ho preservativi,senza non me la sento”. Ultimo appuntamento. Comunque a sentire gli uomini non c’e’ traccia di alcun fallimento da quando Erodoto ha cominciato la storia scritta del genere umano

    Rispondi
  5. Patrizia

    15/03/2017 alle 17:22

    Da morir dal ridere ahahahaah
    un spunto da aggiungere
    ….E’ la prima volta che mi succede!
    ..si si solita storia tempo di durata 1 minuto..

    Rispondi
  6. Elisa

    31/01/2017 alle 14:42

    Oddio mi è appena venuto in mente un altro episodio. Conosco questo tizio indiano, altissimo, bellissimo, levissimo. Certo, conosco i luoghi comuni sulle dimensioni falliche di coloro che popolano il continente asiatico, ma sono decisa a toccare con mano. E poi lui è alto 1.90 e muscoloso q.b., e mi illudo che le dimensioni dipendano più dalla corporatura che dalla genetica. WRONG. Iniziamo l’amplesso ed io azzardo subito un timido e disperato “it’s not gonna work…” perché hey, non sento assolutamente nulla. A lui va il sangue al cervello (tanto nel minuscolo pene ne basta pochissimo), si scalda e inizia ad urlarmi contro: “What? What’s not gonna work? What’s not gonna work???” e comincia a martellare con tutte le sue energie. Di fronte ad un tale scatto d’orgoglio balbetto un “nothing” e rimango lì immobile in attesa che lo strazio finisca!

    Rispondi
  7. Elisa

    31/01/2017 alle 14:32

    Come te, sono nella fase app d’incotri post rottura fidanzamento + convivenza pluriennali (e anche per questo adoro seguirti!). Dopo un primo incontro piacevole ma non straordinario, accetto l’invito di un quarantenne super palestrato (assolutamente NON il mio tipo, ma una dovrà pure allargare i proprio orizzonti, no?) di cenare a casa sua, che nel linguaggio universale significa “hey eccotela qui su un piatto d’argento”. Una volta approdati in camera da letto, non faccio in tempo ad entrare in contatto con quello che avrebbe dovuto essere il fulcro del nostro piacere che lui mi chiede fissandomi preoccupato: “Est-ce que ça te convient?” (“Ti va bene?”). Soltanto a coito avvenuto mi ha raccontato di essere stato vittima di un terribile incidente d’auto a quattordici anni, in cui si è fratturato il pene. Da allora è estremamente insicuro a riguardo (in effetti è stortino e pieno di cicatrici…). Spero di averti fatta sorridere come tu fai sorridere me ogni giorno 🙂

    Rispondi
  8. Cate

    25/01/2017 alle 18:33

    La stronza sono io! Lui bellissimo, alto, riccioli biondi, occhi azzurri, lavora a Strasburgo per la Commissione Europea, gentile, bacia da dio.
    Andiamo in camera sua, sesso orale da parte sua, tutto bene. E poi si toglie i boxer. E ha il pene più piccolo mai visto. Parlo di un paio di centimetri al massimo. Sono scoppiata a ridere. Mi sono sentita una grande stronza. Sono andata via e qualche mese dopo gli ho mandato un mazzo di fiori con un biglietto di scuse.
    Ma minuscolo minuscolo!

    Cmq devo dire che io e il marito abbiamo avuto la prima volta di fronte a Dexter. Lo stavamo guardando e ci siamo sentiti ispirati!

    Rispondi
  9. Elle

    25/01/2017 alle 10:39

    finalmente dopo settimane riesco a combinare con questo tipo (rugbista, fisico assurdo) ad una festa. io avevo bevuto come una spugna ma ero praticamente sobria, lui marcissimo. alla fine siamo finiti a casa mia (in taxi, che ho dovuto pagare io perché lui era completamente andato- E GIA’ QUI NON VA) ma non è successo nulla e si è addormentato praticamente subito. la mattina dopo voleva recuperare ma non aveva il preservativo (s’è pure lamentato che non volessi farlo senza!) perciò bye bye.
    inutile dire che non l’ho più visto.

    Rispondi
  10. Giulia

    25/01/2017 alle 1:36

    Il post mi fa morire ma anche i commenti non scherzano!
    Io aggiungo la categoria “gorilla” ovvero quelli che durante l’amplesso si esprimono solo con l’emissione di suoni tipo “uuuuuuuh uhhh uhhhh”. Aiuto.
    Per gli episodi imbarazzanti vorrei fare outing:
    Siamo a casa di lui, la situazione si fa calda e lui mi chiede se può tenere la tv accesa perché il suo coinquilino è in casa e potrebbe sentirci.
    Nel bel mezzo dell’amplesso in tv iniziano i Teletubbies, io scoppio a ridere e noi riesco a fermarmi. Lui disorientatissimo mi guarda con fare interrogativo, alla fine riesco a chiedergli di cambiare canale ma è troppo tardi, io mi asciugo come il Sahara d’estate e fine, non se ne fa più nulla.
    Se ci penso rido ancora.

    Rispondi
    • rockandfiocc

      25/01/2017 alle 9:46

      guarda, forse preferisco i versi a quelli che stanno completamente muti senza emettere respiro!
      nooo hahahahahahahaha pensa lui poveretto chissà cosa ha pensato haha

      Rispondi
  11. Agnes

    24/01/2017 alle 18:16

    Tizio, nel mezzo della faccenda, s’immobilizza, sguardo nel vuoto, poi riprende.
    – Tutto bene?
    – Sì, scusa, stavo pensando un attimo a mia madre.

    Ook.

    Rispondi
  12. Serena

    24/01/2017 alle 18:10

    Ci stavamo frequentando da un mese e ci troviamo in discoteca: io ubriaca, super limone in mezzo alla pista e lui lentamente mi porta fuori diretto alla macchina. Okay ci sto tanto che ho da perdere? Andiamo nel parcheggio dietro la discoteca nella sua macchina (anzi del padre). Inizia l’amplesso, lui sopra di me e dopo cinque minuti inizia a grondare di sudore. Della serie che mi cadevano le goccioline di sudore sulla faccia (era inverno). Imbarazzatissima faccio finta di niente e continuiamo ma per fortuna suona il telefono e finisci li la cosa. Non ci siamo più visti ne sentiti.

    p.s.: giulia ti adoro questo post mi ha fatto morire dal ridere!

    Rispondi
  13. Vanessa

    24/01/2017 alle 17:41

    Lui, bello, grande, mi erano girate voci anche di una buona esperienza e di un amichetto che tutte chiamavano “il gladiatore”. Così, molto contenta di essere stata notata e scelta da questo pezzo di manzo fresco, decido di accettare l’invito a fare due chiacchiere.
    Inutile dire che le sue chiacchiere sono durate 3 secondi e poi ha cominciato a baciarmi tipo Dio greco e io ero tipo già in paradiso. Si toglie tutto e confermo, il gladiatore si notava anche a riposo. Poi il dramma, mi confessa di aver preso della roba che non glielo fa svegliare e scopriamo che l’unico modo per farlo reagire sono io e la mia bocca. Morale della favola: un continuo di me che lavoravo e lui che ci provava, un’ora e mezzo di avanti e indietro. Poi finalmente la luce!
    RAGAZZI PENSATE ALLA FICA E NON ALLA DROGA CHE POI SE VEDE!

    Rispondi
  14. LIFEONMARSUK

    24/01/2017 alle 17:34

    Ah…quante ne avrei da raccontare XD
    Le mie preferite :Io e Lui in Macchina.Amici da anni e per la prima volta -ed ultima- AMANTI “Te posso da na smucinata?Tanto io non vengo mai ed è inutile che proviamo,ci potremmo stare secoli”. CIAO.

    Io e Lui – con tatuaggio sulla chiappa destra scoperto troppo tardi- in macchina,io sopra.Lui “Ehi!” Io “Si??!” Lui “No,niente così per salutarti”……… Al quinto Ehi me ne sono andata.

    Io e Lui – fidanzato-.Viene ed un secondo dopo “Quanto amo Alessia cazzo però”.Alessia era la sua fidanzata.

    Io e Lui (Semi Microfallico) : ” Mo vedrai,non credo che sei abituata a roba del genere…sicuro ti farà male come se fosse la prima volta “….Ovviamente non ho mai provato.

    Rispondi
  15. Aurelie

    24/01/2017 alle 17:31

    Diverse esperienze tragicomiche ma due in particolare.
    1) esco a cena con questo tipo. Tutto va bene finché non iniziamo a baciarci e già lì ALLARME perché al posto della lingua sembrava avesse un salmone uscito dall’acqua per quanto si agitava. Praticamente io ero immobile con la bocca aperta e lui me la stuprava. Comunque, cerco di passarci avanti perché con questo tipo erano mesi che ci giravamo intorno (amico di amici). Passiamo sul sedile posteriore e lì coniglio misto a trapano selvaggio. Dopo 5 minuti finito lui, finito tutti.
    Ovviamente mai più sentito e ho fatto di tutto per non incrociarlo.

    2) devo ammettere, ahimé, che la colpa qui è stata mia. Sono a Parigi e conosco in una discoteca un ragazzo bellissimo di origini arabe, scuro, capelli ricci neri e occhi verde chiari… insomma da togliere il fiato. Iniziamo a baciarci, lui mi dice delle cose dolcissime in francese ed io mi sciolgo. Se non fosse che però per altre ragioni non dormivo da praticamente 30h, ma comunque vengo convinta dalla mia amica ad andare alle 6 del mattino a casa di lui (una vera cuccia, non c’era nemmeno la carta igienica, bottiglie di birra e cicche di sigarette sul letto). Iniziamo a farlo ma io lì sotto era completamente secca, prosciugata. Lo guardavo e pensavo che fosse bellissimo ma che avrei solo voluto chiudere gli occhi. Alla fine lui mi prende in giro simpaticamente, gli chiedo scusa e ci addormentiamo. Dopo qualche ora mi sono svegliata e sono scappata!

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/01/2017 alle 18:28

      il bacio non mente mai!
      ah che brava sei, nessuno parla male di sè stesso! eh vabe capita, specialmente dopo 2 giorni e mezzo in piedi

      Rispondi
  16. Elisa

    24/01/2017 alle 15:53

    Secondo me il peggio è quello che non gli si alza nemmeno con Adriana Lima davanti e che, dopo innumerevoli sforzi, dura 45-60 minuti lasciandola in fiamme e tu speri dio che finisca presto ma lui non viene MAI!

    Rispondi
  17. Lu

    24/01/2017 alle 15:39

    Lui dentro di me. “Lo senti? Eh?! Lo senti?”

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/01/2017 alle 15:41

      hahahahahahahaha e tu?

      Rispondi
      • Lu

        25/01/2017 alle 7:46

        Io sono una logorroica, ma NON a letto. Sarà un mio limite. Non ce la faccio. Il che non significa che sono una passiva che si mette a stella marina e fa fare tutto a lui, anzi. Però diosanto, sono qui che ti cavalco al limite delle forze, coi crampi alle cosce, da un quarto d’ora e tu fai di tutto per non venire perché stai godendo, almeno non dire cazzate. Io gli tappo la bocca con la mano e accenno un occhiolino che, pare essere molto sexy visto da lì sotto. True story

        Rispondi
        • rockandfiocc

          25/01/2017 alle 9:47

          la metafora della stella marina avrei dovuto inserirla nell’articolo perché in effetti mi dicono sia il difetto di molte donne

          Rispondi
  18. Valentina

    24/01/2017 alle 15:35

    Il peggiore in assoluto: al terzo appuntamento dopo baci insistenti decidiamo di spostarci nel sedile posteriore. Una volta lì, riprendono i baci, le mani vagano, lui si sbottona i pantaloni e dice: Me lo tocchi un pò?.
    Appoggio la mano per quelli che saranno stati pochi secondi e accade l’inaspettato.
    Io scioccata e con la mano incollata lo guardo traumatizzata e lui: Guarda che è normale io faccio sempre così prima, così adesso possiamo farlo e duro tantissimo!!
    Manco a dirlo, la serata è terminata là (cazzo soffri di eiaculazione precoce e devo essere io a dirtelo????)

    Rispondi
  19. Sonia

    24/01/2017 alle 15:15

    bello, aitante e ben dotato. non posso chiedere di meglio. arrivati al dunque mi dice tutto contento SAPPI CHE IO NON VENGO MAI e io tra me e me non sai cosa ti perdi, ma contento te contenti tutti! (come se poi fosse qualcosa di cui andare orgogliosi ) poi continua SE VUOI PROVARCI FAI PURE…non pensavo di essermi iscritta ad una gara a premi. il premio finale l’ho fatto a me stessa e poi tanti saluti.

    Rispondi
  20. Giulia

    24/01/2017 alle 15:12

    Tu ti credi questa grande dea del sesso? Bisognerebbe anche sentire chi è venuto a letto con te.
    E’ la convinzione che frega la gente.

    Rispondi
  21. Sonia

    24/01/2017 alle 14:59

    con uno non sono neanche voluta arrivare allo step sesso, era già una sofferenza baciarlo. sembrava che usasse la lingua come una trivella alla ricerca di non so cosa e pretendeva pure che lo imitassi e poi mi leccava come un cono gelato. SCHIFO! … non riuscivo a trovare un ritmo e una sincronia con la sua lingua, figuriamoci con il suo corpo. NO NO ADDIO

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/01/2017 alle 15:21

      se già dal bacio partiamo male di solito non si presagisce niente di buono

      Rispondi
  22. Isa

    24/01/2017 alle 14:42

    Ciao Giulia! Post fantastico, praticamente sottoscrivo tutto.
    Guarda bisognerebbe mettere nome e cognome di quei tipi mediocri autori di quelle frasi agghiaccianti per smerdarli in pubblica piazza! Ecco penso ci vorrebbe un corso di etichetta anche per il sesso, ormai ci sono troppi selvaggi in giro…
    Povere donne

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/01/2017 alle 15:21

      ma no poverini, alcuni non se lo meritano, sono bravi ragazzi

      Rispondi
  23. Valeria

    24/01/2017 alle 14:22

    Con un ragazzo che già non mi stava convincendo al 100%, decido di concedergli il beneficio del dubbio e vedo se a letto ci sa fare.
    Nel momento in cui si mette nudo, io inizio a guardare la porta della camera con insistenza: alto quasi due metri, ma con il famoso tubetto di colla Prit citato in qualche commento qui sopra.
    Iniziamo e io ero in super imbarazzo, non ce la faceva proprio, zero ritmo, zero passione, mi diceva frasi porche pensando di farmi eccitare e invece io mi sentivo sempre più a disagio. Ma il momento peggiore l’ha raggiunto quando, sicuro della sua prestazione, mi apre le gambe e decide di sputarmi lì, in mezzo, a mo’ di starnuto.
    Sono rimasta paralizzata per lo schifo per qualche secondo e dopodiché sono scattata via dal letto, sono andata in bagno e con la scusa del “scusa ma non mi sento molto bene” me ne sono andata a casa mia. E a mai più rivederci.

    Rispondi
  24. Michela

    24/01/2017 alle 14:04

    Post esilarante!! Sei troppo avanti! La voce di tutte noi!!
    Esperienze “traumatiche” due:
    – uno faceva la telecronaca… “adesso faccio, muovo, giro ecc..” “no grazie! Ci sono anche io con te”
    -l’altro sdraiato come ameba sul letto e completamente passivo, finito il tutto “sono stato bravo eh, vuoi il bis?”

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/01/2017 alle 14:41

      hahaha beh ti avvisava dai
      il bello è che questi si credono bravi, capito??

      Rispondi
  25. Laura

    24/01/2017 alle 13:52

    Vogliamo parlare di matitina ? Mini HB ? Che si agitava come un matto tipo coniglio ??
    no…..grazie a Dio l’ho perso di vista ….no no…

    Rispondi
  26. Kate

    24/01/2017 alle 13:44

    Il migliore amico. Grandissimo sbaglio, solito clichè, io appena mollata vado da lui amico di infanzia, che consideravo quasi come il fratello che non ho mai avuto, iniziamo a bere e ovviamente finiamo a letto insieme, mi era parsa addirittura una buona idea, probabilmente inebriata dall’alcol.
    Bene. Lui sopra, nella posizione più facile del mondo, si irrigidisce, o meglio non si muove sta lì sopra, suda freddo, quasi colto da un attacco cardiaco.
    Io non sapevo cosa fare, ero imbarazzatissima, poi capisco il silenzio e il suo sudare freddo, era venuto appena messo dentro.
    Mi ha detto che aveva aspettato questo momento 12 anni. Che strazio.
    Non ci siamo più parlati.

    Rispondi
  27. Giulia

    24/01/2017 alle 13:42

    Era tutto tranne che il mio tipo ma baciava pure bene. Peccato che le prime 3 volte che siamo finiti a letto non riusciva a metterlo dove sarebbe dovuto andare. E diceva “nooo. Non ci riesco!” Bello mio, me ne accorgo anche io che non ci riesci. Son qui che aspetto un orgasmo da settimane.

    Rispondi
  28. G

    24/01/2017 alle 13:41

    Conosciuto ad un torneo di beach volley, fisico pazzesco, UGUALE a Channing Tatum, parliamo e gli piace Proust, gli XX e Jarmush.
    Io volevo già sposarlo. La sera mi invita da lui e preliminari bomba, ma comincia a parlare e a fomentarsi troppo. Durante il sesso, comincia a insultarmi pesantemente ma cose brutte super maschiliste misogine. Mai più visto. Ancora non capisco perché

    Rispondi
  29. Madame La Gruccia

    24/01/2017 alle 13:36

    Dai racconti di un’amica, appena rientrata da una vacanza in UK che aveva pensato bene di raccontare al tizio in questione, evidentemente ispirato:

    Mentre si spoglia, spavaldo: “Allora, lo vuoi rivedere il BIG BEN?”

    Inutile aggiungere che non gli si è neanche tirato su.

    Dalla mia personale esperienza:

    Io: “Ce l’hai il preservativo?”
    Lui: “No, però tranquilla mi fido di te” (NON ERA IRONICO).

    Baci,
    Ang

    Rispondi
  30. Vero

    24/01/2017 alle 13:31

    Presi dall’impeto della passione, iniziamo a spogliarci con foga. Lui all’improvviso mi ferma e inizia a piegare con meticolosità i suoi vestiti, mi chiede anche se ho una gruccia su cui appendere la camicia, ché altrimenti si sgualcisce. Dopo aver finito mi dice: “Ok, ora possiamo continuare”.
    Ovviamente primo e ultimo appuntamento con lui.

    Rispondi
  31. Erica

    24/01/2017 alle 13:06

    Ahahah! Ce n’è di materiale qui! Anche nei commenti 🙂

    A me aveva fatto troppo ridere un’amica che mi ha raccontato che a un appuntamento al parco lui a un certo punto le chiede “Va bene se lo facciamo qui dietro il cespuglio?” MA CERTO.

    In generale trovo che il problema maschile si appunto quello del ritmo e/o della fretta e se tocchi qualsiasi cosa a caso per 2,5 secondi NON SERVE!

    Rispondi
  32. Tegamini

    24/01/2017 alle 13:03

    Bene. Ragazzo adorabile, spigliato, simpatico, intelligente, gentile, spassoso. Ma non dotatissimo (vedi tubetto di colla Pritt) e totalmente sprovvisto di flessibilità articolare. La posizione del missionario, che da che mondo e mondo tutti sono all’incirca in grado di padroneggiare, poneva ostacoli insormontabili. Non appoggiava le ginocchia. Non le appoggiava. Io non so perché, ma non le appoggiava. Faceva le flessioni, puntando i piedi e tenendo le gambe rigide. Come un tavolo. E sudava come una bestia, pure, mettendomi un’ansia senza fine. Dopo dieci minuti di quel calvario – e senza aver mai ben capito se la colla Pritt era effettivamente riuscita ad insinuarsi dove doveva insinuarsi (SAMANTHA I FEEL YOU) – lo facevo sdraiare e ci pensavo io, galoppando per la prateria. Lo adoravo, ma un patimento del genere non si poteva accettare.

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/01/2017 alle 13:13

      HAHAHAHAHAHAHAHAHA STO MALE

      Rispondi
      • Tegamini

        24/01/2017 alle 13:19

        Ho anche avuto l’onore di accoppiarmi con un rugbysta sudafricano MARMOREO che però, purtroppo, viveva con difficoltà un antico trauma. Doveva sempre e solo starti sopra, perché una ex gli aveva ROTTO IL PENE durante uno smorzacandela eccessivamente esuberante. Non ho mai visto un terrore simile negli occhi di un uomo. Va bene, va bene. Sto qua buona, non ti faccio niente. Non ci vengo sopra. Lasciamo perdere. Fai tu. Fai tu.

        Rispondi
  33. Elena

    24/01/2017 alle 12:44

    1. (indispettito dopo essere tragicamente venuto durante i preliminari) “E’ colpa tua, in fondo erano tre mesi che non facevo sesso” – Bello mio, ma non l’hai visto Tutti pazzi per Mary?
    2. “Io però adesso devo dormire, perché entro mezzanotte vado sempre a letto. Ti accompagno a casa” – CERTO CHE MI ACCOMPAGNI, E DI CORSA
    3. (quello del punto 1, non contento, in relax post-coitale) “certo che la tua casa è proprio un buco” – Infatti guarda, per arrivare alla porta ci vogliono due passi

    Mi fermo per pietà, per fortuna quelli tragici sono stati pochi.

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/01/2017 alle 13:12

      HAHAHAHAHAHAHA

      Rispondi
      • Elena

        24/01/2017 alle 14:28

        N.B.: oltretutto il punto 3 era uno che proprio non si poteva permettere di parlare di dimensioni. Da allora, chi dice che la mia casa è troppo piccola viene ripagato con la stessa moneta.

        Rispondi
  34. Alepanda

    24/01/2017 alle 12:26

    Una volta uno ha iniziato a Mugolare tipo gattino….mi sono spaventata!

    Rispondi
  35. G

    24/01/2017 alle 12:20

    Quello che va tutto benissimo, passione foga e poi… ti sputa sui capezzoli. Ma sputo da 20cm di distanza proprio. Troppo youporn eh amico?

    Rispondi
  36. Carla

    24/01/2017 alle 10:46

    “Aiutami, non lo trovo, sai la mia ex faceva da sola!” Roba da regalargli un libro di anatomia!
    Per non parlare di quelli che “dai anche se hai le tette piccole almeno da vecchia non ti scenderanno!” Grazie dell’informazione, potevo vivere senza.

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/01/2017 alle 11:14

      ehh???????? gli schiaffi

      Rispondi
      • Carla

        24/01/2017 alle 11:21

        E infatti mai più. E dire che sembrava pure uno a posto!

        Rispondi
  37. V.

    24/01/2017 alle 10:29

    Finito il rapporto: “Che voto mi daresti per la performance di stasera, da 1 a 10? Io mi darei un bell’8” (uomo di 39 anni).

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/01/2017 alle 10:41

      HAHAHAHAHAHAHA spero tu gli abbia risposto una cosa cattivissima

      Rispondi
  38. filledusoleil

    24/01/2017 alle 10:13

    Ahahahahah grazie Giulia!
    Io una volta sono uscita con uno che parlava in modo totalmente incomprensibile, velocissimo, si mangiava le parole, biascicava e a letto stessa cosa! Dato che non taceva mai mi sono ritrovata per tutto l’atto a dire “EH??? COSA?? NON HO CAPITO!”.
    Inutile dire che non c’è stato un seguito.

    Rispondi
  39. Didi

    24/01/2017 alle 10:05

    Ragazzo bellissimo. Bacia da Dio. Io pazza di lui. Assolutamente il mio tipo. Finiamo a letto dopo un paio di uscite e.. una noia mortale! Giuro, non avrei ma creduto di pensare “non vedo l’ora che finisca”. Lui dopo “tutto ok? Mi sembri assonnata..”
    Gli ho dato anche una seconda possibilità ma il suo stile era proprio “noia mortale”

    Rispondi
  40. Giulia

    24/01/2017 alle 9:38

    “Sono stato PIC”.

    Non serve aggiungere altro

    Rispondi
  41. Mavie

    24/01/2017 alle 9:28

    Mi hai fatto spaccare dal ridere. Io aggiungerei alla lista “il mimo”, ovvero quello che fa facce strane e tu boh, vorresti ridere e ti passa la fantasia. E poi quello che si autocompiace della propria performance, “però, dai, non sono male, resisto bene” – battiti il cinque da solo, avanti.

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/01/2017 alle 9:30

      ah oddio hai ragione mi sono scordata il mimo!!! vabe non si può dire “Non fate facce” perché sono involontarie
      HAHAHAHAHAHA genio

      Rispondi
  42. ilaria

    24/01/2017 alle 9:11

    “Posso leccartela?”
    Avrei dovuto apprezzare l’educazione? A me così passa qualsiasi fantasia, ci si prova delicatamente ma non si chiede il permesso suvvia!

    Rispondi
  43. Kate

    24/01/2017 alle 8:34

    i peggiori in assoluto: quelli che parlano per tutto l’amplesso e cercano lo specchio più vicino per guardarsi nel mentre. Non è uno scherzo purtroppo è successo.

    Rispondi
  44. Valeria Manunza

    24/01/2017 alle 4:11

    Beh anche quelli che alla fine ti dicono GRAZIE…

    Rispondi
  45. Marta

    24/01/2017 alle 1:22

    Giuro, GIURO: la prima volta con un ragazzo con cui uscivo, nel bel mezzo dell’atto lui, senza sapere se i suoi gusti fossero condivisi da me, decide in un momento di foga di mettersi il mio piede in bocca e iniziare a ciucciarlo.
    Lo stesso, la volta successiva: “di solito non vengo così presto”
    Non ci sono più uscita dopo quelle due volte ahah, sicuramente è durato anche troppo!

    Rispondi
  46. Becca

    24/01/2017 alle 1:00

    “Ma sei venuta?”
    Te ne saresti accorto amico, tu che dici?

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/01/2017 alle 9:00

      MAH! C’è gente che non emette suono e non si muove eh (gli uomini, le donne non so)

      Rispondi

Rispondi a filledusoleil Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *