Lucinda Chambers è una vera e propria leggenda nell’ambiente moda. Ha lavorato per Vogue per 36 anni, cominciando come segretaria e arrivando a diventare caporedattore. La sua storia lavorativa è abbastanza incredibile: segretaria, poi assistente di Grace Coddington, editor, stylist, amica e pigmalione di alcuni dei più importanti fotografi di moda degli ultimi 50 anni, consulente per Prada, consulente e designer per Marni.

Nel Maggio 2017 ha fatto scalpore il suo licenziamento ad opera del nuovo arrivato a Vogue, l’influente Edward Enninful, ma come sempre nella moda le acque si sono calmate e ora Lucinda ha il suo corso di “Fashion Styling and Image Making” per Bof, fa ancora la consulente e la stylist (occasionalmente anche per Vogue) e ha messo in piedi una linea di abbigliamento, Colville  (se vi dovesse sembrare vagamente simile a Marni avete ragione, le due designer che ci lavorano insieme a Lucinda vengono proprio da quel brand).

Il suo stile è proprio quello di una fashion insider, cioè difficile da capire ai più ma perfettamente comprensibile per gli addetti ai lavori: tantissimo Prada e Marni, nessuna paura di osare con colori e proporzioni. Quello che mi piace di lei è l’assoluta modernità dei suoi look nonostante non sia più una ragazzina, il completo sprezzo per le stagioni (capite in che momento dell’anno ci si trova guardando i suoi outfit? Io no), e il fatto che spesso reindossi i suoi capi riuscendo sempre a trovare combinazioni interessanti.

Scommetto che il suo corso di Styling è MOLTO interessante!!

Taggato in: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *