1.nocrop.w1800.h1330.2x 8.nocrop.w1800.h1330.2x

Avete visto che meraviglia la nuova mostra in corso al MET? E’ dedicata a Jacqueline de Ribes, un’aristocratica francese famosa per il suo stile. I suoi abiti personali sono in mostra e sembrano tutti assolutamente magnifici. Non conoscevo questa donna ma mi informerò perché la mostra sembra davvero valere la pena di essere vista. Qui sopra due suoi perfetti abiti rosa.

Angelina-Jolie-Brad-Pitt-Vanity-Fair-Italia-November-2015-Cover-Photoshoot06

Come si fa ad essere così perfetti? Unica nota negativa per me: Brad che fa la tipica faccia da sono-figo-e-lo-so. La odio (Justin smettila pure tu) e ai miei occhi sembra solo che ti scappi la cacca, Brad.Givenchy-Spring-2016-Campaign-Cast

Riccardo Tisci non si è risparmiato con il casting della nuova campagna, apparendo il prima persona e ingaggiando un sacco di modelli e modelle. Non capisco bene perché siano tutti in maglietta ma vedo o non vedo Gemma Word sulla sinistra? Sento puzza di comingback ufficiale

grace-adrian

Grace Coddington con il suo tipico look: monocromatico sui toni del blu/nero, sneakers Céline, un capospalla minimale. Un tipo di “divisa” giornaliera che credo funzioni solo se i materiali di cui sono fatti i vestiti sono di alta qualità, altrimenti si rischia di somigliare ad una commessa di Zara (senza offesa)

jeanne damas bimba y lola

Bimba Y Lola è un marchio spagnolo molto carino e questa stagione ha scelto Jeanne Damas come testimonial. Come sempre ha un rossetto rosso (trovo che le stia divinamente) e la sua frangetta leggera. Adoro questa foto (e adoro lei!)

cate chanel haute couture

Certe volte mi chiedo perché le attrici continuino a vestire Chanel, dato che è ovvio che le borse sono intoccabili ma il dipartimento ready-to-wear e addirittura la Couture fanno spesso cilecca. Il vestito di Cate è di alta moda. Siamo tutti d’accordo nel dire che non le sta particolarmente bene, vero?

cate

Mi fa cambiare idea però con questo Lanvin, che secondo me porta molto bene nonostante sia un abito complicato (non è nuda sui fianchi, si tratta di un pannello color carne). Bellissime anche le scarpe.

chanel haute couture

Fail n.2 per Rooney Mara, IN COUTURE. MA SCHERZIAMO??

Rooney-Mara-In-Proenza-Schouler-The-Tonight-Show-Starring-Jimmy-Fallon

Qui invece conquista il mio cuore con uno stupendo Proenza direttamente da una delle mie sfilate preferite

AX6005_01_laydown

Persino Adidas se ne è uscita con i pantaloni della tuta a zampa di elefante!

Man-Repeller-Over-the-Knee-Boots-unsexy-Leandra-Amelia-41

Una volta ogni tanto, ma solo ogni tanto, Leandra si veste con colori neutri e capi “normali”. Ok, qui ha dei boots favolosi di Céline e orecchini enormi e occhiali rosa, ma è vestita di blu!

sunscreen coveteur

The Coveteur ha finalmente pubblicato l articolo che volevo leggere da tanto, che dice che non è assolutamente necessario mettere la protezione solare tutti i giorni anche in città come consigliano i siti di beauty. A meno che non abitiate in Australia e passiate tanto tempo per strada sotto il sole, non è necessario.

tumblr_nn9kxsfUTZ1s7xduro1_500

Se potessi scegliere un look dalle sfilate invernali sarebbe questo abito di Altuzarra. Lo trovo semplicemente stupendo.

uo

Non posso credere che Urban Outfitters sia COSI’ hipster da vendere le musicassette. Non ci credo.

1

Sono uscite due nuove fragranze di Margiela e ho il sospetto che “Lipstick on” mi piaccia perché ha dentro la vaniglia. Avete mai sentito questi profumi? Sono tutti molto buoni, i nomi sono adorabili e richiamano gli ingredienti, le boccette sono bellissime, con le etichette in tessuto

Taggato in:

12 Commenti

MOSTRA I COMMENTI
  1. maria

    05/12/2015 alle 10:21 PM

    in Francia mi pare di aver capito che la Damas invece piace poco e la criticano, tipo qui la Ferry, avevo letto che la prendevano in giro perchè faceva gli errori di ortografia (in Francia è una cosa deplorevolissima) e non aveva nemmeno preso la maturità
    vista in un paio di video mi è sembrata alquanto ragazzina “stupidina” e mi è scesa molto

    Rispondi
    • rockandfiocc

      07/12/2015 alle 11:38 PM

      ma va? Si non sembra una cima in effetti ma non sapevo questo retroscena

      Rispondi
  2. Maria

    24/11/2015 alle 1:01 PM

    Se ti piace la vaniglia nei profumi, prova l’Eau Duelle di Diptyque!

    Rispondi
    • rockandfiocc

      24/11/2015 alle 2:07 PM

      si ce l avevo sulla lista grazie!

      Rispondi
      • Maria

        25/11/2015 alle 6:56 PM

        la versione eau de parfum sa troppo di ginepro, mentre l’eau de toilette è decisamente più dolce e la vaniglia risalta molto di più! anche a me piacciono generalmente dolcissimi, questo non è tra i più forti ma lo trovo molto portabile

        Rispondi
  3. Angelica

    23/11/2015 alle 9:51 AM

    la questione del filtro solare anche in citta’ non mi ha mai convinta…talvolta pur di rifilare prodotti si e’ disposti a tutto.
    l importante e’ usare il buon senso, e il buon senso conferma l’articolo del magazine.

    Per quanto riguara le musicassette di Urban Outfitters…per me che amo l indie e’ una bella novita’!

    Rispondi
    • Vic

      23/11/2015 alle 5:16 PM

      Il buon senso può essere fuorviante in certi contesti.
      Premetto che non ho letto da cima a fondo l’articolo. Visto che conosco il genere credo che il suo schierarsi contro la protezione solare si basi sulla tesi “il filtro chimico inibisce la sintesi di vitamina D”.
      Affermazione vera solo in parte.
      Le pubblicazioni scientifiche dimostrano che molte persone che non usano alcuna protezione risultano in ogni caso deficitari di vitamina D perché lo stile di vita odierno – molte ore in ambienti chiusi, persone con diverse quantità di melanina in ogni latitudine (leggasi persone con pelle scura in zone nordiche e persone con pelle chiara in zone equatoriali) non permette in ogni caso la corretta esposizione.
      Per questa ragione è bene fare le analisi del sangue, verificare i valori di D e in caso assumere un integratore mensilmente utilizzando la protezione solare per prevenire i fattori di rischio che gli UVB e UVA causano: cancro, danni al DNA, invecchiamento cellulare, rughe, macchie.

      🙂

      Rispondi
    • maria

      05/12/2015 alle 10:23 PM

      il filtro solare magari no ma dipende dalla città, se abiti in una città di mare secondo me ci vuole sempre, se sei a Milano magari no, ma c’è l’inquinamento e una protezione comunque ci vuole 😉

      Rispondi
      • rockandfiocc

        07/12/2015 alle 11:37 PM

        si ma per Milano già il fondotinta se ha un po’ di siliconi fa da base, non serve il filtro solare dove non c’è il sole!

        Rispondi
        • maria

          20/12/2015 alle 7:46 PM

          in estate di sicuro serve anche a MI, avevo letto che alcuni dermatologi consigliavano la protezione anche quando piove :O, non so però

          Rispondi
          • rockandfiocc

            20/12/2015 alle 10:37 PM

            secondo me è una sciocchezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *