Spesso mi chiedete di parlarvi di borse sopra una certa cifra, magari perché vi volete fare un regalo importante o perché volete investire in qualcosa di costoso. Le borse di lusso che mi piacciono sono davvero poche, perché non amo particolarmente i loghi, le borse troppo viste in giro e i cosiddetti classici (con qualche eccezione).

Una delle mie borse preferite è il modello “box” di Céline, disegnata da Phoebe Philo. Classica, senza tempo, comoda grazie alla pratica tracolla, senza loghi in vista e capiente senza essere grande. Forse la borsa perfetta

165113ETA.07OC_1_LIB_2545

altra borsa disegnata da Phoebe per Céline, il modello “trio” (nel formato grande). La borsa della radical chic per eccellenza, nonostante il (piccolissimo) logo ben visibile.

senatus_VMc1sA

Loewe modello “Puzzle Cloud”: perché chi non vuole tenere il cielo sottobraccio, e soprattutto chi non ha un migliaio di euro da spendere per una borsa pazza? Credo sia una edizione limitata, ma la trovate anche in tinta unita come continuativo del brand

1093741

Fendi modello “Kan I”, ovviamente in rosa. Credo sia anche questa una edizione limitata perché non l’ho mai vista addosso a nessuno e nemmeno in negozio!

 

Lanvin modello “Happy”. Non si vede per niente in giro ma trovo sia una borsa molto carina e chic. Disponibile in varie dimensioni

I sacchettini di Prada: ci sono mille versioni di questi sacchetti da sera molto amati da Miuccia Prada, da quelli lisci senza applicazioni a quelli ricoperti di cristalli e perline, i miei preferiti (nonché i più costosi, ovviamente)

Farei una eccezione per la mia regola “no logo” per la classica borsa “baguette” di Fendi. Modello ormai iconico e esistente in mille stampe e materiali diversi, non passa mai di moda ed è super divertente

Bottega Veneta, modello “nodino”. Amo questa borsa semplice e morbidissima, con tanti piccoli dettagli meravigliosi ma che ad un occhio inesperto sembra solo una semplice borsa nera

 

E ovviamente c’è lei, che non comprerei mai dato il prezzo ma che ovviamente apprezzo da lontano: l’intramontabile “2.55” di Chanel, disegnata da Coco in persona e sul mercato da circa 70 anni. La trovo una versione molto più chic del modello “2.88”, con la chiusura a doppia C, pensata da Karl lagerfeld nel 1983

 

 

Taggato in: , , , ,

2 Commenti

MOSTRA I COMMENTI
  1. Daniela

    12/05/2020 alle 5:06 PM

    Delle borse di lusso molto belle sono quelle di Alaïa, soprattutto i modelli Clara e Cecile e difficilmente si vedono in giro.
    Per me comunque la borsa di Bottega più bella è la Marie, anche se fa un po’ sciura forse.

    Rispondi
    • rockandfiocc

      12/05/2020 alle 5:40 PM

      stupenda la marie anche se è una copia allungata della box
      stupende le alaia, non le ha NESSUNOOOO

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *