E’ cominciata ieri la settimana dell’alta moda a Parigi.
Mi sono messa d’impegno e ho guardato tutte le collezioni su Style.com

Givenchy


Che dire. Come al solito, Tisci è un genio. La mia collezione preferita
Dior: nessun fasto particolare per questa collezione, svoltasi nella sede di Avenue Montaigne. Collezione sull’onda delle precedenti, in generale.


Chanel: Karl, dopo l’exploit della collezione di Venezia solo qualche settimana fa, ha avuto le forze per proporre ben 65 uscite in passerella, sormontata da 5 flaconi giganti di profumo n.5

La collezione non mi piace un granchè, unica menzione che farò, l’abito finale indossato da Lara Stone.


Alexis Mabille: una collezione deliziosa dopo l’altra

Christian Lacroix: grande commozione per questa sfilata, dato il futuro incerto della maison. Solo 12 persone hanno lavorato alla collezione, e le modelle sono stte pagate 50 euro, il minimo sindacale.
La sfilata non aveva certo i soliti fasti. Unica eccezione: la mariée finale, immancabile, ultimamente sempre Caroline Trentini.


Armani Privée: meno deprimente del solito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *