La domanda che mi viene rivolta più spesso su Instagram, mail e commenti del blog è la seguente: mi consigli una bella borsa che non costi troppo?

E’ una domanda alla quale è difficile rispondere, perché non conosco i vostri gusti né il vostro budget di spesa: come ben sapete le belle borse di marca costano intorno ai 1000 euro, mentre tutte le altre si aggirano su svariate centinaia di euro e spesso sono brutte (questo è il mio parere). Ovviamente se andate al mercato o in negozi anonimi troverete anche borse a 100 euro ma spesso la pelle è scadente e il design non esattamente entusiasmante.

Io personalmente possiedo 5 borse in totale, che alterno spesso. Ci tengo che siano belle, non troppo viste in giro, che durino svariati anni e che si accompagnino a tutti i miei look senza grandi problemi. Purtroppo non ho un budget di 1000 euro al pezzo e non credo li spenderei, se veramente volessi una borsa “firmata” mi ingegnerei per trovarla usata (Vestiaire Collective e Depop sono ottimi negozi online con una bella selezione di capi di lusso scontati come nuovi).

Celine-trio-bag-navy

La borsa perfetta per me, la Céline trio grande in nero.

Ho pensato quindi di farvi una selezione di borse che mi piacciono e che rimangono nel range dei 300/400/500 euro, sotto i quali secondo me è difficile trovare qualcosa di decente.

Vi anticipo già che ho escluso dall’articolo certi marchi tipo Coccinelle, Furla e simili perché NON mi piacciono i loro prodotti, e che la mia selezione si concentra su borse

-minimaliste
-senza loghi o con loghi molto piccoli
-senza hardware fastidiosi (li trovo orrendi)
-monocolore
-pratiche (niente pochette, borsine invisibili e scomode)
-che ho toccato con mano/che possiedo

ATP ATELIER

Il marchio svedese di scarpe e sandali ha recentemente deciso di espandere la produzione anche alle borse e credo valga la pena segnalarle. Sono solo 4 modelli, con una bella selezione colori (ci sono quelli classici e quelli per le temerarie come rosa, blu klein), il design minimale che caratterizza il brand e grande praticità.

atp atelier

LITTLE LIFFNER

Ho scoperto recentemente questo marchio svedese tramite Erica e me ne sono subito innamorata: una vasta selezione di modelli, ottimi sconti ora che è periodo di saldi, buona qualità

little lifner

little lifner 2 little lifner 3

NICO GIANI

Marchio italiano nato dal designer Nicolò Giannini, un laureato al Polimoda che ha vinto il premio Who Is On Next?  nel 2017 e ha potuto lanciare la sua linea. L’ho scoperta via Instagram, al braccio di Linda Tol.  Le sue borse si acquistano online su Netaporter o Farfetch e a Milano all’Excelsior

4 6 LUTEA_FAMILY2 2

STAUD

Il secchiello di Staud (il modello Bisset) è stato decisamente LA borsa dello scorso anno.

staud

Al braccio di tutte le influencer che contano. Anche gli altri modelli del brand statunitense sono parecchio conosciuti e visti in giro

staud2

 

Io li adoro, c’è però il solito triste problema della dogana dagli USA

FRENZLAUER

Molte di voi conoscono il marchio fiorentino, ve ne ho parlato spesso anche io. Possiedo due borse, un secchiellino e una borsa media con la tracolla e le amo. I colori sono bellissimi, la pelle è morbida e di qualità, le sbatacchio da tutte le parti e si sono rovinate davvero poco. E’ evidente l’influenza di Céline sui design delle borse e alcuni modelli son identici a quelli di Mansur Gavriel (altro marchio che amo ma le cui borse costano più di 500 euro e non vanno quasi ma in sconto) ma chi siamo noi per lamentarci.

frenzlauer frenzlauer2

 

31 Commenti

MOSTRA I COMMENTI
  1. Cami

    18/04/2018 alle 14:52

    Volevo segnalare in fatto di borse 2 nordiche: Maria Jobse e Yvonne Koné
    Forse la seconda un po’ cara…
    Grazie e buona giornata
    Camilla

    Rispondi
    • rockandfiocc

      18/04/2018 alle 15:21

      grazie!! non conoscevo, molto carine

      Rispondi
    • MarziPan

      22/03/2019 alle 21:00

      Giulia che belle!! Grazieee

      Rispondi
  2. Veronica

    05/02/2018 alle 13:24

    Ciao Giulia! E del marchio DKNY che ne pensi? Troppo cheap?

    Rispondi
    • rockandfiocc

      05/02/2018 alle 13:54

      più che altro c’è quel logo ovunque che non mi piace!

      Rispondi
  3. Chiara

    31/01/2018 alle 13:42

    Ciao Giulia! Io sono una poverissima studentessa, per me per il momento anche le Frenzlauer mi sembrano un miraggio, quindi mi oriento su brand ancora più economici. A proposito di questo, cosa ne pensi della pochette addict di Sandro?

    Rispondi
  4. LaVale

    31/01/2018 alle 12:32

    Bellissime, proprio come piacciono a me! Ho già pinnato tutto!

    Rispondi
  5. Marta

    30/01/2018 alle 11:03

    Ciao Giulia, che ne pensi della Signet bag di J Crew? Mi sembra simile alla Flyer di Frenzlauer, con un prezzo decisamente più basso e invitante. Me ne sono invaghita dopo aver visto un “In the bag” di English Vogue con Jenna Lyons.

    Apprezzo moltissimo la tua ritrovata operosità qui sul blog!

    Rispondi
    • rockandfiocc

      30/01/2018 alle 12:05

      Ciao Marta (e grazie :)), hai ragione, ottima opzione! Non me la ricordavo questa borsettina carina. Il problema è sempre la dogana…

      Rispondi
      • Marta

        30/01/2018 alle 14:18

        Si trovano, con opzioni colori purtroppo molto ridotte e senza possibilità di stampa delle iniziali o monogramma, anche su Zalando! 😉

        Rispondi
  6. Annarella

    29/01/2018 alle 17:59

    Qualche consiglio per noi vegane? Ho gli stessi tuoi gusti in fatto di estetica, sì al minimalismo, no alle cafonate logate e via dicendo…

    Rispondi
    • rockandfiocc

      29/01/2018 alle 20:03

      purtroppo non ne ho idea

      Rispondi
    • Claudia

      30/01/2018 alle 17:43

      Mi permetto di consigliarti Matt and Matt.

      Rispondi
  7. Vale

    29/01/2018 alle 17:08

    Ciao, a me piace molto anche Atomy, un marchio polacco che ho scoperto da poco, dagli un’occhiata, credo potrebbe piacerti, i prezzi sono ottimi.

    Rispondi
  8. antonella

    29/01/2018 alle 16:32

    ciao giulia,
    grazie per questo articolo, utilissimo! in realta’ vorrei risparmiare per la celine trio perche’ penso che un paio di centinaia di euro in piu li valga, visto che si presuppone che duri nel tempo.
    mi chiedevo se avessi qualche consiglio anche sugli zainetti. sai quelli piccoli, magari di pelle, della grandezza di una borsa? faccio fatica a trovarne di carini e al tempo stesso di buona qualita’. penso di avvicinarmi al tuo gusto, quindi ogni consiglio da parte tua sarebbe fantastico.
    a presto,
    antonella

    (scusa per gli accenti, tastiera sbagliata!)

    Rispondi
    • rockandfiocc

      29/01/2018 alle 16:49

      Ciao Antonella! Per gli zainetti ti direi di guardare su Asos, mettendo il filtro Pelle. Non sono male! Purtroppo non ne conosco altri perché è un oggetto che non cerco mai

      Rispondi
  9. Sine_dubio

    29/01/2018 alle 15:42

    Ciao GIuli!
    Concordo su tuuuutta la tua intro!
    So che non è un consiglio molto pertinente ma i saldi di Acne Studios sono fantastici ora! Per quanto riguarda le borse vanno in sconto solo i modelli piu particolari e meno “spendibili” ma ho preso a 380 (-60%) una borsa di una qualità pazzesca…
    Un bacione,
    Giulia

    Rispondi
  10. Camilla

    29/01/2018 alle 11:59

    Bel post, complimenti! Frenzlauer mi piace molto ma mi infastidisce non poco la loro gestione dei social.

    Ma invece, parliamo di INTIMO. Un bel post come questo sulla biancheria? Io impazzisco, non so più dove comprare mutande e reggiseni comodi, pratici ma carini. Belli i pizzi e i fiocchi eh, ma non posso mettermi un reggiseno in macramé sotto la camicia bianca…
    Tezenis puah, Oysho troppo scomodo tutto, di Intimissimi non mi piace più da anni nulla, Princesse Tam Tam scomodo (dei pizzi così duri da lasciare il segno…), &OtherStories sintetico che di più non si può, Cosabella comodo ma colori orrendi…il resto è fuori budget. Salvo le mutande di Muji che sono di ottimo cotone, ma ammettiamo che l’effetto suora laica è dietro l’angolo.
    Giulia, illuminaci!

    Rispondi
    • rockandfiocc

      29/01/2018 alle 15:20

      perché ti infastidisce la loro gestione dei social? Dimmi dimmi
      Non so nulla di intimo, i reggiseni non li metto e i pochi che ho sono dei triangolini di cotone o pizzo comprati da Tezenis e simili, come mutandine vado un po’ a caso, non ho un marchio del cuore e mi va bene piu o meno tutto! Non sono picky in fatto di intimo. Mi dispiace non ti posso aiutare1

      Rispondi
      • Camilla

        30/01/2018 alle 10:22

        Mah…ultimamente ho smesso di considerarli quindi mi riferisco a cose anche molto risalenti, ricordo post su instagram in cui avevano risposto in modo – a mio avviso ovvio – abbastanza antipatico a ragazze che chiedevano se avrebbero mai fatto saldi. Poi insomma, quando si parla di te praticamente perché hai inondato gli armadi di ogni blogger/influencer con le tue borse a me qualche dubbio viene…
        Se vuoi parlare di cattiva gestione dei social (in privato se no mi querelano :)) hai qui una consumatrice molto attenta e molto snob eheheh

        Peccato per l’intimo, speravo mi tirassi fuori qualche chicca! Grazie lo stesso 🙂

        Rispondi
        • rockandfiocc

          30/01/2018 alle 12:06

          no no per carità, non posso parlare male di nessuno se no sappiamo cosa succede T_T io non avevo notato questo che mi dite ma capisco.

          Rispondi
    • Annarella

      29/01/2018 alle 17:57

      Concordo con Camilla, le Frenz mi piacciono molto ma la loro gestione dei social è uno degli aspetti che mi frena dall’acquisto (idem Lazzari, che mi piace da morire ma ormai regala abiti e accessori a chiunque).

      Rispondi
      • Camilla

        30/01/2018 alle 10:24

        Giuro che ho scritto la risposta a Giulia prima di leggere questo commento, ma era esattamente quello che volevo dire! Lazzari non ne parliamo, dopo gli ultimi saldi mi ha definitivamente persa come cliente

        Rispondi
    • mara

      08/04/2018 alle 23:47

      mi intrometto in ritardo per segnalare alcuni brand di intimo che mi piacciono e che forse potrebbero piacere anche a voi
      uno è SKINY che è un brand tedesco mi pare, molto basic e fresco
      poi DKNY che per quanto riguarda l’intimo mi convince, molto basic ma non da suora
      poi VERDISSIMA per cose più ricercate ma non cafone
      infine segnalo un marchio francese poco noto che si chiama LA NOUVELLE

      Rispondi
  11. straw_mips

    29/01/2018 alle 9:43

    Io sono riuscita ad acquistare tre borse di Vivienne Westwood e mi sto trovando molto bene, la quantità minima di metallo, bella pelle e logo piccolo e adorabile, secondo me coi saldi si può fare…per rimanere bassine, su yoox vendono un marchio che si chiama 8, e devo dire che le loro borse le trovo molto carine, sono in pelle e made in italy (ho preso una borsetta a mezzaluna rosa che trovo adorabile).

    Che belli questi post Toro, sono sempre molto utili!

    Rispondi
    • rockandfiocc

      29/01/2018 alle 10:02

      GRAZIE!! sI in effetti volevo includere Vivienne
      carine le borse di 8! coerenza stilistica sotto terra ma alcuni modelli davvero carini, grazie della segnalazione

      Rispondi
      • straw_mips

        29/01/2018 alle 11:53

        Ahahah sì, 8 mi sa proprio di brand che pesca un po’ di qui un po’ di lì ma vabbè, per borse un po’ da battaglia si può fare.

        Rispondi
        • mara

          08/04/2018 alle 23:50

          credo che 8 e altri siano dei marchi proprio di Yoox creati per offrire i pezzi trend di stagione a prezzi accessibili 😉

          Rispondi

Rispondi a rockandfiocc Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *