Quanto avrei voluto trovarmi a Londra negli anni del Punk e visitare le boutique Vivienne Westwood con i vari cambi di nome (“Sex”,” Too fast to live too young to die”,” Seditionaries”, “World’s End”), comprarmi dei vestiti di lattice e delle magliette con le ossicine di pollo, e magari trovarmi pure faccia a faccia con lei in negozio!
Non sapete quanto mi piaccia Vivienne Westwood, la sua filosofia, il marchio in generale.
So che non è esattamente il mio stile, e non ho molti suoi capi, ma resta sempre nella top 5 dei miei marchi di riferimento da quando ho cominciato ad appassionarmi di moda.

1 Commento

MOSTRA I COMMENTI
  1. Airali's Passion

    22/03/2011 alle 1:54 AM

    Genio indiscusso. Anche se personalmente non mi piace granchè ma è veramente un pilastro nella storia della moda contemporanea.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *