L’architettura non è certo il mio campo ma mi sono avvalsa dei preziosi consigli del mio amico Mattia per proporvi qualche libro che potrebbe interessarvi. Dice Mattia che “se sei un architetto serio non puoi non averli letti. E’ come fare il cuoco e non conoscere l’Artusi”

1) Bruno Zevi- Il linguaggio moderno dell’architettura

Capovolge gli stilemi antichi del fare architettura secondo alcune regole classiche dettate da Vitruvio, spiegando come alcuni architetti, fino ad allora ritenuti classici, abbiano in realtà fatto scelte totalmente anti-classiche appunto

2) Adolf Loos- Ornament and Crime

La mancanza di ornamento come segno di una presenza intellettuale nel progetto

3) Robert Venturi -Complexity and Contradiction in Architecture

La ribellione del postmodernismo verso il modernismo, inteso come tabula rasa rispetto alla storia

4) Robert Venturi – Learning from Las Vegas – Revised Edition: The Forgotten Symbolism of Architectural Form

Las Vegas come monumento populista rappresentate di una “common society”

5) Aldo Rossi – Autobiografia scientifica

Ripercorre la storia di Aldo Rossi attraverso i suoi progetti rivelandone il vissuto personale ed il suo pensiero verso la città

6) Rem Koohlaas – Delirious New York: A Retroactive Manifesto for Manhattan

Rem Koolhaas, ultimo vero architetto e teorico, spiega la città come metafora dell’essere umano

7) Modern architecture / Manfredo Tafuri and Francesco Dal Co

La storia dell’architettura spiegata insieme all’evoluzione della teoria dell’architettura, una dualità imprescindibile.

 

(in questo articolo sono presenti affiliate links)

Taggato in: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *