Si dice che Christian Louboutin abbia inizato la tradizione della suola rossa, ormai suo marchio di fabbica, vedendo una sua assistente dipingersi le unghie mentre lavorava sul design di una scarpa. Versò direttamente lo smalto sulla suola di quel prototipo. Aveva pensato di dipingere tutti i “sotto” delle sue scarpe di un colore diverso, ma visto il sucesso del rosso, decise di non cambiare rotta.
Ok, ma Salvatore??

Ciao e grazie.
Che poi questa è la foto tarocca, non si vede la forma di Audrey.
Audrey Hepburn era grande estimatrice delle sue scarpe, e aveva mille ballerine Ferragamo di tutti i colori

Salvatore Ferragamo niziò la sua cariera negli states nei ’20, diventando subito il calzolaio delle star. Tornò a Firenze nel 1927. Dopo la chiusura per falimento durante la guerra, riaprì l’attività nel 1950, giungendo fino ad oggi, con linee di pret a porter, accessori, borse, valigie e profumi.
La città di Firenze ospita il museo a lui dedicato, in cui sono visibili i bozzetti delle calzature e i modelli che hanno rese celebre l’artigiano fiorentino, come la famosa ‘zeppa’ di sughero, brevettata nel 1936 e i modelli realizzati in rafia, cellophane, carta da caramelle, fili di nylon.

Le scarpe di Dorothy nel film “Il mago di Oz ” del 1939 sono di Ferragamo!

Un modello famosissimo e intramontabile è la ballerina con fiocchetto, oggi nella nuova versione, ma ancora ricercatissima nel modello vintage. Le blogger del momento fanno a gara per avere questo modello (am Lul, Stylebubble, My dailystyle)

1 Commento

MOSTRA I COMMENTI
  1. Anonymous

    15/04/2011 alle 1:51 PM

    salvatore ferragamo non è fiorentino ma campano e poi le scarpette di dorothy nel mago di oz sono state disegnate da gilbert adrian noto costumista di hollywood

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *